CPU AMD in lieve crescita a chiusura del 2007

CPU AMD in lieve crescita a chiusura del 2007

Cresce leggermente la quota di mercato AMD nel mercato dei processori nel quarto trimestre 2007, ma non a discapito di Intel

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:33 nel canale Processori
IntelAMD
 

Nel corso del quarto trimestre 2007, a dispetto di risultati finanziari tutt'altro che positivi e del lancio di processori Phenom e Opteron quad core afflitti dal bug delle TLB della cache L3, AMD è stata in grado di registrare un lieve incremento della propria quota di mercato rispetto al trimestre precedente.

Stando ai risultati aggregati pubblicati dall'istituto di ricerca iSuppli, AMD avrebbe totalizzato negli ultimi 3 mesi del 2007 una quota di mercato aggregata del 14,2%, valore in crescita rispetto al 13,9% sul totale dei processori commercializzati nel terzo trimestre 2007.

Questo incremento non è tuttavia stato generato a discapito della quota di mercato di Intel, passata invece nel periodo di riferimento dal precedente 78,8% al 78,9%. Una contrazione si è invece verificata nell'aggregato degli altri produttori di processori, passati dal precedente 7,3% al 6,9%.

Se questi risultati sono indubbiamente positivi per AMD, in un periodo così difficile per quest'azienda, il confronto con quanto registrato nei 12 mesi precedenti deve far riflettere: nel quarto trimestre 2006 AMD deteneva il 15,7% del totale del mercato, con il 75,8% in mano ad Intel e il restante 8,4% suddiviso tra i vari altri produttori di processori mondiali. Alla base di questo divario rispetto ai 12 mesi precedenti troviamo quale spiegazioni sia la forte politica commerciale di Intel che l'incapacità di AMD di proporre in volumi sul mercato i propri processori quad core.

Analizzando i dati medi su base annuale, iSuppli conferma come nel corso del 2007 AMD abbia registrato una generale diminuzione della propria quota di mercato passata da una media del 16,1% del 2006 al 13,2% del 2007. Non sono disponibili dati specifici per i vari segmenti di mercato nei quali opera AMD con i propri prodotti (desktop, notebook e server), in quanto iSuppli non fornisce tale tipologia di risultati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gianni187923 Aprile 2008, 14:59 #1
credo che il nuovo step B3 aiuterà un pò a migliorare le cose, molti aspettano questo step dove veniva risolto il bug delle TLB
alphacygni23 Aprile 2008, 15:09 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Cresce leggermente la quota di mercato AMD nel mercato dei processori nel quarto trimestre 2007, ma non a discapito di Intel


in netto recupero sul Motorola 68000 insomma...

cazzate a parte, mi sa che a Intel ormai non la ripiglia piu'
CloNeAuS23 Aprile 2008, 15:11 #3
ma non a discapito di Intel

Epporc...!!!
Perdere uno 0,5% di certo non le avrebbe fatto male!!
tmx23 Aprile 2008, 15:24 #4
per curiosità, di che numeri parliamo al di là delle percentuali?
Eraser|8523 Aprile 2008, 15:31 #5
perché cloneaus? Intel sta andando così bene, non vedo perché dovrebbe perdere quote..
dieghe23 Aprile 2008, 15:40 #6
perché cloneaus? Intel sta andando così bene, non vedo perché dovrebbe perdere quote..

magari per far abbassare i prezzi?
ToroXp23 Aprile 2008, 16:51 #7
certo fa riflettere che AMD detenga un misero 15%.Altro tenore sarebbe se fosse sul 30/40 % , leggendo tra le righe pare che il problema sia quello di distribuire i propri prodotti in quantità tale da rosicchiare quote di mercato a Intel.

D altro canto a quelli che sbattono la testa al muro per ogni notizia che riguarda AMD io dico che in questa ottica uno dovrebbe interessarsi delle contrazioni solamente in fase di rinnovo macchina, io ho cambiato pc 6 mesi fa e al momento non mi faccio questo grande cruccio se ora come ora le cose non vanno a gonfie vele per AMD o altri produttori minori, ne riparleremo fra 2 anni forse anche 3.

AMD dovrebbe rivedere la sua politica di distribuzione e produzione, fermo restando il fatto che la lotta è impari col colosso Intel che ha ben altri mezzi per contrastare la concorrenza.

Ps: per la prima volta ho comprato Intel, e va da dio.
Red Dragon23 Aprile 2008, 20:18 #8
riguardo intel e l'overclock guardate qua',news presa da pctuner:

Pubblicato il: 22.04.2008 di: Andrea Fasolo Rao

Intel ha intenzione di cambiare radicalmente la sua politica riguardo l'overclock delle proprie CPU: quando arriverà l'architettura Nehalem infatti, con socket LGA1366, il chipset Bloomfield sarà l'unico a supportare funzioni di overclock.
Sempre nelle intenzioni del produttore di Santa Clara, gli altri due chipset Lynnfield e Havendale, socket LGA1160, saranno privati di ogni possibilità di intervenire su frequenze e bus. Resta da vedere come impedire tali possibilità ai produttori di schede madri, che spesso includono ben volentieri funzioni di overclock nel BIOS.
Ad ogni modo, nelle nuove architetture, molta della logica del northbridge sarà integrata nella CPU: sarebbe così molto facile per Intel decidere quali parametri saranno accessibili o modificabili dal BIOS.
Certo, è ancora presto per parlare di simili dettagli di Nehalem, ma resta sicuramente una mossa curiosa questa, e i cui motivi non sono ancora ben chiari.
Willy_Pinguino23 Aprile 2008, 22:35 #9
Originariamente inviato da: Red Dragon
riguardo intel e l'overclock guardate qua',news presa da pctuner:

Pubblicato il: 22.04.2008 di: Andrea Fasolo Rao

Intel ha intenzione di cambiare radicalmente la sua politica riguardo l'overclock delle proprie CPU: quando arriverà l'architettura Nehalem infatti, con socket LGA1366, il chipset Bloomfield sarà l'unico a supportare funzioni di overclock.
Sempre nelle intenzioni del produttore di Santa Clara, gli altri due chipset Lynnfield e Havendale, socket LGA1160, saranno privati di ogni possibilità di intervenire su frequenze e bus. Resta da vedere come impedire tali possibilità ai produttori di schede madri, che spesso includono ben volentieri funzioni di overclock nel BIOS.
Ad ogni modo, nelle nuove architetture, molta della logica del northbridge sarà integrata nella CPU: sarebbe così molto facile per Intel decidere quali parametri saranno accessibili o modificabili dal BIOS.
Certo, è ancora presto per parlare di simili dettagli di Nehalem, ma resta sicuramente una mossa curiosa questa, e i cui motivi non sono ancora ben chiari.


forse la risposta è tanto banale quanto deludente...

se intel blocca le frequenze, uno per avere 3ghz dovrà comprare il modello a 3 ghz di intel senza poter occare in casa un procio che costa la metà... allo stesso tempo intel potrà produrre solo pochi tipi di core e fare la differenza in fase di blocco delle frequenze, semplificando la catena produttiva... e in questo modo sarà impossibile vedere quanto sale un procio piccolo, spingendo gli entusiast a spender ancora più soldi per sk mamme, chipset e proci 1366...

in fondo lo scopo di intel è sempre massimizzare i guadagni riducendo al minimo le spese e questo sembra perfettamente in linea con l'idea
GT8223 Aprile 2008, 23:51 #10
Se questa notizia verrà confermata vorrà dire che ritornerò con gran piacere ad AMD

e fanculo ai guadagni di Intel

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^