In crescita il terzo trimestre 2005 di Intel

In crescita il terzo trimestre 2005 di Intel

Il produttore americano chiude con ottimi risultati il terzo trimestre dell'anno, sfiorando i 10 miliardi di dollari USA di fatturato

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:54 nel canale Processori
Intel
 

Risultati in forte crescita quelli registrati da Intel nel corso del terzo trimestre del 2005; il volume complessivo delle vendite è stato pari a 9,96 miliardi di dollari USA, con una crescita di circa l'8% sia rispetto al trimestre precedente che allo stesso periodo del 2004.

Impressionanti, nel complesso, gli utili netti, pari a 2 miliardi di dollari; in questo caso si tratta di un incremento del 5% rispetto allo stesso periodo del 2004, e inferiore del 2% rispetto al trimestre precedente. Il risultato del periodo sconta tuttavia costi addizionali per 140 milioni di dollari, dovuti ad un accordo legale intercorso tra Intel e MicroUnity Inc. per la violazione di alcuni brevetti.

Interessante segnalare come Paul Otellini abbia menzionato l'inizio della foritura di processori costruiti con processo produttivo a 65 nanometri; queste cpu dovrebbero debuttare, sia per sistemi desktop che mobile, a partire dal primo trimestre del prossimo anno.

Di seguito il comunicato stampa ufficiale rilasciato da Intel:

Assago (Milano), 19 ottobre 2005 - Intel Corporation ha reso noto il fatturato del terzo trimestre del 2005, che ha raggiunto il valore record di 9,96 miliardi di dollari, valore superiore del 18 per cento rispetto al terzo trimestre del 2004 e superiore dell'8 per cento rispetto al trimestre precedente.

Il risultato operativo caratteristico per il terzo trimestre è stato di 3,1 miliardi di dollari, valore superiore del 31 per cento rispetto al terzo trimestre del 2004 e superiore del 17 per cento rispetto al trimestre precedente, e comprende l'impatto di un accordo legale descritto di seguito. Per il terzo trimestre, gli utili netti sono stati di 2 miliardi di dollari, valore superiore del 5 per cento rispetto al terzo trimestre del 2004 e inferiore del 2 per cento rispetto al trimestre precedente. Gli utili per azione (EPS) sono stati di 32 centesimi di dollaro, superiori del 7 per cento rispetto ai 30 centesimi del terzo trimestre del 2004 e inferiori del 3 per cento rispetto ai 33 centesimi del secondo trimestre 2005. Gli utili netti e gli utili per azione del terzo trimestre tengono conto di un accordo legale e di aspetti fiscali discussi di seguito.

"Nel terzo trimestre abbiamo raggiunto record assoluti nel fatturato aziendale e nelle forniture in tutte le principali linee di prodotto", ha dichiarato Paul Otellini, President e CEO di Intel. "L'esecuzione della rampa produttiva è rimasta sostenuta, abbiamo lanciato la nostra nuova piattaforma server dual-core prima del previsto e abbiamo inoltre iniziato la fornitura di microprocessori realizzati con la nostra tecnologia di processo a 65 nm leader del settore. La combinazione della nostra rete produttiva a 65 nm, dell'ampia gamma di nuovi processori dual-core e dell'esclusiva capacità di fornire soluzioni a livello di piattaforma ci colloca in una buona posizione per la continua crescita".

Nel corso del mese di ottobre, Intel e MicroUnity Inc. hanno raggiunto un accordo legale che risolve un caso di violazione di brevetti e garantisce alcuni diritti ai clienti Intel. In base a tale accordo, Intel darà 300 milioni di dollari a MicroUnity. Intel ha registrato un costo preliminare di 140 milioni di dollari nel costo delle vendite del terzo trimestre, che ha determinato una riduzione degli utili per azione di circa 2 centesimi di dollaro. I restanti 160 milioni di dollari rappresentano il valore di risorse di proprietà intellettuale che verranno ammortizzate in 10 anni circa. La società prevede di finalizzare la contabilità prima di depositare il Form 10-Q per il terzo trimestre.

Come discusso nel Mid-Quarter Business Update dell'8 settembre, i risultati Intel per il terzo trimestre comprendono l'impatto di un aumento di tasse di circa 250 milioni di dollari, equivalente a 4 centesimi per azione, legato alla decisione di far rientrare reddito accumulato all'estero in base all'American Jobs Creation Act (Jobs Act). Il risultati dell'azienda per il terzo trimestre 2004 comprendevano un adeguamento fiscale che ha comportato un aumento degli utili per azione di 3 centesimi di dollaro. I risultati dell'azienda per il secondo trimestre 2005 comprendevano un adeguamento fiscale che ha comportato un aumento degli utili per azione di 2 centesimi di dollaro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
serpone20 Ottobre 2005, 09:17 #1
---
sirus20 Ottobre 2005, 09:28 #2
il mio Pentium M LV 1.83GHz è sempre più vicino dovrò solo trovare un portatile che lo usa
MaxArt20 Ottobre 2005, 10:33 #3
Attenzione, ciò non vuol dire che abbia guadagnato quote di mercato. Dovremmo vedere quali sono i risultati di AMD.
aLLaNoN8120 Ottobre 2005, 11:43 #4
Originariamente inviato da: serpone
---

[OT ON]utilità del tuo post?[OT OFF]
chemako_8720 Ottobre 2005, 12:19 #5
Originariamente inviato da: aLLaNoN81][OT ON]utilità

[ot] credo sia l'equivalente di "primo" [/ot]
prova20 Ottobre 2005, 12:20 #6
Originariamente inviato da: aLLaNoN81][OT ON]utilità


Nessuna. Se tutti gli altri suoi 13 post sono altrettanto idioti, propongo il ban per manifesta inutilità di questo individuo ...
FEDERAZIONE20 Ottobre 2005, 20:57 #7
molto interessante.
9.96 $ miliardi ehmmm

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^