Da UMC i primi chip a 45 nanometri

Da UMC i primi chip a 45 nanometri

La fonderia taiwanese UMC ufficializza la produzione dei primi prototipi di memoria SRAM con processo produttivo a 45 nanometri

di pubblicata il , alle 17:34 nel canale Processori
 

UMC, United Microelectronics Corporation, è una delle due principali fonderie taiwanesi specializzata nella produzione di componenti per vari clienti a livello mondiale. UMC ha annunciato, nella giornata di ieri, di aver costruito i primi chip SRAM funzionanti con tecnologia a 45 nanometri.

Quella della produzione di chip SRAM con nuove tecnologie produttive è un passaggio classico nello sviluppo di un nuovo processo produttivo: si tratta infatti dei chip tra i più semplici da costruire, adatti quindi alla sperimentazione con nuove tecnologie così da meglio evidenziare eventuali problemi nel processo.

La particolarità di questa nuova tecnolgia è data dall'introdurre sia nuovi materiali che nuovi processi produttivi; di conseguenza il numero di variabili che possono influenzare il buon esito del processo produttivo tende ad aumentare considerevolmente. Ad una nuova tecnologia produttiva si accompagna una riduzione della superficie dei chip a parità di numero di transistor, o la possibilità di costruire architetture più complesse senza aumentare la superficie complessiva del chip.

Alla base del positivo risultato raggiunto da UMC troviamo l'utilizzo di litografia ad immersione per i 12 layers che compongono i chip a 45 nanometri, in abbinamento a tecnologie di shallow junction, mobility enhancement techniques e ultra low-k dielectrics.

Lo scorso mese di gennaio Intel ha effettuato le prime dimostrazioni di chip SRAM costruiti con tecnologia a 45 nanometri; il produttore americano prevede di introdurre sul mercato processori costruiti con tale tecnologia produttiva nel corso del quarto trimestre 2007, quindi circa 24 mesi dopo la presentazione delle prime cpu costruite con tecnologia a 65 nanometri. AMD, invece, si appresta a presentare in queste settimane le prime cpu Athlon 64 con tecnologia a 65 nanometri, e ha annunciato l'intenzione di rendere disponibili processori con tecnologia a 45 nanometri per la metà del 2008, quindi con 18 mesi di distanza dal lancio delle cpu a 65 nanometri.

L'intero comunicato stampa rilasciato da UMC è disponibile on line a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13522 Novembre 2006, 18:08 #1
adoro lo sviluppo delle nanotecnologie
TecnoWorld822 Novembre 2006, 19:13 #2
curioso come da ora alla fine del 2007 saranno pochissime le novità tecniche nelle CPU Intel...

ci saranno solamente nuove "frequenze" nelle C2D (tra l'altro la maggior parte saranno meno potenti degli attuali top di gamma) e comunque nn superiori a 3.2Ghz circa (frequenza a cui gira tranquillamente il mio E6600). Per i quad core, fino addirittura ad inizio 2008 non ci saranno quelli su un solo die...

Beppoland22 Novembre 2006, 19:57 #3
Originariamente inviato da: al135
adoro lo sviluppo delle nanotecnologie

http://www.tmcrew.org/eco/nanotecnologia/billjoy.htm

ne siamo veramente sicuri???
NuT22 Novembre 2006, 20:20 #4
C'è un errore, CorMporation.
NuT22 Novembre 2006, 20:20 #5
Sì vabbè, l'errore l'ho fatto anche io però s'è capito spero
JohnPetrucci22 Novembre 2006, 21:29 #6
Bene, direi che sono sempre più curioso del livello max a cui si potrà spingere questa miniaturizzazione del silicio dei chip, chissà.
Yaro8622 Novembre 2006, 22:07 #7
Originariamente inviato da: Beppoland



Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.
nudo_conlemani_inTasca23 Novembre 2006, 10:28 #8
Si scende.. si scende...!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^