Da metà 2016 i processori Broadwell-E, disponibili in 4 versioni

Da metà 2016 i processori Broadwell-E, disponibili in 4 versioni

Con l'edizione 2016 del Computex di Taipei Intel presenterà i nuovi processori enthusiast per piattaforme desktop, modelli Broadwell-E: per la proposta top di gamma arriveremo a 10 core integrati

di pubblicata il , alle 16:34 nel canale Processori
IntelCore
 

Il debutto dei processori Intel della famiglia Broadwell-E, proposte destinate al segmento enthusiast del mercato dei PC desktop, è atteso per l'edizione 2016 del Computex di Taipei. Passeranno quindi poco meno di 6 mesi prima di vedere sul mercato questi processori, abbinati a schede madri dotate di chipset Intel X99.

Nuove informazioni apparse online indicano per queste CPU la disponibilità di 4 distinte versioni, con il modello top di gamma caratterizzato dall'integrazione di ben 10 core. Sarebbe questa la prima CPU Intel per sistemi desktop a mettere a disposizione 10 core, valore superato da tempo dalle CPU della famiglia Xeon destinate alle workstation grafiche e ai server.

La tabella seguente riporta quelle che dovrebbero essere le principali caratteristiche tecniche di questi processori

  Core i7 6950X Core i7 6900K Core i7 6850K Core i7 6800K
Core 10 8 6 6
Threads 20 16 12 12
Clock default 3 GHz 3,2 GHz 3,6 GHz 3,4 GHz
Clock boost 3,5 GHz 3,7 GHz 3,8 GHz 3,6 GHz
Cache L3 25 MB 20 MB 15 MB 15 MB
TDP 140W 140W 140W 140W
Listino atteso 999$ 650$ 550$ 450$

L'utilizzo dell'architettura Broadwell-E permetterà di ottenere un incremento delle prestazioni rispetto a quella Haswell-E attualmente in commercio, ma le maggiori ricadute saranno in termini di efficienza energetica grazie all'utilizzo della tecnologia produttiva a 14 nanometri. Anche per questo motivo Intel ha potuto integrare un totale di 10 core nel modello Core i7-6950X, mantenendo la frequenza di clock di default sul valore di 3 GHz con TDP sempre pari a 140 Watt quale massimo.

Tutti i processori saranno caratterizzati da moltiplicatore di frequenza sbloccato verso l'alto, così da permettere un semplice intervento in overclock. Altra caratteristica di queste CPU il memory controller quad channel di tipo DDR4, compatibile con frequenze di clock ufficiali pari a 2.133 MHz oppure 2.400 MHz; è ipotizzabile che i produttori di schede madri renderanno disponibili impostazioni per frequenze di clock della memoria di sistema che si spingeranno ben oltre questi dati, così come del resto accade con le piattaforme Haswell-E attualmente in commercio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Flying Tiger10 Dicembre 2015, 16:57 #1
Mah...continuo a non capire il senso delle due cpu "entry level" , visto che entrambe hanno la stessa cache e si presume anche le stesse lane...

Francamente 100$ in più per i 6850K in virtù della maggiore frequenza di ben 200Mhz rispetto al 6800K mi sembrano ingiustificati, anche perchè mi piacerebbe davvero sapere che differenza fanno quella manciata di Mhz in più..

macellatore10 Dicembre 2015, 17:02 #2
Chissa' se Zen riuscirà in qualche modo a competere con questi mostri

Penso di no
AleLinuxBSD10 Dicembre 2015, 17:05 #3
Se Apple decidesse di sostituire la sua linea a 4 core con l'Intel Core i7 6800K, mettendo come standard 16gb di Ram, senza incremento nei suoi prezzi, sarebbe qualcosa di interessante.

Limitandosi ad affiancarci soltanto l'Intel Core i7 6900K, tanto il resto dei modelli, sono poco interessanti.

Perché non si tratterebbe di un mero incremento di pochi punti percentuali al livello di prestazioni della sola Cpu, ma di proposte di interi sistemi hardware dalle caratteristiche più interessanti, in modo da poterne giustificare meglio il prezzo.

Nota:
Mi riferisco al Mac Pro.
gridracedriver10 Dicembre 2015, 17:13 #4
Originariamente inviato da: Flying Tiger
Mah...continuo a non capire il senso delle due cpu "entry level" , visto che entrambe hanno la stessa cache e si presume anche le stesse lane...

Francamente 100$ in più per i 6850K in virtù della maggiore frequenza di ben 200Mhz rispetto al 6800K mi sembrano ingiustificati, anche perchè mi piacerebbe davvero sapere che differenza fanno quella manciata di Mhz in più..



il senso ce l'hanno eccome, sono prezzati in base alla "qualità" del silicio, nel senso che quelli che reggono i 3.6ghz a 140 watt nei loro test interni si chiameranno 6850k, quello che non la reggono si chiameranno 6800k e gireranno a 3.4ghz def... poi per chi fa OC non ha senso ok, ma cosa dovrebbero fare buttarli o abbassargli la frequenza e cercare di venderli a meno?

per la redazione: i prezzi sono ufficiali? così fosse, beh l'8 core avrebbe il rapporto Core/Prezzo migliore dei 6700k da 400€ ed il 6 core entry level ce lo aveva già con i 22nm
illidan200010 Dicembre 2015, 17:41 #5
Originariamente inviato da: Flying Tiger
Mah...continuo a non capire il senso delle due cpu "entry level" , visto che entrambe hanno la stessa cache e si presume anche le stesse lane...

