Intel: "Incapacità di competere da parte di AMD"

Intel: Incapacità di competere da parte di AMD

Stando ad una risposta ufficiale Intel alle accuse mosse dalla Federal Trade Commission, sarebbero stati gli stessi dirigenti AMD ad aver ammesso di non poter competere con Intel

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:11 nel canale Processori
IntelAMD
 

In una riposta ufficiale che fa seguito alle accuse della Federal Trade Commision, Intel si toglie qualche sassolino dalla scarpa, non prima di aggiungere anche una piccola dose di veleno. La risposta inizia tutto sommato con considerazioni scontate, sotto gli occhi di tutti, come riportato da Xbitlabs. AMD non avrebbe avuto un particolare successo nel mondo dei desktop e dei portatili in quanto ben distante dall'integrazione delle piattaforme raggiunta da Intel. Il caso Intel Centrino, divenuto quasi sinonimo di PC portatile, dimostra che effettivamente Intel ha lavorato molto bene in questo campo, mentre AMD è rimasta alle corde. Fin qui, l'ovvio.

Il veleno arriva più avanti, dove Intel dichiara che gli stessi executive AMD avrebbero ammesso l'incapacità di competere con Intel, sulla base di voci interne proprio in AMD. Si fanno anche nomi e cognomi: Henry Richard, Executive Vice President Marketing dal 2002 al 2007, sempre secondo Intel e sulla base di voci interne ad AMD, avrebbe dichiarato che "...guardando obiettivamente la situazione, i prodotti AMD non erano da acquistare. Non mi sarei mai comprato un sistema AMD, se non avessi lavorato per loro. Se fossi stato un alto dirigente della graduatoria Fortune 500 (le 500 più grandi aziende USA, ndr), non avrei usato AMD".

Intel va oltre, attribuendo sempre a Henry Richard la percezione di AMD da parte del pubblico: "Siamo a buon mercato, meno affidabili, di fascia consumer bassa". Sempre secondo Intel il capo del marketing AMD avrebbe definito "patetico" l'atteggiamento di vendere processori piuttosto che puntare sulle piattaforme. Intel dunque ne trae un teorema: AMD non è stata in grado di competere con Intel per voce dei suoi stessi executive, senza ricorrere a politiche di prezzi e campagne al limite della legalità.

Un desiderio dunque, quello di Intel, di convincere la Federal Trade Commission a vedere il problema della concorrenza sleale con un occhio ben più clemente, sfruttando proprio l'attenuante che sono gli stessi executive AMD ad ammettere l'inferiorità di AMD in alcuni ambiti e in determinati periodi, il tutto senza chiamare in causa le poco cristalline pratiche rinfacciate a Intel.

Per rafforzare la propria posizione, Intel cita anche Hector Ruiz, CEO di AMD: "non eravamo competitivi nel settore mobile, pur sapendo che sarebbe stato un settore molto importante. AMD era in ritardo con soluzioni alternative alla concorrenza". Intel dunque cerca di difendersi citando la stessa concorrenza, andando a creare sicuramente qualche imbarazzo fra le mura di AMD. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

417 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pat7715 Gennaio 2010, 10:19 #1
Penso che sia incontestabile che Intel avesse un vantaggio, bisogna però vedere se Amd, sapendo della solida posizione di intel abbia deciso di investire altrove poichè riteneva il segmento Mobile viziato dalla posizione monopolistica di Intel.
Rimasi, infatti, stupito che solo ultimamente Amd stia pensando ad un anti Atom.
riuzasan15 Gennaio 2010, 10:20 #2
Si ... some no ... infatti i miei due Acer e l'HP comprati negli utlimi 4 anni sono tutti con processore AMD e scheda video discreta ATi/AMD e non mi hanno mai dato problemi.

Poi è evidente a tutti quello che AMD è stata capace di fare grazie agli Athlon e fino all'uscita dei processori CoreDuo: per 4-5 anni AMD è stata di molto la piattaforma preferibile a quella Intel.
dario.org15 Gennaio 2010, 10:20 #3
Concordo jn parte con intel, ma sulla linea desktop/server non credo possano avanzare una teoria del genere.

Fino a prova contraria le architetture SOCKET 939 e 940, vedi athlon e opteron sono state e sono tuttora tecnologie assolutamente in linea con quelle intel. In alcuni casi, comparandone i prezzi sono state anche superiori.

