Gigabyte, un tool per far girare i giochi con DRM problematico sui sistemi Intel Alder Lake

Gigabyte, un tool per far girare i giochi con DRM problematico sui sistemi Intel Alder Lake

Gigabyte ha creato un tool che consente ai possessori delle sue motherboard Z690 di aggirare, con un click, il problema del DRM di alcuni giochi che non riconosce la nuova architettura ibrida delle CPU Intel Alder Lake.

di pubblicata il , alle 09:21 nel canale Processori
GigabyteCoreIntelAlder Lake
 

Gigabyte ha reso disponibile Gigabyte DRM Fix Tool, un piccolo strumento che permette ai freschi possessori di schede madri Z690 e processori Intel Core di dodicesima generazione di giocare senza pensieri a quei titoli il cui DRM non riconosce al meglio la nuovissima architettura ibrida dei processori Alder Lake.

Come dichiarato dalla stessa Intel, alcuni DRM non gestiscono adeguatamente la doppia architettura dei nuovi processori: gli E-core, infatti, vengono visti come un altro sistema e di conseguenza il gioco (qui la lista in aggiornamento di quelli problematici) va in crash o non si avvia. Intel diffuso un workaround per aggirare il problema, ma è un po' machiavellico, di conseguenza Gigabyte ha pensato di creare un tool rapido per i possessori delle sue schede madri in grado, da Windows, di attivare (unpark) o mettere in standby (park) gli E-core alla bisogna.

Gigabyte DRM Fix Tool richiede l'ultima versione del BIOS e permette di vedere al volo lo stato degli E-core, senza richiedere installazioni complicate o passaggi ulteriori. Il tool è scaricabile da questo indirizzo.

Il sistema proposto da Intel è senz'altro meno alla portata dei neofiti: richiede di abilitare la "Legacy Game Compatibility Mode" nel BIOS e, prima di avviare il gioco problematico, di premere il tasto Bloc Scorr / Scroll Lock sulla tastiera per abilitarlo. Così facendo, gli E-core vengono messi in standby. Alla fine della partita è necessario premere di nuovo il tasto Bloc Scorr / Scroll Lock per disattivare la modalità e ripristinare il funzionamento degli E-core.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vincent1722 Novembre 2021, 09:25 #1
Interessante, devo disabilitare una parte della cpu per far funzionare un programma... maledetti DRM, rompono le scatole solo a quelli a cui non dovrebbero.
Gnubbolo22 Novembre 2021, 09:30 #2
20 anni fa l'avevamo detto che il thrusted computing avrebbe creato più problemi all'utente di quelli che risolve. voi siete contro le corporation, siete comunisti !!
egounix22 Novembre 2021, 09:39 #3
Originariamente inviato da: Gnubbolo
20 anni fa l'avevamo detto che il thrusted computing avrebbe creato più problemi all'utente di quelli che risolve. voi siete contro le corporation, siete comunisti !!


come in tutte le cose, noi avvisiamo, loro non credono, loro poi si lamentano

come gli 8ml per la manovra fiscale e tutti contenti, quando invece arriveranno 30ml di nuove tasse, noi avvisiamo, loro non credono al complottismo... e poi iniziano le lamentele
Luca P8022 Novembre 2021, 09:42 #4
Nella pagina della soluzione Intel si parla di "Legacy Game Compatibility Mode", voce presente nel BIOS (loro stessi lo chiamano così ) da attivare... quindi sapevano già che ci sarebbero stati problemi con i DRM?? Ci sono per caso degli italiani nel loro reparto R&D?
DrSto|to22 Novembre 2021, 10:02 #5
I giochi con Denuvo non andrebbero comprati.
Vincent1722 Novembre 2021, 10:25 #6
Che poi ripensandoci: disabilitare gli e-core non comporta nessuna diminuzione delle prestazioni?
KampMatthew22 Novembre 2021, 10:37 #7
Al di là di tutto non ho capito Gigabyte cosa ha creato. Ha solo cambiato interfaccia grafica ad un tool che già esisteva e che almeno io conosco da un secolo.

Link ad immagine (click per visualizzarla)
ninja75022 Novembre 2021, 12:00 #8
ma come? in altri thread si diceva che tanto oggi nessuno ha nei case alder e che quindi il problema drm è un non problema

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^