Francamente 100$ in più per i 6850K in virtù della maggiore frequenza di ben 200Mhz rispetto al 6800K mi sembrano ingiustificati, anche perchè mi piacerebbe davvero sapere che differenza fanno quella manciata di Mhz in più..



Originariamente inviato da: gridracedriver
il senso ce l'hanno eccome, sono prezzati in base alla "qualità" del silicio, nel senso che quelli che reggono i 3.6ghz a 140 watt nei loro test interni si chiameranno 6850k, quello che non la reggono si chiameranno 6800k e gireranno a 3.4ghz def... poi per chi fa OC non ha senso ok, ma cosa dovrebbero fare buttarli o abbassargli la frequenza e cercare di venderli a meno?

per la redazione: i prezzi sono ufficiali? così fosse, beh l'8 core avrebbe il rapporto Core/Prezzo migliore dei 6700k da 400€ ed il 6 core entry level ce lo aveva già con i 22nm


non c'è scritto da nessuna parte, ma secondo me il 6850k avrà più linee Pci-Express
Cooperdale10 Dicembre 2015, 18:04 #6
Cavolo, dopo anni di attesa per l'Octacore passano già a 10? Dubito riuscirò a resistere.
gridracedriver10 Dicembre 2015, 18:19 #7
Originariamente inviato da: macellatore
Chissa' se Zen riuscirà in qualche modo a competere con questi mostri

Penso di no


come spieghi il fatto che intel sia passati da 6 ad 8 core in 4 anni (2010 a 2014) e da 8 a 10 in 1 anno (2 ma 2014 a 2016 ma solo per motivi di ritardo silicio, comunque da una generazione alla successiva) ?
faccio fatica a capirlo, sul serio perché pare anche a me molto strano che Zen sia fin da subito così competitivo, sicuramente col 6 core lo sarà, ma da impesierire così tanto l'8 core...

Originariamente inviato da: illidan2000
non c'è scritto da nessuna parte, ma secondo me il 6850k avrà più linee Pci-Express


si anche
cdimauro10 Dicembre 2015, 18:22 #8
Originariamente inviato da: gridracedriver
il senso ce l'hanno eccome, sono prezzati in base alla "qualità" del silicio, nel senso che quelli che reggono i 3.6ghz a 140 watt nei loro test interni si chiameranno 6850k, quello che non la reggono si chiameranno 6800k e gireranno a 3.4ghz def... poi per chi fa OC non ha senso ok, ma cosa dovrebbero fare buttarli o abbassargli la frequenza e cercare di venderli a meno?

Anche per chi fa overclock ha senso, perché potrebbero raggiungere frequenze superiori.
tuttodigitale10 Dicembre 2015, 18:29 #9
Originariamente inviato da: macellatore
Chissa' se Zen riuscirà in qualche modo a competere con questi mostri

Penso di no


attenzione ad AMD: sono trapelate delle slide che riportano Bristol Ridge, una nuova revisione di Carrizo, con frequenze di 2,7/3,4 GHz in 15W di TDP.
Senza dilungarmi oltre al dovuto, nel test dove in assoluto l'architettura Bulldozer soffre di più, il rendering, i core excavator mostrano un ipc superiore de 25%, sia in ST che in MT, nei confronti di Piledriver.

In sintesi, AMD tra pochi mesi farà uscire una cpu quad core con potenza equivalente ad un PD quad core da 3,4/4,2GHz in 15W di TDP. Praticamente è riuscita a triplicare l'efficienza rispetto alle CPU FX da 95W (vedi 8370E)senza sacrificare le prestazioni per core e soprattutto usando i 28nm.

Carrizo, pardon Bristol ridge entra in diretta competizione con le cpu intel 14nm da 15W! (seppur queste nelle versioni i5 e i7 resteranno preferibili per le maggiori prestazioni nel ST).

Sarà un caso, se intel ha stravolto la sua roadmap, passando da 8 a 10 core per la soluzione top di gamma?

Se questo è l'antipasto di ZEN, c'è solo da essere ottimisti

EDIT
Sottolineo che non è di poco conto i miglioramenti fatti nelle soluzioni con TDP da 15W, perchè questi si ripercuono in maniera piuttosto diretta nel mercato server, nelle soluzioni che condividono le freqeuenze di clock, penso ad esempio alle cpu da 18-22 core Intel e all'opteron da 32 (secondo rumors) core ZEN. Il punto di partenza per AMD è, vedi sopra: una cpu con prestazioni pari ad una con 36 core PD da 3,4/4,2GHz.. AMD ha già recuperato 80-90% del gap, e deve ancora passare ai finfet.
cdimauro10 Dicembre 2015, 18:34 #10
Link?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^