Effettivo da domani lo spin off di AMD

Effettivo da domani lo spin off di AMD

Si completa la separazione tra produzione e progettazione all'interno di AMD, mentre per il 2010 è atteso il passaggio alla tecnologia produttiva a 32 nanometri

di pubblicata il , alle 12:03 nel canale Processori
AMD
 

Nella giornata di domani verrà ufficialmente competata l'operazione di spin off della capacità produttiva di AMD all'interno di una nuova azienda specializzata nella produzione di chip per conto terzi, indicata attualmente con il nome di The Foundry Company.

Come noto AMD sarà il principale cliente di questa nuova azienda, e deterrà poco più del 34% delle azioni della nuova società con il 50% dei voti all'interno del condiglio di amministrazione. Partner societario di AMD in questa operazione è Advanced Technology Investment Co., società di proprietà del governo di Abu Dhabi.

Grazie a questa operazione AMD potrà rimuovere debiti legati alla propria capacità produttiva per circa 1,2 miliardi di dollari USA, oltre a ricevere una iniezione di capitale di 800 milioni di dollari. La rinuncia alla capacità produttiva ridurrà il numero di dipendenti di AMD di circa 3.000 persone, destinate a passare alla nuova azienda produttrice, oltre a ridurre i costi operativi di una cifra variabile da 1 a 2 miliardi di dollari su base annua, necessari per gli investimenti nelle proprie fabbriche produttive.

Dirk Meyer, CEO di AMD, ha confermato come la produzione con tecnologia produttiva a 32 nanometri inizierà attorno alla metà del prossimo anno, con passaggio in volumi non prima della fine dell'anno. Si tratta di tempistiche che rispettano il periodo di 2 anni da sempre utilizzato da AMD per il passaggio da una tecnologia produttiva alla successiva.

A titolo di confronto Intel avvierà la commercializzazione delle proprie prime cpu costruite con tecnologia produttiva a 32 nanometri per la fine del 2009, con quindi circa 12 mesi di vantaggio temporale su AMD nel passaggio alla più sofisticata tecnologia produttiva.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Severnaya02 Marzo 2009, 12:05 #1
azz :|

A titolo di confronto Intel avvierà la commercializzazione delle proprie prime cpu costruite con tecnologia produttiva a 32 nanometri per la fine del 2009, con quindi circa 12 mesi di vantaggio temporale su AMD nel passaggio alla più sofisticata tecnologia produttiva.
Phantom II02 Marzo 2009, 12:16 #2
Dodici mesi di ritardo sono parecchi. AMD avrà un bel da fare per mantenersi competitiva nei confronti di Intel.
Sylvester02 Marzo 2009, 12:19 #3
Beh AMD per ora sta investendo parecchio sui 45nm....io penso che di questa tecnologia abbiamo visto per pra pochissimo....quando verrà presentato il 845 o il 955 vediamo un pò fino a che punto AMD può competere con Intel sul segmento medio-alto (dai 300€ in giù praticamente), senza lottare con gli i7 che per ora sono un'altro pianeta...
2012comin02 Marzo 2009, 12:28 #4
Io non me intendo tanto, ma mi sembra che si stia dando un po troppo peso a questo ritardo sul nuovo processo produttivo. Io ho ancora una cpu a 90 nanometri e non sento grosse necessità di cambiare

A parte il mio giudizio personale, cmq, riconosco che nuovo passaggio produttivo significa costi ridotti (a parità di silicio saltano fuori più cpu) ma per poter passare da 45 a 32 servono investimenti e quindi il presunto vantaggio economico non è immediato. Vi riporto un passaggio di un intervista di Meyer:

"Non abbiamo mai presentato prodotti per primi con un nuovo processo produttivo. Innanzitutto, è una cosa costosa da fare. Inoltre, è stata una buona decisione di business. E, data la nostra dimensione, non riceviamo per primi i nuovi strumenti per la produzione a nanometria inferiore. Quindi, abbiamo deciso di presentare i prodotti da sei a dodici mesi dopo la prima azienda del mercato, che solitamente è Intel. Non ricaviamo un reale svantaggio da questa decisione. Le nostre architetture sono sempre molto competitive. Nei data center, la generazione a 65 nanometri dei nostri prodotti ha rivaleggiato con le soluzioni Intel a 45 nanometri".


Non mi è ben chiaro perchè gli costerebbe di più facendolo per primi... ma se questa cosa è vera allora Amd fa bene a non avere fretta. Imho
Barra02 Marzo 2009, 12:30 #5
mi stupisce molto come amd non abbia mai tentato di portare in casa la produzione di cose come chipset e schede video. Sono così diversi i processi produttivi?

Avendo ottime fab (considerate tre le migliori al mondo per resa produttiva) IMHO sarebbe stato logico, in un periodo di crisi, investire per adattare i loro prodotti alle linee produttive interne, almeno per i prodotti di fascia bassa.

So che questo è previsto nei nuovi piani di foundry company, però le cose sono andate imho troppo x le lunghe. Inoltre bisognerà vedere nel lungo periodo quando amd (e in generale il mercato IT) si riprenderà se FC sarà in grado di garantire la produzione necessaria senza penalizzare gli altri partner.
Severnaya02 Marzo 2009, 12:31 #6
prob per una questione di ricerca e primi sample, sparo a caso : O
mail9000it02 Marzo 2009, 12:43 #7
x Barra e Severnaya
la risposta è più semplice....
VOLUMI...
attualmente AMD non ha i volumi produttivi necessari per produrre tutto e proprio in relazione alla qualità delle sue fab si concentrava sulle CPU che hanno margine maggiore.
Questo secondo le mie informazioni.


x 2012comin
Come hai fatto osservare il cambio del processo produttivo riduce i costi.
Questo significa che Intel avra margini maggiori su ogni processore e che quindi potrà giocare al ribasso costringendo AMD a fare lo stesso e a ridurre i guadagni.
Guerra commerciale, pura e semplice.
gokusupersajan402 Marzo 2009, 12:46 #8
sempre in ritardo amd nei confronti di intel... azz... nelle cpu oramai ha perso molta credibilità rispetto a intel.... avanti di una vita
ghiltanas02 Marzo 2009, 12:49 #9
c'è poco da fare...paragonare intel a amd sotto molti punti di vista nn ha senso, la prima ha molte + risorse di amd..

ma in pratica amd diverrà a tutti gli effetti fabless, stile nvidia?
Luca6902 Marzo 2009, 13:16 #10
Il passaggio alla tecnologia a 32nm porta benefeci marginali agli utenti finali (forse minori consumi, ma non sempre) ma comporta un aumento di guadagno da parte del produttore. Piú i chip sono piccoli, maggiore é la resa per wafer e maggiore il profitto. Poi si dovrebbe pure ottenere un abbassamento dei prezzi, ma non é sempre cosí !!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^