Globalfoundries e le ambizioni di ATIC

Globalfoundries e le ambizioni di ATIC

Secondo posto nel mercato semiconduttori nel giro di due anni e una fabbrica di produzione nell'emirato di Abu Dhabi nel giro di quattro anni: queste le mire di ATIC

di pubblicata il , alle 16:17 nel canale Processori
 

Globalfoundries diventerà il secondo più grande produttore contract di semiconduttori nel giro di due anni e Abu Dhabi avrà la propria fabbrica di semicodnuttori in quattro anni, ha dichiarato il presidente di Advanced Technology Investment Company (di seguito ATIC).

"Dateci circa quattro anni e vedrete la prima fabbrica di semiconduttori ad Abu Dhabi" ha dichiarato Waleed Al Mokarrab Al Muhairi, presidente di ATIC e Chief Operating Officer di Mubdala Investment. Il dirigente ha fatto sapere che l'Emirato lavorerà a stretto contatto con il Massachussets Institute of Technology allo scopo di poter disporre delle risorse necessarie per poter costruire un'adeguata infrastruttura per lo sviluppo: Abu Dhabi segue infatti il progetto di poter arrivare ad impiegare una forza lavoro di ben 40 mila persone nell'industria dei semiconduttori entro il 2030. "Abbiamo bisogno di progettisti, ingegneri di processo e scienziati dei materiali, e li avremo" sono state le parole di Al Muhairi.

Il passaggio obbligato prima della realizzazione della fabbrica di produzione di semiconduttori è il rafforzamento della posizione di mercato di Globalfoundries, che attualmente può controllare solamente una porzione limitata delle quote di mercato. I piani per il futuro sono comunque incoraggianti: non dimentichiamo che la compagnia è prossima a condurre in porto l'assorbimento delle attività di Chartered Semidconductor e che entro il 2012 verranno ultimati i lavori di realizzazione della Fab 2 presso il Luther Forest Technology Campus nella Contea di Saratoga nello Stato di New York.

Muahiri è convinto che questo cammino porterà Globalfoundries ad occupare il secondo posto tra i produttori di semiconduttori: "Il nostro obiettivo è quello di competere testa a testa con TSMC. Siamo convinti che la maggior parte delle altre fonderie andranno scomparendo nel corso degli anni. Vogliamo competere con Intel".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
g.luca86x10 Novembre 2009, 16:22 #1
progetto ambizioso ma molto interessante! Metterei la firma per andare a lavorare ad abu dhabi! E' la versione ampliata e migliorata del lavorare al centro ricerche st di Taormina: ottimi posti di villeggiatura...
Dcromato10 Novembre 2009, 16:23 #2
con tutta la sabbia che c'è quanto silicio
alesc10 Novembre 2009, 16:28 #3
I soldi di certo non gli mancano, e se smettono di farsi le macchine ricoperte di Platino e cominciano ad investire seriamente diranno decisamente la loro in futuro.
Sapete, chi ci va a lavorare (dall'estero) il primo mese si lamenta molto per il caldo insopportabile....poi, visto il primo stipendio, si ambienta subito!
homero10 Novembre 2009, 16:38 #4
una cosa sono i sistemi di produzione altri i sistemi di sviluppo...
L'emiro questo forse non lo ha ancora capito....


pensa di competere con intel...invece dovrebbe dire vorrei competere con IBM...
è infatti quest'ultima il principale sviluppatore di tecnologie legate alla produzione di componenti elettronici per il calcolo computazionale...
Severnaya10 Novembre 2009, 16:54 #5
a me queste visioni a lungo termine mi hanno sempre fatto storcere il naso... tanto fumo e niente arrosto...
g.luca86x10 Novembre 2009, 16:57 #6
penso si riferisca ad amd, vista la loro quota azionaria, ed è intel l'avversario...
supertigrotto10 Novembre 2009, 17:00 #7

eh gli arabi!

Ultimamente stanno facendo molti investimenti a lungo termine in settori mirati,anche quelli della produzione di energia alternativa ( prima o poi il petrolio finisce e loro vorrebbero essere al primo posto nelle energie alternative future).
Mentre gli imprenditori occidentali vogliono tutto e subito,non pensando al futuro lontano ma a quello a breve,quelli orientali investono in attività che remunereranno molto più in la con gli anni.
Da un certo punto di vista,hanno ragione,il tutto e subito provoca oscillamenti dei mercati con elevate speculazioni,indovinate un po' da dove arte la crisi?
Da come la vedo io,dal tutto e subito.........
anac10 Novembre 2009, 17:29 #8
@supertigrotto : e' facile fare investimenti a lungo termine quando hai montagne di soldi da spendere fatto vendendo il petrolio a caro prezzo

spero che falliscano tanto dopo sganciano ancora soldi e rifanno la societa' :P
cionci10 Novembre 2009, 17:47 #9
Originariamente inviato da: homero
una cosa sono i sistemi di produzione altri i sistemi di sviluppo...
L'emiro questo forse non lo ha ancora capito....


pensa di competere con intel...invece dovrebbe dire vorrei competere con IBM...
è infatti quest'ultima il principale sviluppatore di tecnologie legate alla produzione di componenti elettronici per il calcolo computazionale...

Ma cosa c'entra scusa ?
Una cosa sono le fonderie, un'altra chi provvigiona il lavoro alle fonderie. IBM non ha fonderie su larghissima scala, ha però fonderie di ricerca, per la propria serie Power e per qualche altro IC. Non è nemmeno fra i top 20.
Tra l'altro il rapporti fra Globalfoundries e IBM sono più che buoni, visto che molte tecnologie sviluppate da IBM sono messe in pratica su larga scala proprio da Globalfoundries (vedi SoI).
Pier220410 Novembre 2009, 18:58 #10
Dal petrolio alla conquista del mondo: l'economia araba si espande negli Usa e in Europa comprando di tutto. Quali conseguenze?.

http://www.businessonline.it/1/Econ...-nel-mondo.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^