Da Intel una nuova tecnologia per il software Single-threaded

Da Intel una nuova tecnologia per il software Single-threaded

Al momento in fase di sviluppo, Anaphase si presenta come una tecnologia capace di portare sensibili miglioramenti a tutte quelle applicazioni single thread insensibili all'incremento del numero di core

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 14:10 nel canale Processori
Intel
 

La linea di sviluppo che ha dettato i parametri di evoluzione delle CPU di ultima generazione è quella denominata multi-core: in questo senso il mercato negli ultimi anni è stato caratterizzato dalla presenza di soluzioni a 2, 3, 4 e ultimamente anche a 6 core. In questo scenario ci sono però algoritmi di determinate applicazioni software che non sono in grado di trarre vantaggi dalle architettura multi-core o da tecnologie multi-thread. In questo senso, Intel ha di recente parlato della propria tecnologia Anaphase, sviluppata per andare ad accelerare le prestazioni di software single-threaded anche su CPU con più core.

I ricercatori dei laboratori Intel di Bacellona che hanno sviluppato Anaphase hanno adottato un approccio hardware e software di tipo ibrido, per riuscire a garantire un incremento prestazionale a software single-thread anche su CPU multi-thread. Questa ricerca si è focalizzata soprattutto su alcune tecniche di partizione automatica del singolo thread, in modo da poterlo gestire su più core contemporaneamente.

Secondo quanto riportato da Intel per poter implementare questa tecnologia in modo corretto, nei prossimi die sarà necessario introdurre una nuova unità chiamata ICMC (Inter-Core Memory Coherency Module), fondamentale per il funzionamento di Anaphase. La nuova tecnologia che si basa su di una combinazione hardware e software è stata in grado di risultare più efficiente della sola proposta hardware e consente, secondo quanto riportato da Intel stessa, di migliorare le prestazioni di circa il 41% su buona parte del software single-threaded.

Al momento Anaphase rappresenta solamente un progetto di ricerca che gli sviluppatori del laboratorio Intel di Barcellona stanno cercando di ottimizzare per una futura integrazione all'interno dei processori futuri.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gianni187921 Maggio 2010, 14:18 #1
da parecchio che ne sento parlare, ma ancora non si è visto nulla di concreto..

Reverse HT vi dice nulla
cristo197621 Maggio 2010, 14:22 #2
Beh concettualmente mi sembra anche giusto che un produttore leader mondiale di proci venga incontro alle esigenze degli utilizzatori finali di alcuni sw.
Non è che si può sempre scaricare il fardello dell'innovazione tecnologica sulle spalle degli sviluppatori di sw; daltronde se un sw è valido e apprezzato in tutto il mondo, perchè deve essere riscritto per essere ottimizzato su più core?
Considerato anche:
- la possibilità di perdere affidabilità rispetto a prima
- un costo in più da affrontare per l'utente finale
- la compatibilità al 100% di ciò che è stato fatto

Brava Intel
BiG_BaBoL21 Maggio 2010, 14:24 #3
ho studiato un pò di roba sui thread al corso di sistemi di elaborazione. Sono ancora tanto diffusi software single-thread da impegnare intel nello studio di metodi x l'ottimizzazione su sistemi multi core?
ps. Scusate l'ignoranza.
Brom21 Maggio 2010, 14:38 #4
eh, purtroppo mi sa che la mossa sarà più una manovra di mercato per spingere al cambio processore, perché al giorno d'oggi anche i programmi che più sono singlecore (i giochi) iniziano a passare al multicore (esempi, dirt o crysis) e ben pochi potranno trarne vantaggio...
XFer21 Maggio 2010, 14:43 #5
E' una mossa interessante. Molti software, e non solo legacy, sono single-threaded in tutto o in parte.
A questo però Intel dovrebbe affiancare un migliore supporto ad OpenMP, che è una tecnologia validissima tuttora poco sfruttata.
E il motivo è poca dissemination, pochi tutorial e qualche zona grigia di troppo sul fronte prestazionale e della compatibilità (cicli for che a volte misteriosamente rallentano anziché accelerare, problemi di condivisione delle variabili non sempre facili da risolvere etc.).
Con la forza di Intel (ma conviene anche ad AMD), dare una bella mano agli sviluppatori per far adottare OpenMP sarebbe una gran cosa...
netcrusher21 Maggio 2010, 15:02 #6

bah

E sì qui ci sono giustamente i babbioni che si bevono tutte le stro.....te che dicono, non sanno più che fare quella è la verità.........processori esacore che per una utenza casalinga sono solo uno spreco di soldi e loro li vogliono far passare per necessari.....queste forzature distruggeranno il mercato........purtroppo finchè dettano legge con le vendite c'è poco da fare...........che bello siamo nel 2010 ed il concetto di tecnologia è un qualcosa di quanto mai remoto ancora.......ma vaff...
Spantegu21 Maggio 2010, 15:05 #7
ci sono tentativi accademici di usare openmp su Quake, ma esattamente come dici si fanno meno fps, quindi il rendering software non ha alcun senso, ok le matrici sono la cosa più parallelizzabile questo mondo.. ma c'è già opengl e le gpu che digeriscono tutto spezzettato.
nei giochi ( per ora ) è un confronto impari.
Notturnia21 Maggio 2010, 15:16 #8
per fortuna che c'è netcrusher a ricordarci che c'è gente che usa un solo programma alla volta e che per questo non servono processori multicore..

eh si.... importante non far avanzare la tecnologia per 4 persone che non usano il pc come si potrebbe.. e pensare che ho la suocera che usa più applicativi contemporaneamente sul pc.. sono saranno muti-thread.. ma quando hai un quad core e 4-5 programmi aperti scommetto che il sistema operativo li riesce a suddividere sui vari core senza neanche far fatica..

netcrusher.. non so che ci fai tu con il pc.. ma stai facendo discorsi come quelli che facevano 50 anni sull'utilità dei computer.. chi mai vorrebbe un computer in casa ?.. ora molta gente ha un netbook e un pc.. quando non anche un notebook.. e mi vieni a dire che non servono gli esacore ?.. oggi no.. ma domani ?.. io ora ho 13 programmi aperti.. che faccio ?.. ne chiudo qualcuno o posso usare i 4 core del mio i7 ?
Quantum Power21 Maggio 2010, 15:16 #9
Complimenti a Intel, finalmente sfrutteremo al max questi core ancora inutilizzati in tanti e troppi programmi/giochi
mrcf21 Maggio 2010, 15:22 #10
Originariamente inviato da: cristo1976
...
Non è che si può sempre scaricare il fardello dell'innovazione tecnologica sulle spalle degli sviluppatori di sw; daltronde se un sw è valido e apprezzato in tutto il mondo, perchè deve essere riscritto per essere ottimizzato su più core?
...
Brava Intel


loro si sono già accollati il fardello dell'innovazione HW mettendo anche in commercio tools software che aiutano per lo sviluppo multicore.
Le software house, se vogliono continuare a vendere i loro prodotti, mi sembra giusto che si adeguino anche loro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^