Intel e Altera estendono l'accordo di produzione Tri-Gate 14nm

Intel e Altera estendono l'accordo di produzione Tri-Gate 14nm

Le due realtà prolungano l'accordo stipulato lo scorso anno, andando ad includere anche un nuovo tipo di dispositivi realizzabili con i processi produttivi di Intel

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Processori
Intel
 

Intel e Altera hanno deciso di prolungare ed ampliare l'accordo di produzione stipulato lo scorso anno, anando ad includere i dispositivi "multi-die" che combinano i SoC e gli FPGA Stratix 10 di Altera, con SRAM, SRAM, ASIC, processori e chip analogici in un singolo package.

Il nuovo accordo, annunciato pochi giorni fa, è l'estensione di quanto le due compagnie hanno anunciato nel febbraio del 2013, quando Intel dichiarò di mettere a disposizione la propria capacità produttivia per la realizzazione degli FPGA di Altera, ipiegando il processo FinFET a 14 nanometri.

Con l'integrazione delle tecnologie di semiconduttori e di interconnessione di entrambe le compagnie sarà possibile realizzare dispositivi system-in-a-package con un maggior livello di integrazione e densità impiegando i tradizionali approcci di packaging 2,5 e 3D, ma con una riduzione dei costi di produzione.

Per Altera, la possibilità di utilizzare il processo produttivo Tri-Gate a 14nm di Intel significherà rispondere in maniera più adeguata ai problemi di prestazioni, memoria, larghezza di banda e termici che caratterizzano i settori delle comunicazioni, dell'high performance computing, del broadcasting e del mondo militare.

"La nostra partnership con Altera per produrre gli FPGA e i SoC di prossima generazione con il nostro processo Tri-Gate a 14 nanometri sta proseguendo molto bene. La nostra stretta collaborazione ci permette di lavorare insieme in molte aree legate alla produzione e al packaging dei semiconduttori. Entrambe le compagnie possono basarsi sulla competenza l'una dell'altra con l'obiettivo principale di realizzare prodotti rivoluzionari per il settore" ha commentato Sunit Rikhi, vicepresidente e general manager, Intel Custom Foundry.

Altera ha deciso di appoggiarsi alla capacità e alla competenza produttiva di Intel per appropriarsi di un vantaggio competitivo sul rivale Xilinx, che a sua volta si affida a TSMC come foundry partner. Di contro per Intel l'offerta di servizi di produzione conto terzi permette di allentare la dipendenza dal settore PC, che da qualche anno versa in una situazione poco incoraggiante.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bellaz8930 Marzo 2014, 11:54 #1
c'è scritto due volte SRAM all' inizio dell' articolo (penso che l'autore volesse scrivere .. DRAM, SRAM).

Stanno per uscire delle belle bestiole! Mi chiedo se, nonostante la difficoltà di sviluppo su FPGA, prima o poi le unità a logica programmabile rivoluzioneranno il mondo del calcolo (una possibilità sarebbe quella di avere FPGA che affiancano CPU e GPU tradizionali che fungono da DSP programmabili sul momento).
!fazz30 Marzo 2014, 12:20 #2
Originariamente inviato da: Bellaz89
c'è scritto due volte SRAM all' inizio dell' articolo (penso che l'autore volesse scrivere .. DRAM, SRAM).

Stanno per uscire delle belle bestiole! Mi chiedo se, nonostante la difficoltà di sviluppo su FPGA, prima o poi le unità a logica programmabile rivoluzioneranno il mondo del calcolo (una possibilità sarebbe quella di avere FPGA che affiancano CPU e GPU tradizionali che fungono da DSP programmabili sul momento).


è roba vecchia (2010) e cmq collegata con questa notizia

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Bellaz8930 Marzo 2014, 13:43 #3
Si, certo, ci stanno pensando da tempo. Bisogna comunque vedere se riusciranno ad uscire con un prodotto che soddisfa il mercato in termini di costi, facilità di programmazione e velocità. Inoltre immagino che a un certo punto sarà necessaria la creazione di standard per far si che il codice sia massimamente vendor-indipendent
Bellaz8930 Marzo 2014, 14:10 #4
Certo, VHDL è uno standard , ma quello che mi domandavo al primo post riguardava la possibilità in un futuro di avere un' api generica per acceleratori programmabili come adesso si ha per le GPU con opencl, in modo tale da programmare e usare tali unità in maniera diretta dai programmi che ne fanno richiesta e con la parte di compilazione VHDL e comunicazione legata alla particolare casa produttrice implementata lato driver.
Bellaz8930 Marzo 2014, 16:57 #5
Scusami, dove ho scritto che sulle logiche programmabili vengono inviate una serie di istruzioni come un processore convenzionale?

Quello che sto cercando di dire è che potenzialmente con gli fpga si può fare una cosa simile a quella che si fa con le gpu con opencl, ovvero una programmazione in due fasi:

prima si definisce l'architettura dell' fpga con un HDL(con le gpu si usa opencl che sfortunatamente è sia il nome dell' api che del linguaggio in se per se), e poi si scambia i dati e si controlla l'esecuzione tramite buffer e segnali appositi

generera' una netlist ovvero una mappa di interconnessioni e potra' essere "scaricata" sul chip solo tramite una connessione particolare e un protocollo particolare.


è proprio questo il punto! tutte queste fasi che stai descrivendo, sono, come dici tu 'particolari', sono dipendenti fortemente dall' hardware e dal sistema operativo utilizzato e di fatto limitano l'utilizzo di questi dispositivi a settori specialistici. Con un' api standardizzata invece si potrebbero avere applicazioni che scaricano sull' FPGA locale la netlist del DSP che POI andranno ad utilizzare indipendentemente dal SO o dal produttore dell'FPGA.

EDIT:

ho trovato questo.
http://www.altera.com/products/software/opencl/opencl-index.html

immagino che però per sua natura generare l'architettura di un fpga a partire da opencl(linguaggio) sia meno efficente che utilizzare un HDL adatto allo scopo.

EDIT2:

quello che volevo dire è se prenderà piede una cosa del genere:

http://www.openfpga.org/pages/Standards.aspx

http://www.openfpga.org/Standards%20Documents/OpenFPGA-GenAPIv0.4.pdf

EDIT3:

forse il mio discorso è risultato confuso perchè ho parlato di compilazione, mentre effettivamente è più corretto parlare di generazione di netlists con VHDL.
Bellaz8930 Marzo 2014, 18:12 #6
riguardanti OpenCL ed Altera assumono che l'architettura della FPGA sia già definita


Non penso, almeno a vedere dalla pagina e dalla presentazione:

A typical OpenCL application consists of a host program and OpenCL kernel functions. The host program is standard software written in C in which any standard C compiler, such as Microsoft Visual studio or GCC, can compile. The kernel functions are written in OpenCL C. The Altera SDK for OpenCL provides a compiler to compile these kernel functions into an FPGA image that can be run on a single or multiple FPGAs, on a single or multiple boards, to meet your real-time performance requirements.
Bellaz8930 Marzo 2014, 18:22 #7
ci siamo capiti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^