IBM: dimostrazione di un transistor in grafene da 100GHz

IBM: dimostrazione di un transistor in grafene da 100GHz

IBM ha realizzato un transistor in grafene caratterizzato dalla più elevata frequenza di cut-off mai raggiunta prima d'ora

di pubblicata il , alle 15:52 nel canale Processori
IBM
 

Un gruppo di ricercatori di IBM Research ha recentemente pubblicato su Science la dimostrazione della realizzazione di un transistor in grafene a radio frequenza con una frequenza di cut-off di 100 miliardi di cicli al secondo (100 GHz), la più elevata mai raggiunta fino ad ora.

Questo risultato rappresenta un traguardo chiave per il programma Carbon Electronics for RF Applications (CERA), fondato dal DARPA - Defense Advanced Research Projects Agency- allo scopo di supportare lo sviluppo della prossima generazione di dispositivi di comunicazione.

L'elevata frequenza record è stata raggiunta grazie all'impiego di grafene fatta crescere in maniera epitassiale su tutta la superficie del wafer, utilizzando tecnologie di processo compatibili con quelle impiegate nella produzione di dispositivi di silicio avanzati.

T.C. Chen, vicepresidente della divisione Science and Technology, IBM Research, ha dichiarato: "Un vantaggio chiave della grafene è rappresentato dall'elevata mobilità degli elettroni, caratteristica essenziale per realizzare la prossima generazione di transistor ad elevate velocità e prestazioni. Il traguardo che abbiamo raggiunto dimostra chiaramente che la grafene può essere utilizzata per realizzare dispositivi ad elevate prestazioni e circuiti integrati".

La grafene è uno strato di carbonio dello spessore di appena un atomo legato in una struttura sagonale simile ad un nido d'ape. Questa forma di carbonio bidimensionale è caratterizzato da proprietà ottiche, termiche e meccaniche uniche, le cui applicazioni tecnologiche saranno presto esplorate con grande attenzione.

Wafer di grafene uniformi e di alta qualità sono stati sintetizzati dalla decomposizione termica di un substrato di carburi di silicio (SiC). Il transistor di grafene stesso utilizza un'architettura metal top-gate e un nuovo isolante di gate che prevede l'impiego di un polimero e un ossido ad elevata costante dielettrica.

La lunghezza del gate è di 240 nanometri, una caratteristica che lascia ampio spazio ad ottimizzazioni future semplicemente riducendo la lunghezza del gate. A tal proposito è interessante sottolineare come la frequenza di cut-off raggiunta in questa dimostrazione sia superiore, a parità di lunghezza del gate, alla frequenza di cut-off ottenuta con i migliori transistor prodotti in maniera tradizionale, che arriva ad essere di 40GHz.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

69 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
BiG_BaBoL08 Febbraio 2010, 15:56 #1
Diavolo 100 Ghz...Come cavolo la dissipano tt quella potenza?
AMD8808 Febbraio 2010, 16:01 #2
l'hz non è mica una misura di potenza... parliamo di frequenze...
BiG_BaBoL08 Febbraio 2010, 16:04 #3
Si scusa mi sono espresso male...Certo però ke per far lavorare un transistor a quelle frequenze lì, insomma, dovrà prenderla (e in parte dissiparla) un pòpò di potenza. No?
floc08 Febbraio 2010, 16:07 #4
figlio di netburst, non e' detto quantomeno non e' detto che debbano esserci in gioco potenze tali da porre la dissipazione al prmo posto tra i problemi da affrontare
Ratatosk08 Febbraio 2010, 16:09 #5
[B][SIZE="5"]LA[/SIZE][/B] grafene?
Opteranium08 Febbraio 2010, 16:09 #6
è poco più di un singolo strato di atomi... non penso abbia tanta energia in gioco
Opteranium08 Febbraio 2010, 16:10 #7
eppoi è UN transistor
Darkon08 Febbraio 2010, 16:10 #8
Campa cavallo.....

In parole povere.... forse fra 10 anni...
pabloski08 Febbraio 2010, 16:11 #9
la resistenza al passaggio degli elettroni è decisamente minore rispetto al silicio e come dice Opteranium si tratta di un singolo strato di atomi

le potenze in gioco sono di migliaia di volte inferiori a quelle attuali e essendo bassa la resistenza molto meno calore viene dissipato a parità di potenza

dav1deser08 Febbraio 2010, 16:13 #10
Originariamente inviato da: BiG_BaBoL
Diavolo 100 Ghz...Come cavolo la dissipano tt quella potenza?


Be' un nanotubo di carbonio (un foglio di grafene arrotolato a cilindro) può in alcuni condizioni mostrare il fenomeno do conduttività balistica, cioè il passaggio di elettroni non causa alcun riscaldamento del materiale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^