Intel, il creatore dell'architettura Nehalem ritorna per lavorare a una CPU ad alte prestazioni

Intel, il creatore dell'architettura Nehalem ritorna per lavorare a una CPU ad alte prestazioni

Glenn Hinton, principale progettista dell'architettura Nehalem, torna in Intel dopo 3 anni di pensione per lavorare a una CPU ad alte prestazioni. Nella sua scelta ha pesato il ritorno di Pat Gelsinger, da metà febbraio pronto a succedere a Swan nel ruolo di CEO.

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Processori
IntelCoreXeon
 

La nomina di Pat Gelsinger a CEO di Intel, anche se il passaggio di consegne ufficiale con Bob Swan avverrà il 15 febbraio, sembra aver portato una ventata di entusiasmo attorno al colosso dei microchip. Glenn Hinton, principale progettista dell'architettura Nehalem e prima ancora di diversi altri design tra cui il P6, ha annunciato che tornerà a lavorare per Intel a tre anni dal suo pensionamento.

"Dopo essermi goduto la pensione per tre anni", ha spiegato Hinton su LinkedIn, "ho deciso di tornare a lavorare in Intel (dove in precedenza ho lavorato per 35 anni). Cosa mi spinge a fare una cosa del genere? Lavorerò a all'entusiasmante progetto di una CPU ad alte prestazioni. Anche il ritorno di Pat Gelsinger come CEO mi ha aiutato a prendere la decisione di tornare".


Pat Gelsinger, allora vicepresidente senior di Intel, durante l'annuncio delle CPU Nehalem nel novembre 2018 a San Francisco

Nehalem è un'architettura ad alte prestazioni che risale a 12 anni fa (forse qualcuno ricorderà il Core i7-965 Extreme Edition a 45 nanometri) e che per Intel ha rappresentato un ulteriore progresso rispetto al progetto Core che la riportò al vertice nel 2006, dopo anni complicati (chi ha detto Prescott?) nell'eterna lotta con AMD. Il focus però non è tanto su quello che è stato, quanto su quello che sarà.

Nel suo post Hinton dice due cose fondamentali: la prima è che Intel sta lavorando su una CPU ad alte prestazioni "entusiasmante". Di cosa si tratti ancora non lo sappiamo, ma Intel ha bisogno di un progetto simile se vuole affrontare una AMD molto competitiva in tutti i settori e frenare la scalata delle soluzioni ARM sia nel settore consumer (e qui Apple giocherà un ruolo fondamentale) che in quello server.

La seconda è che Pat Gelsinger, un CEO con un background tecnico alle spalle (come del resto Lisa Su di AMD) può fungere da calamita per vecchi e nuovi talenti in grado di realizzare processori migliori. Sapere che al vertice c'è qualcuno che comprende in pieno i problemi che un progettista incontra quotidianamente e che mette il prodotto al centro dev'essere rassicurante. Swan è un direttore finanziario prestato al ruolo di CEO, e infatti il fatturato di Intel è volato.

Intel, l'anno scorso, ha visto diversi sconvolgimenti tra le proprie fila, con un riassetto delle divisioni deputate allo sviluppo delle nuove architetture e l'uscita di scena lampo di Murthy Renduchintala, allora boss del Technology, Systems Architecture and Client Group (TSCG). Non va dimenticato inoltre l'addio di Jim Keller (ufficialmente per motivi personali…), da poco a bordo della startup Tenstorrent. Ovviamente Gelsinger, reduce da un'ottima avventura in VMware, dovrà essere messo alla prova dei fatti per essere giudicato.

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattia.l21 Gennaio 2021, 09:41 #1
Il mio i7 920 ancora sta nel desktop secondario
E comunque l'ho usato come pc principale fino al 2017, sempre a 3.2ghz dal giorno in cui è uscito dalla scatola
MikTaeTrioR21 Gennaio 2021, 10:18 #2
Nehalem, correggetemi se sbaglio, fu un enorme salto in avanti rispetto ad architettura precedente, dell ordine del 30%...ricordo male?
Stefano Landau21 Gennaio 2021, 10:45 #3
Pure io.... sono stato con un i7 860 fino a settembre. Ora l'ho passato a mio padre per passare ad un ryzen 7 3700x........ ma dal 2009 al 2020..... 11 anni per un processore sono tantissimi e l'ho cambiato per i limiti dell'intera architettura più che per la velocitù della cpu stessa: sata 2, usb2, memoria limitata a max 16 gb! Avevo due ssd.... ma andavano al massimo a circa 260 mb al secondo, contro i 550 odierni dell'ultima versione del sata per non parlare degli oltre 3 gb dei dischi nvme che ho su ora..... (montassi un PCI-Exp 4 arriverei a 7gb)
nickname8821 Gennaio 2021, 11:09 #4
Grande salto sì, ma dovuti principalmente all'HT e al memory controller integrato.
Caratteristiche che esistevano già da anni.
300021 Gennaio 2021, 11:56 #5
Ho ancora l'i7 920 nel pc. E va.
Saturn21 Gennaio 2021, 11:59 #6
Xeon 5690 - l'equivalente dell'i7 990, @ 4,4 ghz con giusto 48 gb di ram per stare larghi con le virtual machine. Il precedente i7 980 lo tengo di scorta in caso questo dovesse abbandonarmi...ma per il resto, almeno per il momento, rimango così !
Marco7121 Gennaio 2021, 12:00 #7

Tanto per ricordare...

...cosa è stato il carro da battaglia Nehalem, non solo HyperThreading e controllore di memoria integrato ma anche e soprattutto almeno un ulteriore livello di memoria cache, un ampliamento della architettura Core 2 ecc.

https://courses.e-ce.uth.gr/ECE338/...ces/Nehalem.pdf

Marco71
pengfei21 Gennaio 2021, 12:14 #8
Mah, dopo tre anni di pensione, sembra la Ferrari che quando non sa che pesci pigliare richiama Rory Byrne dalla Thailandia
virtualdj21 Gennaio 2021, 13:18 #9
Originariamente inviato da: mattia.l
Il mio i7 920 ancora sta nel desktop secondario
E comunque l'ho usato come pc principale fino al 2017, sempre a 3.2ghz dal giorno in cui è uscito dalla scatola

Anch'io il 940 usato fino al 2019, poi si è rotta la scheda madre ASUS P6T Deluxe (prima è partita l'Ethernet, poi non si accendeva più nulla)... L'ho sostituita con una P6T normale usata su eBay, è durata 2 settimane e poi è saltata anche quella (saltate tutte le USB)...
Il processore ce l'ho ancora nel cassetto, ma non posso usarlo
nickname8821 Gennaio 2021, 13:32 #10
Originariamente inviato da: Marco71
...cosa è stato il carro da battaglia Nehalem, non solo HyperThreading e controllore di memoria integrato ma anche e soprattutto almeno un ulteriore livello di memoria cache, un ampliamento della architettura Core 2 ecc.

https://courses.e-ce.uth.gr/ECE338/...ces/Nehalem.pdf

Marco71

No hai ragione non solo quelle 2 ma il 90% delle migliorie se non anche di più veniva da queste.
Senza contare che Nehalem è stato un bel boost se paragonato più che altro ad un affinamento e non ad una nuova microarchitettura.

I veri boost li si ha col cambio di microarchitettura come è stato il passaggio dal Netburst a Core.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^