CPU Intel Alder Lake e vecchi videogiochi: problemi a causa dei DRM?

CPU Intel Alder Lake e vecchi videogiochi: problemi a causa dei DRM?

La nuova architettura delle CPU Intel Alder Lake potrebbe entrare in conflitto con i sistemi DRM dei videogiochi non aggiornati. Intel sta lavorando con Denuvo e altri per minimizzare la portata del possibile problema, ma una domanda sorge spontanea: cosa succederà con i titoli più vecchi?

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Processori
IntelCoreAlder Lake
 

Il progetto ibrido dei processori Intel Alder Lake, attesi al debutto in ambito desktop a novembre, potrebbe creare qualche problema di troppo con i videogiochi, in particolare quelli più datati o non aggiornati da tempo.

Come riportato dal sito Gamer's Gospel, all'interno delle linee guida per gli sviluppatori c'è un paragrafo che lascia pensare a possibili problemi di compatibilità tra la nuova architettura e i sistemi DRM integrati nei videogiochi come misura anti-pirateria. In un passaggio si legge: "Se il vostro gioco esistente o futuro usa un middleware DRM, potreste voler contattare il provider middleware e confermare che supporti le architetture ibride in generale e la futura piattaforma Intel ADL in particolare".

"A causa della natura dei moderni algoritmi DRM, il middleware potrebbe utilizzare il rilevamento della CPU e dovrebbe essere a conoscenza delle prossime piattaforme ibride. Intel sta lavorando con i provider dei principali DRM come Denuvo per assicurarsi che le loro soluzioni supportino le nuove piattaforme".

Il messaggio è chiaro, un DRM non aggiornato potrebbe creare problemi di compatibilità in presenza delle CPU Alder Lake e impedire a un gioco di avviarsi. Non è uno scenario che dovrebbe verificarsi con i titoli di nuova fattura o più recenti che saranno sicuramente aggiornati, ma ci sono titoli di alcuni anni fa che non vengono aggiornati da tempo e quindi potrebbero non ricevere dallo sviluppatore l'update del DRM che ne assicuri il funzionamento con Alder Lake.

È impossibile al momento quantificare la dimensione del problema, ma non si può escluderlo a priori. Diversi sviluppatori rimuovono i DRM dai loro giochi dopo alcuni mesi o anni, ma non è detto che tutti lo facciano, il che lascia spazio a una soluzione non certo condonabile o approvabile, ma in questo caso la proverbiale ultima spiaggia: piratare il gioco acquistato.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gigioracing18 Ottobre 2021, 13:19 #1
probabilmente bastera disabilitare i little core della cpu
CrapaDiLegno18 Ottobre 2021, 13:51 #2
La cosa divertenti di questi sistemi anti pirateria è che praticamente sono un problema SOLO per chi compra un gioco originale.
Nei giochi piratati dove vengono rimossi in pochi giorni praticamente si ottiene per assurdo un gioco che funziona meglio.

Per quanto riguarda i processori Intel di nuova generazione non passerà molto tempo prima che verranno introdotti delle patch per ingannare i sistemi anti-pirateria e far loro credere di operare con CPU di generazioni più vecchie.

Sarebbe ora che si smettesse di comprare le versioni dei giochi con tali artifici ma prendere sono dai negozi che li distribuiscono sena (tipo GOG).
Gringo [ITF]18 Ottobre 2021, 14:01 #3
.... si risolve piratando il titolo legalmente.... LOL
.... o anche restituendo l'incasso del titolo all'acquirente.... EKK !
ulukaii18 Ottobre 2021, 15:55 #4
Per rimanere in tema con l'immagine postata nella news, proprio oggi han rimosso Denuvo sia da Rise of The Tomb Raider che da Shadow of the Tomb Raider
Saturn18 Ottobre 2021, 16:01 #5
Per quanto mi riguarda Denuovo=gioco che rimane "sullo scaffale".

Aspetto tranquillamente quando e se esce a poco prezzo senza quella porcheria di sistema anticopia che più che ostacolare la pirateria, ostacola chi ha regolarmente pagato il prodotto.

Rallentamenti, problemi...e adesso anche questo.
no_side_fx18 Ottobre 2021, 16:03 #6
mi sembra giusto, prima ti chiedono entrambi i reni per CPU e GPU e poi ti rifilano giochi che girano alla caz.. di cane
sisko21418 Ottobre 2021, 17:40 #7

tutti questi sistemi drm

In realtà sono solo delle seccature per chi i programmi li compra originali.
Per quelli hackerati, e sopratutto, per i malware, non servono assolutamente a nulla di nulla, perchè non fermano alcun malware.
ciolla200518 Ottobre 2021, 18:57 #8
Pagando la SIAE per qualsiasi memoria, in sostanza si è legittimati a piratare...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^