Mi pare che ad esempio il controller di memoria integrato nelle CPU ora intel lo adotta anche per i propri processori ed il brevetto di questa tecnologia è di AMD.

Non credo che se intel avesse stretto "accordi" coi maggiori produttori di assemblati avrebbe potuto raggiungere ugualmente un monopolio sul mercato.
Tedturb015 Gennaio 2010, 10:25 #4
non a caso gli executive AMD in questione sono "EX"
Marcodj8515 Gennaio 2010, 10:27 #5
beh che siano indietro sotto tutti i punti di vista è palese e alla vista di tutti, sopratutto nel settore notebook o netbook, due mercati che hanno avuto una crescita devastante nell'ultimo anno e mezzo e che AMD si è persa totalmente....nei desktop sinceramente fino a quando non stavano gli i5, avrei preso loro, al posto di un core duo, in quanto si poteva avere di + a meno prezzo(ovviamente am3), ma con gli i5 e i3 beh se intel facesse anche un minimo calo di prezzi penso proprio che non ci sarebbe + storia per nessuno...spero si svegli e inizi a fare progetti seri (come per le ati 5xxx, ottime schede con tecnologie innovative, pratiche e con dei consumi bassissimi)non pensando sempre a prendere la fascia bassa, perché a furia di pensare sempre in piccolo si diventa piccoli !
Human_Sorrow15 Gennaio 2010, 10:27 #6
"... fascia consumer bassa"
AMD è come la Fiat in Italia, la Punto è l'auto del popolo ...

E sottolineo che in questo, non c'è nulla di male.
Capozz15 Gennaio 2010, 10:32 #7
Ma questi hanno ancora il coraggio di parlare dopo che è venuto a galla tutto lo schifo e le politiche fuorilegge che hanno attuato per relegare AMD ad una quota di mercato marginale ?
Vergogna.

PS Hanno pagato, ma ci sono ancora delle cause in corso, e spero proprio che gli facciano un sedere così, altro che un miliardo di euro.
Xeno66515 Gennaio 2010, 10:32 #8
Ricordo solo che i Turion64 stracciavo gli Intel Mobile della piattaforma Centrino, ma era il 2005...
GT8215 Gennaio 2010, 10:38 #9
Secondo me (purtroppo) su questo punto ha ragione Intel, la franchezza dei dirigenti AMD poi la dice lunga...

dov'è finita l'azienda che in soli tre anni (dal 2000 al 2003) abbattè per prima la barriera del Ghz con quell'ottimo processore qual'era l'Athlon, migliorato ulteriormente dal successivo Athlon XP, per poi presentare al mondo l'innovativo per l'epoca Athlon 64? pensiamo al memory controller integrato, all'implementazione del bus Hypertransport, ora invece devono costantemente inseguire Intel

negli ultimi 6 anni (6 anni!! che nell'informatica sono quello che per un paleontologo è un'intera era) cosa son riusciti a fare a parte la versione dual core dell'Athlon 64? un bidone qual'era il primo Phenom, migliorato con la rev 2 nel 2009 e ora per tutto quest'anno nessuna novità a parte l'esacore che Intel propone però su architettura Nehalem

mobile --> gestione a dir poco disastrosa

Atom --> uguale... Bobcat ancora latita

per fortuna va bene nelle VGA dove obiettivamente Nvidia ha il fiato sul collo e non può permettersi di sbagliare mosse


insomma, Intel avrà anche usato trucchetti e pratiche illegali ma a Sunnyvale hanno dormito... e questo settore non è decisamente uno di quelli in cui si può dormire o crogiolarsi sugli allori
roccia123415 Gennaio 2010, 10:39 #10
beh, c'è anche da dire che intel ha molte più risorse di amd, quindi è molto più facile per lei (intel) essere avanti. C'è anche da dire che in campo cpu AMD è uscita da poco da un periodo nero (phenom I 65 nm), è migliorata con i phenom 45 nm e spero che con le future architetture riuscirà perlomeno a pareggiare i conti con intel. La vedo un po come quello che è successo con le vga ati hd2xxx (phenom I) -> flop; hd3xxx (phenom II)-> grosso miglioramento, ma non ancora sufficiente; hd4xxx (bulldozer) -> ulteriore miglioramento, pareggio (si spera) dei conti con l'avversario.
Comunque vada, l'importante, per l'interesse di tutte le tasche, è che AMD ritorni presto a fare una concorrenza seria ad intel, con conseguente limatura selvaggia dei prezzi da parte di entrambe e acquirenti felici

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^