IBM realizza il più veloce transistor in grafene

IBM realizza il più veloce transistor in grafene

I ricercatori di BigBlue hanno sperimentato l'operatività ad elevata frequenza di un transistor costruito con un materiale diverso dal silicio

di pubblicata il , alle 16:44 nel canale Processori
IBM
 

I ricercatori IBM hanno annunciato di aver sperimentato il funzionamento di un transistor FET realizzato in grafene ed operante a frequenze nell'ordine dei gigahertz, raggiungendo così la maggiore frequenza operativa di un transistor costruito con materiale diverso dal silicio.

Come già abbiamo avuto modo di discorrere in passato, il grafene è un materiale derivato dalla grafite e consiste in una sorta di "foglio" costituito da un singolo strato di atomi di carbonio con una struttura a nido d'ape. Grazie alle sue particolari proprietà fisiche, il grafene ha riscosso molto interesse tra i laboratori di ricerca e sviluppo per la realizzazione di transistor che superassero i limiti fisiologici imposti dal silicio.

La ricerca è stata condotta presso il T.J. Watson Research Center di IBM; uno dei ricercatori coinvolti nel progetto ha dichiarato: "L'integrazione di nuovi materiali nelle operazioni di miniaturizzazione dei transistor rappresenta il motore del miglioramento prestazionale della prossima generazione di processori".

La frequenza operativa di un transistor è determinata dalla sua dimensione e dalla velocità con la quale gli elettroni si spostano al suo interno: ciò spiega anzitutto per quale motivo nell'industria vi sia questa irrefrenabile corsa alla miniaturizzazione dei transistor in silicio. Un aspetto chiave del grafene si trova nell'elevata velocità con la quale gli elettroni possono muoversi all'interno di essa, permettendo così la realizzazione di transistor ad elevate prestazioni.

La realizzazione, da parte dei ricercatori IBM, di un transistor FET in grafene in grado di operare a frequenze nell'ordine dei GHz, ha inoltre permesso di scoprire quale fosse il comportamento del transistor di grafene a seguito della riduzione delle sue dimensioni. In particolare i ricercatori sono stati in grado di ottenere una frequenza operativa di 26GHz con un transistor di grafene caratterizzato da un gate di 150 nanometri.

Il miglioramento dei materiali impiegati per la realizzazione del gate dei transistor in grafene permetterà di incrementare ulteriormente le prestazioni. Le possibilità di sviluppo dovrebbero consentire di realizzare transistor in grafene con gate delle dimensioni di 50nm e frequenza operativa nell'ordine dei terahertz.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zak8422 Dicembre 2008, 16:47 #1
Solo un commento:
Automator22 Dicembre 2008, 16:51 #2
apperò.... per un altro po' di tempo siamo apposto dunque
Obi 2 Kenobi22 Dicembre 2008, 16:55 #3
Originariamente inviato da: Zak84
Solo un commento:


Quoto
jaNo74422 Dicembre 2008, 17:04 #4
Terahertz... quasi nn riesco a pronunciarlo
5h@d0w0422 Dicembre 2008, 17:04 #5
complimenti alla signora .
e allo staff.

ora tutto sta a far si che piano piano vengano sostituiti a quelli classici ,,
DanieleG22 Dicembre 2008, 17:06 #6
Risultati da laboratorio
Voglio vedere i consumi
el-mejo22 Dicembre 2008, 17:09 #7
Occhio che il test si riferisce ad un singolo transistor: ga quì a produrre un chip tipo gx200 con 1miliardo e mezzo di transistor funzionante a queste frequenze ce ne vule (SE' sara possibile produrlo in volumi...)
giovannifg22 Dicembre 2008, 17:22 #8
... senza parole...
In effetti sarebbe interessante sapere dei consumi e delle temperature d'esecizio... Altrochè sistema a liquido, bisognerà usare l'azoto!
SwatMaster22 Dicembre 2008, 17:23 #9
Terahertz? Tsk, il mio procio va a 3Phz.


A parte questo....
demon7722 Dicembre 2008, 17:25 #10
Vaca logia...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^