CPU Ryzen e problemi prestazionali con Windows 11, le date degli aggiornamenti

CPU Ryzen e problemi prestazionali con Windows 11, le date degli aggiornamenti

Il 19 e il 21 ottobre due distinti aggiornamenti dovrebbero comparire su Windows Update per risolvere due problemi che possono impattare sulle prestazioni delle CPU AMD Ryzen (e non solo) su Windows 11.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Processori
AMDRyzenZenWindows 11EPYCThreadripper
 

I due problemi prestazionali identificati da Microsoft e AMD con il nuovo Windows 11 saranno ufficialmente risolti la prossima settimana con la distribuzione di aggiornamenti tramite Windows Update.

Secondo quanto riportato da Wccftech, il 19 ottobre un update si occuperà di sistemare il problema che impatta in modo sensibile sulla latenza della cache L3, facendola aumentare fino a tre volte rispetto al normale e azzoppando tutte quelle applicazioni sensibili ai tempi di accesso al sottosistema di memoria. "Aspettatevi un impatto prestazionale del 3-5% nelle applicazione colpite, con possibili valori anomali del 10-15% nei giochi comunemente usati per gli eSport", scriveva AMD nella sua nota.

L'altro bug, relativo allo scheduling dei thread, sarà sistemato due giorni più tardi, il 21 ottobre. In pratica, secondo quanto riportato dalle aziende, la funzionalità UEFI CPPC2 ("preferred core") potrebbe non usare il core più veloce del processore in modo preferenziale. "Le applicazioni sensibili alle prestazioni di uno o di alcuni thread della CPU potrebbero esibire prestazioni ridotte", spiegava AMD. In particolare, l'impatto prestazionale potrebbe essere "maggiormente rilevabile con i processori dotati di 8 o più core e TDP sopra i 65W".

Non fate quindi affidamento sul primo aggiornamento cumulativo (Patch Tuesday) di Windows 11 distribuito proprio in queste ore, non risolve questi problemi. Anzi, alcuni test online svolti da un utente con un Ryzen 7 2700X "Pinnacle Ridge" sembrerebbe mostrare un ulteriore degrado prestazionale per quanto concerne la latenza della cache L3.

Fortunatamente gli aggiornamenti sono dietro l'angolo e non solo per quanto riguarda i possessori di CPU AMD, ma anche in vista dell'arrivo delle CPU Alder Lake che andranno provate necessariamente su Windows 11, il cui "motore" è stato specificamente ottimizzato per la nuova architettura ibrida di Intel.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^