Da Intel arriva Larrabee, architettura parallela programmabile

Da Intel arriva Larrabee, architettura parallela programmabile

Nel corso dell'Intel Developer Forum Spring di Beijing, il colosso di Santa Clara ha ufficializzato il progetto Larrabee, per lo sviluppo di un'architettura parallela tera-scale

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:17 nel canale Processori
Intel
 

Uno degli argomenti più interessanti che è emerso nel corso dell'Intel Developer Forum Spring di Beijing è l'annuncio, da parte del senior Vice President della compagnia, Pat Gelsinger dell'avvio del Progetto Larrabee.

In realtà, almeno per ora, le informazioni relative a questo progetto sono piuttosto frammentarie, ma gli elementi a disposizione lasciano già intendere come il progetto Larrabee vada ad inserirsi nell'ambizioso obiettivo del raggiungimento dei cossiddetti scenari di Tera-Scale Computing, di cui Intel ha ampiamente discusso nel corso del passato IDF Fall di San Francisco.

Di cosa si tratta? Larrabee è una architettura IA parallela programmabile mediante l'impiego di moltissimi strumenti software già esistenti e progettata per poter raggiungere una scalabilità di trilioni di operazioni in virgola mobile al secondo, i cosiddetti teraflop. La dicitura "IA" è utilizzata da Intel per indicare architetture che fanno uso del set di istruzioni x86.

Intel ha voluto sottolineare come Larrabee verrà specificatamente indirizzata all'impiego per applicazioni di calcolo scientifico, analisi finanziaria, riconoscimento e matching ed in generale tutte quelle applicazioni che necessitano l'elaborazione parallela di elevatissime moli di informazioni.

Ma ormai quando si parla di archietture parallele, tuttavia, non si può non pensare anche ad un impiego tipicamente GPU di dette architetture. Il parallelismo architetturale è infatti la caratteristica principale e il comune denominatore di soluzioni quali G80 di NVIDIA e il prossimo R600 di AMD. Nonostante ciò il colosso di Santa Clara non ha menzionato (per ora) alcun tipo di impiego nel settore grafico.

Come sappiamo sia NVIDIA, sia AMD, portano avanti progetti nell'ambito della computazione parallela, rispettivamente conosciuti con i nomi di CUDA e CTM. La differenza sostanziale con Larrabee sta proprio nel fatto che quest'ultima fa uso di ISA x86 e di conseguenza è caratterizzata da enormi vantaggi sul versante del supporto software ed in generale da una maggiore versatilità di impiego.

Come detto in apertura le informazioni relative a Larrabee sono per ora piuttosto sommarie. Confidiamo comunque in un approfondimento che siamo sicuri avverrà puntuale in una delle prossime edizioni dell'Intel Developer Forum, se non già durante l'attuale edizione in corso di svolgimento a Pechino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LCol8417 Aprile 2007, 14:38 #1
OMG

Che sia la volta buona che intel ritorni nel mercato vga?
U terzo competitor sarebbe solo 1 bene!

Chissà se realmente questa architettura sbocci in qualcosa di simile alle attuali g80 e r600...
Speriamo
leddlazarus17 Aprile 2007, 14:42 #2
secondo me intel non è affatto interessata al mercato vga gamers altrimenti non penso avrebbe difficoltà a progettare qualcosa di valido.

oppure mi sbaglio?
II ARROWS17 Aprile 2007, 14:42 #3
Ma se è fatto per tutto un altro obbiettivo...

C'è scritto: calcolo scientifico, analisi finanziarie... non mi pare proprio grafica...
Mparlav17 Aprile 2007, 15:16 #4
Il primo obiettivo è il calcolo scientifico/finanziario: nella presentazione a febbraio, dichiararono di aver raggiunto un 1 Tflops con un 80 core e consumo di circa 62W.
Oggi hanno mostrato lo stesso sistema cloccato a 6.2Ghz e 2Tflops (circa 192W, da una foto che ho visto in giro).
A titolo d'esempio, al Cebit Amd presentò un sistema con dual K10 e 2x R600XTX 1Gb per avere 1Tflops, con un consumo intorno ai 600W.

