Intel, accordi con il governo federale su chip neuromorfici e tecnologie di packaging

Intel, accordi con il governo federale su chip neuromorfici e tecnologie di packaging

Il governo federale degli Stati Uniti punta su Intel per studiare il nuovo "calcolo neuromorfico" e produrre nuovi chip eterogenei per la Difesa basati sulle emergenti e promettenti tecnologie di packaging.

di pubblicata il , alle 08:11 nel canale Processori
Intel
 

Intel, tramite sussidiaria Intel Federal, ha siglato un accordo di tre anni con i Sandia National Laboratories (Sandia) che consentirà al governo federale di esplorare le capacità del calcolo neuromorfico nella risoluzione di problemi di grande portata. I Sandia National Laboratories fanno capo al Dipartimento dell'Energia statunitense "e si occupano di questioni di sicurezza nazionale per conto della National Nuclear Security Administration. Il loro obiettivo principale è sviluppare e testare i componenti non nucleari delle armi nucleari", riporta Wikipedia.


Ricercatore dei Sandia National Laboratories esamina le schede basate sui chip Intel Loihi.

I laboratori federali inizieranno quindi a svolgere diverse ricerche nell'impianto di Albuquerque, New Mexico, usando un sistema basato su innumerevoli processori Intel Loihi in grado di mimare, complessivamente, l'azione di 50 milioni di neuroni. I chip Loihi si ispirano al cervello umano e per questo possono elaborare determinati processi impegnativi fino a 1.000 volte più velocemente e in maniera 10.000 volte più efficiente rispetto ai processori convenzionali. Dopo una prima fase, la collaborazione dovrebbe proseguire sfruttando non solo i futuri chip neuromorfici di Intel, ma anche un sistema che potrebbe superare la capacità di calcolo di oltre 1 miliardo di neuroni. L'obiettivo è quello di applicare il nuovo tipo di architettura, che si è dimostrata efficace in specifici casi d'uso (come "odorare sostanze chimiche"), nella risoluzione di problemi molto più grandi e complessi.

Leggi anche: Il sistema neuromorfico di Intel tocca i 100 milioni di neuroni, come il cervello di un piccolo mammifero

"Tramite questa collaborazione, Intel e Sandia sperano di far avanzare la ricerca nel calcolo neuromorfico per capire dove questi sistemi sono più efficaci e come possono fornire valore nel mondo reale. Inoltre, lo sforzo congiunto dovrebbe aiutare a comprendere meglio come le tecnologie emergenti, come il calcolo neuromorfico, possano essere uno strumento per affrontare alcune delle sfide scientifiche e ingegneristiche più urgenti del paese tra cui il calcolo scientifico, l'antiterrorismo, l'energia e la sicurezza nazionale", si legge in una nota.

Quello sul calcolo neuromorfico non è però l'unico accordo siglato da Intel con il governo federale. Il Dipartimento della Difesa ha infatti attribuito a Intel Federal la "seconda fase del suo programma State-of-the-Art Heterogeneous Integration Prototype (SHIP)".


Fab 42 di Ocotillo, Arizona

Il programma SHIP consente al governo di accedere alle capacità di packaging eterogeneo dei semiconduttori di Intel in Arizona e Oregon per avvantaggiarsi delle capacità produttive e ingegneristiche dell'azienda al fine di produrre i chip destinati al settore militare e della difesa. Tramite il programma SHIP, i chip messi a punto dalla Difesa USA saranno integrati con le soluzioni di Intel - FPGA, CPU e altro - per creare prodotti eterogenei in grado di rispondere a specifiche necessità.

L'accesso alle tecnologie di packaging e alle linee produttive di Intel consentirà di produrre singolarmente i vari chip per poi integrarli in un package affinché funzionino di concerto: questo nuovo modo di progettare i chip permette di aumentare le prestazioni e contenere i consumi. Tramite il programma SHIP il Dipartimento della Difesa avrà accesso a tecnologie come multi-die interconnect bridge (EMIB), 3D Foveros e Co-EMIB di cui potete approfondire i dettagli in questo articolo.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski05 Ottobre 2020, 12:08 #1
Elon Musk ha fatto scuola. Come fregare soldi al governo

"mimare 50 milioni di neuroni"...ma dove? se ancora non sappiamo come funziona veramente un neurone!!

sarebbe ora di smontare questa panzana del "works like the brain"...le reti neurali sono giganteschi modelli probabilistici, niente di più e niente di meno
LMCH05 Ottobre 2020, 23:38 #2
Originariamente inviato da: pabloski
Elon Musk ha fatto scuola. Come fregare soldi al governo


Musk è un pivellino a confronto. È roba che fanno da decenni, si tratta di aiuti di stato mascherati.
Basta pendare alle leggi speciali per i costruttori di auto nazionali (es.: in USA i SUV sono equiparati a furgoni e camioncini, che possono inquinare molto di più delle auto normali, allo stesso tempo c'è una legge che impone dazi su ... furgoni e camioncini prodotti al di fuori del NAFTA), alle agevolazioni per i produttori di aerei (la Boeing è in grossi guai per aver giocato troppo al risparmio con i 737-max e guardacaso il Pentagono decide molto velocemente che gli servono 144 Boeing F-15EX per rimpiazzare i vecchi F-15C) e molte altre cose simili in praticamente tutti i settori.
pabloski06 Ottobre 2020, 12:29 #3
Originariamente inviato da: LMCH
Basta pendare alle leggi speciali per i costruttori di auto nazionali


Oddio, quelli per qualche strana ragione, sono foraggiati in tutto il mondo. Non ho francamente capito il perchè.

Originariamente inviato da: LMCH
alle agevolazioni per i produttori di aerei (la Boeing è in grossi guai per aver giocato troppo al risparmio con i 737-max e guardacaso il Pentagono decide molto velocemente che gli servono 144 Boeing F-15EX per rimpiazzare i vecchi F-15C) e molte altre cose simili in praticamente tutti i settori.


Ma Boeing è l'equivalente di Google + Apple + Microsoft nel mondo dell'aviazione. Se guardi su Flightradar24, noterai che una valanga di aerei sono Boeing.

Perdere Boeing, significa perdere il dominio del mercato dell'aviazione civile.
cdimauro12 Dicembre 2020, 22:16 #4
Originariamente inviato da: pabloski
Elon Musk ha fatto scuola. Come fregare soldi al governo

Non credo che Intel ne abbia bisogno, visto il fatturato, e commesse come queste invece possono arrivare all'ordine di qualche decina di milioni di dollari.
"mimare 50 milioni di neuroni"...ma dove? se ancora non sappiamo come funziona veramente un neurone!!

https://www.treccani.it/enciclopedia/tessuto-nervoso/
sarebbe ora di smontare questa panzana del "works like the brain"...le reti neurali sono giganteschi modelli probabilistici, niente di più e niente di meno

https://www.treccani.it/enciclopedia/rete-neurale

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^