Intel Core di 12a generazione Alder Lake: problemi con i videogiochi completamente risolti

Intel Core di 12a generazione Alder Lake: problemi con i videogiochi completamente risolti

Intel ha azzerato la lista dei videogiochi problematici a causa del DRM incompatibile con la nuova architettura ibrida Alder Lake. Un lavoro che le ha richiesto due mesi e che termina proprio quando la nuova serie sta per raggiungere il mercato con modelli per tutte le fasce di prezzo.

di pubblicata il , alle 06:11 nel canale Processori
Alder LakeCoreIntelgaming hardware
 

Intel si è lasciata completamente alle spalle il problema del DRM incompatibile di alcuni titoli con la nuova architettura ibrida dei processori Alder Lake (Core di 12a generazione).

Già a inizio dicembre le incompatibilità erano state quasi del tutto risolte, ma sulla lista nera erano rimasti tre titoli come Assassin's Creed: Valhalla, Fernbus Simulator e Madden 22. Adesso, se ci si reca sulla pagina del bollettino associato, si legge questo messaggio:

"Intel ha risolto il problema del DRM sui processori Intel Core di 12a generazione che portava i giochi a crashare o non caricarsi su Windows 11 e/o Windows 10 lavorando con i publisher dei giochi e Microsoft. In questo momento, tutti i giochi originariamente identificati come affetti da questo problema del DRM sono stati sistemati tramite patch di gioco o aggiornamenti del sistema operativo".

"Se avete problemi con un sistema operativo Windows precedente, avviate Windows Update e scaricate gli ultimi aggiornamenti per risolvere il problema. Insieme alle patch dei giochi, gli aggiornamenti più recenti per Windows 11 e Windows 10 hanno risolto la maggior parte dei problemi DRM".

Il problema di cui parliamo era molto semplice: alcuni DRM non gestivano correttamente la doppia architettura dei nuovi processori. Gli E-core, infatti, venivano visti come un altro sistema e di conseguenza il gioco andava in crash o non si avviava. La soluzione era quella di mettere in standby gli E-core, facendo sì che i titoli girassero solo sui P-core. Intel aveva messo a punto un "workaround" per farlo "alla bisogna", ma alcune aziende come Gigabyte hanno pubblicato dei tool meno complicati, capaci di fare la stessa cosa con un singolo click, senza richiedere l'ingresso nel BIOS e procedure complicate per i neofiti.

La risoluzione totale del problema arriva proprio nei giorni in cui Intel ha presentato l'intera gamma Alder Lake per i PC desktop con processori per ogni fascia di prezzo e necessità, ampliando quindi il potenziale pubblico interessato all'acquisto.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^