Debutto a novembre per le CPU Intel Ivy Bridge-E

Debutto a novembre per le CPU Intel Ivy Bridge-E

La prossima generazione di processori Intel di fascia enthusiast, basati su architettura Ivy Bridge-E e compatibili con schede madri socket 2011 LGA, prevista solo negli ultimi mesi dell'anno

di pubblicata il , alle 08:03 nel canale Processori
Intel
 

La prossima generazione di processori Intel per sistemi desktop di fascia enthusiast, abbinati a piattaforme socket 2011 LGA, è attesa a debutto nel corso del terzo trimestre 2013. Il sito VR-Zone, a questo indirizzo, ha pubblicato alcune slide di una roadmap interna di Intel che mostra le tempistiche di lancio dei nuovi processori destinati a questi sistemi, specificando come la commercializzazione non dovrebbe comunque avvenire prima del mese di Novembre 2013.

Tali soluzioni, note con il nome in codice di Ivy Bridge-E, saranno inizialmente proposte in 3 versioni, con architetture a 6 e a 4 core, riproponendo di fatto la stessa segmentazione del mercato attualmente in corso con i processori Core i7 per sistemi socket 2011 LGA presenti a listino.

modello

Core i7-4960K Core i7-4930K Core i7-4820K
Cores 6 6 4
Threads 12 12 8
Clock 3,6 GHz 3,4 GHz 3,7 GHz
Clock Turbo 4 GHz 3,9 GHz 3,9 GHz
Cache L3 15 MB 12 MB 10 MB
TDP 130 Watt 130 Watt 130 Watt

Nel confronto con i modelli attualmente in commercio, basati su architettura Sandy Bridge-E, ritroviamo specifiche tecniche pressoché invariate fatta eccezione per la frequenza di clock di riferimento che è incrementata tra i 100 e i 200 MHz a seconda del modello.

Cambia in parte anche il controller memoria integrato: da moduli DDR3-1600 certificati ufficialmente per i modelli Sandy Bridge-E si passa con le nuove CPU Ivy Bridge-E ai moduli DDR3-1866, ferma restando l'architettura alla base di tipo quad channel.

Tra le caratteristiche di rilievo delle soluzioni Ivy Bridge-E segnaliamo l'integrazione del supporto alle nuove istruzioni che hanno debuttato con le CPU Ivy Bridge, oltre al supporto ufficiale alle specifiche PCI Express 3.0. Questi processori continueranno ad utilizzare schede madri socket 2011 LGA, modelli che dovranno venir aggiornati con un bios per assicurare piena compatibilità anche con i nuovi processori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Phenomenale02 Aprile 2013, 09:27 #1
Stavo per scrivere "buona notizia", poi ho visto il TDP sempre a 130W

Ma allora dove stà il vantaggio dei 22nm sulla fascia Extreme?
Avatar002 Aprile 2013, 09:52 #2
Che a loro gli costa meno ma tu li paghi uguale
coschizza02 Aprile 2013, 09:56 #3
Originariamente inviato da: Phenomenale
Stavo per scrivere "buona notizia", poi ho visto il TDP sempre a 130W

Ma allora dove stà il vantaggio dei 22nm sulla fascia Extreme?



che senso avrebbe ridurre il TDP in queste cpu se sono una serie nata per le alte prestazioni? hanno aumentato la frequenza e avranno un margine sensibile per l'overclock quindi è normale che il TDP non sia stato ridotto. Altrimenti cosa avresti avuto, delle cpu con magari il tdp a 95W e prestazioni uguali alla serie precedente , che senso avrebbe avuto una cpu simile ? chi mai le avrebbe comprate?
La serie extreme è nata per avere cpu ad elevate prestazioni quindi se puntavi ai consumi non è questa la fascia di cpu che devi guardare.
kuru02 Aprile 2013, 09:56 #4
Originariamente inviato da: Phenomenale
Stavo per scrivere "buona notizia", poi ho visto il TDP sempre a 130W

Ma allora dove stà il vantaggio dei 22nm sulla fascia Extreme?


Il TDP è teorico. I vantaggi sono gli stessi che ci sono stati dal passaggio tra SB e IB su fascia non extreme.
A me dispiace per il fatto che non ci siano CPU a 8 core (chissà se usciranno nuovi Xeon) mi dispiace pure che usciranno a novembre: perché fino a tale data è un po' strano che la fascia extreme resti con due architetture indietro rispetto alla fascia più bassa.
calabar02 Aprile 2013, 09:57 #5
Il vantaggio è che a parità di processo produttivo aumenta la frequenza.
Questo senza contare i piccoli miglioramenti architetturali portati da Ivy e in parte citati nell'articolo.
Oltretutto il TDP è un dato che non fornisce indicazioni sulla reale efficienza del processore, che va vista in termini di watt/task.
Pat7702 Aprile 2013, 10:06 #6
Si dovrebbero chiamare 3xxx, con questa nomenclatura sembrano Haswell Extreme.
kuru02 Aprile 2013, 10:10 #7
Originariamente inviato da: Pat77
Si dovrebbero chiamare 3xxx, con questa nomenclatura sembrano Haswell Extreme.


anche gli attuali 3xxx sembrano Ivy Extreme
paolox8602 Aprile 2013, 10:11 #8
Che peccato che ci sia tutto questo gap di tempo tra le soluzioni -E e quelle mainstream, e se con Sandy era accettabile adesso hanno accumolato un ritardo imbarazzante... Entro poco , dopo novembre, arriva Broadwell
Notturnia02 Aprile 2013, 10:49 #9
bei giocatoli ma per cambiare il mio i920 aspetto il prossimo socket mi sa..
Pat7702 Aprile 2013, 10:51 #10
Originariamente inviato da: kuru
anche gli attuali 3xxx sembrano Ivy Extreme


Ma infatti, è fatto apposta per non farli sembrare di una generazione fa.
Ma è giusto? Su questo avrei da ridire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^