Guida sulla corrosione negli impianti

Guida sulla corrosione negli impianti

Pubblicato un interessante articolo che fornisce numerose informazioni in merito alla corrosione che avviene nei circuiti di raffreddamento a liquido.

di pubblicata il , alle 08:57 nel canale Processori
 
Sul sito Hw-vault.com è stato pubblicato a questo indirizzo un interessante articolo riguardo la corrosione degli impianti di raffreddamento a liquido: il loro abbinamento con materiali diversi come rame, alluminio, argento, nichel, etc, può infatti portare a particolari reazioni elettrochimiche, cioè alla loro corrosione.



Come spiegato dall'articolo, i metalli divengono il catodo (polo negativo) e l'anodo (polo positivo) di una vera e propria pila chimica; il liquido rappresenta invece l'elettrolita che permette lo scambio di ioni: il passaggio di elettroni che vi sarà a circuito chiuso porterà poi alla reazione di corrosione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Poix8103 Maggio 2003, 09:19 #1
dovrebbe essere una reazione di ossidoriduzione
Gekker03 Maggio 2003, 09:37 #2

una mega pila?
style4903 Maggio 2003, 10:08 #3
perchè ossidoriduzione?
o si ossida o si riduce
in questo casi credo si ossida
cionci03 Maggio 2003, 10:22 #4
Si ossida il rame...si riduce l'ossigeno presente nell'aqua...
AudioDE03 Maggio 2003, 10:34 #5
si chiama ossidoriduzione una qualsiasi reazione chimica in cui un elemento acquista o perde uno o più elettroni. Si chiama ossidazione l' acquisto di un elettrone da parte di un metallo e riduzione la sua perdita. Nel caso di aluminio e rame, uno si ossida e l' altro si riduce...
ma sinceramente quella reazione mi sembra più una ossidazione del rame data dall' acqua, del tutto normale e una corrosione dell' alluminio sempre data dall' acqua (i due metalli non sono a contatto, essendo separati dall' O-ring, in caso contrario sarebbero ossidate anche le parti non a contatto con l' acqua ma con contatto reciproco tra i metalli). Infatti per il raffreddamento di motori in alluminio si devono utilizzare, oltre che acqua distillata, anche particolari additivi che non consentano all' acqua di erodere l' alluminio.
Tutto sommato non ci vedo nulla di nuovo e prima o poi mi aspettavo una notizia del genere.
Per non avere quelle reazioni basta, come detto prima, utilizzare H2O distillata e un po' di additivo """antigelo""" che si usa nei motori delle moto.
Freeride03 Maggio 2003, 11:12 #6
Originally posted by "AudioDE"

i due metalli non sono a contatto, essendo separati dall' O-ring, in caso contrario sarebbero ossidate anche le parti non a contatto con l' acqua ma con contatto reciproco tra i metalli.


I bulloni chiudono il circuito, la corrosione avviene solo nelle parti bagnate dall'elettrolita.
karozza03 Maggio 2003, 12:06 #7
ragazzi...che mi dite delle viti evidentemente arruginite che chiudono il waterblock.queste NON sono a contatto con il liquido!?!?!
willyx03 Maggio 2003, 12:21 #8

Trovato!

Ho trovato la soluzione, invece di mettere additivi o aggiunte del genere, per fare un vero sistema WB che non si corrode, basta farlo tutto in ORO!Semplicemente geniale...
Gekker03 Maggio 2003, 13:01 #9
hahhahahah....
tutto in oro!
come quello di Saddam!
hahahahahah
Klontz03 Maggio 2003, 13:26 #10

un pò di chiarezza

Un metallo si dice ossidato, o che cmq ha subito un'ossidazione.. quanto perde elettroni. Al contrario, quando li prende, esso si riduce. Nelle reazioni di ossidoriduzione esiste SEMPRE un elemento ossidante ed un riducente, di conseguenza la reazione chimica prevede la formazione di una specie ossidata ed una ridotta,. In altre parole, se c'è una specie chimica che prende elettorni, ci deve essere per forza di cose anche un'altra specie chimica che li fornisce, e viceversa. Nel caso dell'ossidazione del WB, è l'acqua che svolge l'azione di ossidante nei confronti del rame, quelle incrostazioni azzurrine che si vedono nella foto.. è rame ossidato. L'alluminio non si ossida, o melgio, in realtà si ossida... ma l'ossido di alluminio forma una sorta di pellicola sulla superficie del metallo stesso, protegenndolo da ulteriore ossidazione, inoltre questa pellicola di ossido di alluminio (grigio scuro) è molto solida ed aderisce bene alla superficie dell'alluminio metallico, a differenza dell'ossido di rame che invece si sgretola.
Gli additivi tipo "antigelo" che si mettono nei radiatori delle macchine o delle caldaie. hanno altre funzioni, antigelante appunto ;-) (il famoso Paraflu).
Per evitare l'ossidazione del rame si mettono altri tipi di additivi.. o meglio ancora un "anodo sacrificale".. che consiste in un metallo (Zinco solitamente) che si ossida al posto del metallo da proteggere (rame in questo caso). L'anodo sacrificale va legato in qualche modo alla superficie della placca di rame, non credo sia necessario inserirlo nella parte a contatto con l'acqua, si può mettere anche sulla superficie esterna del WB.. tanto gli elettroni fluiscono cmq.

Bye All

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^