Intel estende la gamma di cpu Nehalem per sistemi desktop

Intel estende la gamma di cpu Nehalem per sistemi desktop

Nuovi dettagli sulle cpu Gulftown, 6 core per sistemi desktop, e su quelle Core i5 basate su core Lynnfield

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Processori
Intel
 

Sono attesi non prima del secondo trimestre del 2010 i primi processori Intel per sistemi desktop dotati di architettura a 6 core. Parliamo delle soluzioni note con il nome in codice di Gulftown, delle quali il sito HKepc ha anticipato alcune informazioni tecniche.

Questa nuova famiglia di processori continuerà ad utilizzare il Socket 1366 LGA adottato da Intel per i processori Core i7 attualmente disponibili in commercio, ma da questi ultimi si differenzierà per l'utilizzo della tecnologia produttiva a 32 nanometri. Verrà mantenuto il TDP massimo di 130 Watt dei processori Core i7, mentre mancano dettagli sulla compatibilità a livello di scheda madre in termini di circuiteria di alimentazione: considerando il TDP invariato e il mantenimento dello stesso socket sembra presumibile che sarà possibile aggiornare sistemi Core i7 attualmente sul mercato con processori Gulftown.

Circa i processori attualmente noti con il nome di Core i5, basati su architettura Nehalem e destinati al segmento di fascia media del mercato, il debutto è previsto nel corso della seconda metà del 2009 in abbinamento a schede madri con Socket 1156 LGA. Si prevede la disponibilità, al lancio, di 3 versioni di processore con frequenze di clock di 2,66 GHz, 2,8 GHz e 2,93 GHz.

Per tali cpu verrà mantenuto il supporto alla tecnologia HyperThreading, fatta eccezione per la soluzione a 2,66 GHz, mentre il memory controller DDR3 sarà del tipo dual channel contro quello triple channel implementato nei processori Core i7. Per questi processori della famiglia Lynnfield il TDP massimo sarà contenuto in 95 Watt e grazie a questo sarà innalzato il livello massimo d'intervento della tecnologia Turbo Mode, rispetto a quanto messo a disposizione con i processori Core i7. Troveremo infatti clock massimi di 3,2 GHz, 3,46 GHz e 3,6 GHz rispettivamente per i modelli con frequenze di default pari a 2,66 GHz, 2,8 GHz e 2,93 GHz.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

90 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SingWolf16 Aprile 2009, 10:27 #1
Ma a quando i dual? Son tutti quad?


Ale!
GByTe8716 Aprile 2009, 10:28 #2
6 core per desktop... inutile ma shockante
gatto2316 Aprile 2009, 10:28 #3
Se ho ben capito Intel vuole diferenziare i socket a seconda delle fasce di PC, perciò chi un giorno volesse passare dalla fascia media all'alta dovrà sostituire Procio e Madre... mah credo che se non sarà particolarmente veloce ed economico tanti preferiranno rimanere sul 775 ancora per molto!
huema16 Aprile 2009, 10:28 #4
quando si avranno tdp da notebook nei desktop... 130w a 32 nm è un pò altino o sbaglio?
Stewie7x16 Aprile 2009, 10:33 #5
Originariamente inviato da: gatto23
... mah credo che se non sarà particolarmente veloce ed economico tanti preferiranno rimanere sul 775 ancora per molto!


Presente
Edo1516 Aprile 2009, 10:43 #6
con una cifra semiridicola mi son fatto un 775 quad come si deve, venendo da un 939 dual core....pochi sbrocchi, non devo cambiare la staffa dell'impianto a liquido, arrivederci e grazie
Ma una domanda mi sorge spontanea....sei gli i7 vanno più forte dei Q9550-Q9650, ma senza dover gridare al miracolo, gli i5...che saranno anche senza trialchannel, e magari saranno un po' castratini, non rischiano di andare come gli attuali Q9550 e Q9650?? anche perchè se così non fosse risulterebbero una fregatura gli i7 costando di più e non offrendo niente di più....
Ps....lo so che mi sono spiegato come un maiale...però cercate di capirmi
Ratatosk16 Aprile 2009, 10:47 #7
considerando il TDP invariato e il mantenimento dello stesso socket sembra presumibile che sarà possibile aggiornare sistemi Core i7 attualmente sul mercato con processori Gulftown.


Considerando che su un sistema desktop un 6 core + HT è inutile esattamente come un 4 core + HT e che solo chi chi compra ordinando per prezzo decrescente e spuntando la prima voce potrà pensare che sia necessario comprarselo, nonché il fatto che non ha senso vendere una CPU quando puoi vendere una CPU + un Chipset, credo che vedremo presto un Chipset x68.

La storia recentte del socket 775 e la non upgradabilità Pentium D -> Core 2 e la ancor più recente chipset x38 -> x48 non ho le stesse speranze dell'autore dell'articolo...
sslazio16 Aprile 2009, 10:48 #8
bhè il miracolo no, ma la differenze tra core 7 e core 2 è netta.
probabilmente i nuovi i5 andranno a sostituire le piastre 775 così da non sovrapporsi con i più prestanti core 2.
DEABlade16 Aprile 2009, 10:49 #9
credo che siano ridicoli secondo me... o meglio... non vengono sfruttati i quad figurati i 6 core... anche xkè nei quad alla fine sono 8 core logici.
inoltre essendo le prime cpu a 32nm stiamo sicuri che la Intel non ci andrà per il sottile come prezzi...
Max_R16 Aprile 2009, 11:06 #10
Una volta l'informatica giocava al raddoppio, ora invece parliamo di triple channel e di esa-core... Il progresso col contagocce serve solo a fare spendere agli appassionati estremi... Non parliamo poi dell'assenza dell'HT nei C2D & Q per poi ripresentarsi negli i7

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^