Intel, cmq, non ha nascosto di voler entrare anche nel mercato video discrete.
Penso che Larrabee avrà bisogno almeno dei 32nm (quindi prima metà 2009).
Fx17 Aprile 2007, 15:24 #5
calma un attimo

è vero che le GPU sono pesantemente parallele ma non basta che un'architettura sia pesantemente parallela per farne una buona GPU. le GPU hanno tutta una serie di peculiarità e caratteristiche specifiche per adiempere al meglio al loro compito, mentre - se ho ben capito - questa architettura sarebbe più generica e si andrebbe a confrontare non con l'R600 o il G80 ma con il cell (che è un ottimo esempio di come non basti il parallelismo e le capacità nel calcolo vettoriale per fare di una CPU una GPU)...

tra l'altro a mio modo di vedere è molto più interessante - forse non per i gamer - una CPU in grado di effettuare 1 TFlop/s con qualche decina di watt che una nuova GPU... magari a noi utenti normali non interessa direttamente come una GPU, ma indirettamente eccome, dato che la qualità della nostra vita dipende anche (sottolineo l'anche) dalla capacità di calcolo dei supercomputer e dei centri di calcolo in genere... ad es. mettere a disposizione della ricerca medica strumenti decine di volte più potenti è decisamente più interessante che una nuova architettura di schede video...
Mparlav17 Aprile 2007, 15:45 #6
Ripeto: l'intento d'Intel è di entrare anche nel mercato delle schede video discrete (e ci sono delle slide sui loro propositi).
Non è roba neanche di medio termine, come d'altronde questo progetto lascia intuire.
E poi resto il concetto, che potranno anche avere la "materia grezza", ma se sono incapaci di fare i driver decenti, serve a poco :-)
faber8017 Aprile 2007, 15:54 #7
Commento # 6 di: Mparlav

beh, scusami ma devo dire che Creative fa schede bellissime (io son possessore di una vecchia gloriosa Live Platinum 5.1) e driver da prendere a testate... Ancora peggio se parliamo di Nvidia/Geforce....
quindi....
Mixmar17 Aprile 2007, 16:16 #8
Originariamente inviato da: Fx
tra l'altro a mio modo di vedere è molto più interessante - forse non per i gamer - una CPU in grado di effettuare 1 TFlop/s con qualche decina di watt che una nuova GPU... magari a noi utenti normali non interessa direttamente come una GPU, ma indirettamente eccome, dato che la qualità della nostra vita dipende anche (sottolineo l'anche) dalla capacità di calcolo dei supercomputer e dei centri di calcolo in genere... ad es. mettere a disposizione della ricerca medica strumenti decine di volte più potenti è decisamente più interessante che una nuova architettura di schede video...


Sono sostanzialmente d'accordo con te, è giusto che gli incrementi prestazionali che derivano dalla nuove tecnologie vadano a ricadere in primis nei campi della ricerca scientifico/tecnologica piuttosto che a produrre componenti per il videoludo... con l'unico svantaggio che purtroppo anche in questo caso, prima di essere impiegati per scopi "umanitari", verranno probabilmente impiegati per fini "bellici" o "parabellici".

Originariamente inviato da: Mparlav
Ripeto: l'intento d'Intel è di entrare anche nel mercato delle schede video discrete (e ci sono delle slide sui loro propositi).


Non so quali siano i piani a lungo o a medio termine di Intel per il mercato delle schede video, però bisogna considerare che per quanto riguarda il segmento delle soluzioni integrate Intel è già molto forte, e forse non vi sono i margini economici (o non vale la pena di profondere eccessivo sforzo) per penetrare anche nel mercato delle schede "top" o "medium-range".

Poi le forniture per applicazioni scientifico/tecnologiche sono sì un mercato ristretto quanto a numero di clienti, ma pagano molto bene, credo, e penso anche (ma è solo una supposizione: qualcuno forse ne sa qualcosa di più? ) che il margine di guadagno per il produttore di chipset sia ancora più elevato di quello (mostruoso) che già viene applicato sui prodotti top della gamma per quanto riguarda le schede video nvidia o ati.
Mark017 Aprile 2007, 16:20 #9
Solo una precisazione.

Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
La dicitura "IA" è utilizzata da Intel per indicare architetture che fanno uso del set di istruzioni x86.


Non credo sia cosi. IA sta molto semplicemente (e genericamente) per Istruction Architecture. Abbiamo infatti, ad esempio, IA-64 per Itanium e IA-32 per il classico x86-32. Secondo qualche interpretazione potrebbe stare anche, sempre genericamente, per Intel Architecture.

Bye!
ottoking17 Aprile 2007, 16:23 #10
Per me è un avversario del CELL

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^