Continua lo sviluppo delle cpu AMD Bobcat

Continua lo sviluppo delle cpu AMD Bobcat

AMD smentisce le indiscrezioni che davano come sospeso lo sviluppo delle architetture di cpu a basso consumo, note con il nome di Bobcat

di pubblicata il , alle 07:35 nel canale Processori
AMD
 

Nei giorni scorsi sono emerse indiscrezioni che indicavano la fine del progetto AMD noto con il nome in codice di Bobcat, soluzione specificamente sviluppata per tutti quegli ambiti di elaborazione nei quali si voglia utilizzare un processore con architettura x86 con valore di TDP massimo compreso tra 1 e 10 Watt.

Questa famiglia di processori è pertanto pensata per l'utilizzo all'interno di sistemi di ridotte dimensioni, caratterizzati dalla notevole portabilità complessiva garantita dai livelli di consumo molto bassi. Analizzando l'attuale offerta di prodotti della concorrente Intel si nota chiaramente come questo tipo di processore vada a contrapporsi con le soluzioni Atom, recentemente presentate da Intel e largamente utilizzate nelle versioni single core in sistemi netbook.

AMD ha ufficialmente smentito, per mezzo del proprio portavoce Damon Muzny, la sospensione dello sviluppo della propria architettura Bobcat, evidenziando come la ricerca in questa direzione stia continuando anche alla luce dell'importanza strategica che processori x86 di ridottissimo consumo assumeranno nel corso dei prossimi anni.

AMD ha per la prima volta indicato questo nome in codice in occasione del proprio Analyst Day, accanto a quello Bulldozer; quest'ultimo indica la prossima evoluzione architetturale delle cpu AMD per i segmenti desktop, server e notebook, che verrà presentata quale successore della famiglia di cpu Phenom costruite con tecnologia a 45 nanometri.

Un approccio simile è quello seguito da Intel, del resto: da un lato la futura architettura di processori Nehalem, le cui prime versioni sono attese al debutto entro la fine dell'anno, per i segmenti di mercato desktop, notebook e server per i quali si richiedono elevate potenze di elaborazione complessiva. Dall'altro le soluzoni della famiglia Atom, utilizzate in sistemi di ben più ridotte dimensioni dello standard e disponibili al momento sia con architettura single core che dual core.

Nel confronto con i processori a basso consumo attualmente disponibili sul mercato, Atom può vantare livelli di consumo complessivo più ridotti soprattutto a pieno carico. Le prestazioni velocistiche medie ono adatte alle tipiche applicazioni di produttività personale delle soluzioni ultraportatili ma non sono allineate a quelle di processori x86 con architettura out of order, come le soluzioni AMD Athlon o Sempron oppure quelle Celeron di casa Intel.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej26 Settembre 2008, 08:15 #1
troppa roba in pentola per AMD... e il mio terrore, è l'assenza di un core vincente su cui basare le varie soluzioni...
Scezzy26 Settembre 2008, 09:10 #2
Il punto e' che la concorrenza inventa soluzioni (piu' o meno interessanti) e AMD si trova costretta a inventarsi delle alternative che spesso non sono altrettanto performanti e vengono svendute per poter fare numeri. Cosi' non si va lontano...
demon7726 Settembre 2008, 09:16 #3
Si ma che palle!!
Di AMD sento solo "continua lo sviluppo" "tra un anno il nuovo sistema"
"in lavorazione la nuova piattaforma"
Si ma qui fanno trentamila cose e non esce mai una CAXXO!!!

Inte però continua a tirar fuori roba!
Atom è già ovunque e già si vedono i primi I7 (engineering sample ma comunque modelli funzionanti e finiti!!)
Nihira26 Settembre 2008, 09:18 #4
Nel caso di piattaforme low power AMD ha carte parecchio migliori della soluzione Atom. Il problema è che Atom è in giro e si vende mentre le soluzioni AMD ancora no...
Il mercato, una volta invaso da Atom, difficilmente lascerà posto a soluzioni AMD, per quanto buone siano.

Datevi una mossa!!!
DarKilleR26 Settembre 2008, 09:34 #5
si però Atom bisogna amettere che ha un'efficienza che in confronto un P4 è il massimo gioiello possibile immaginabile....


Comunque avete visto il nuovo Athlon 64 2000+ con TDP da 8 Watt...sticavoli...

Comunque il problema di Atom non è tanto il consumo di atom, ma di tutti gli altri chip del sistema...
Marcel34926 Settembre 2008, 09:38 #6
Con i suoi chipset in abbinamento a questa architettura Bobcat, AMD avrebbe tra le mani un prodotto veramente competitivo...se solo si desse una mossa!! Sempre a rincorrere
za8726 Settembre 2008, 09:58 #7
amd deve tirasi assieme, non può attivare sempre dopo...
speriamo!
Firedraw26 Settembre 2008, 12:08 #8
L'amd ha il sempron 1100 LE in commercio da un sacco di tempo, prima ancora che si sentisse nominare atom. Non è la stessa categoria di cpu dato che il sempron è un po' più esoso di tdp e non molto piccolo tanto da non essere infilato in un netbook. Però in quanti come me, per un negozio che deve tenersi il magazzino, che sta al 90% in idle e il 10% non in full load, hanno messo un sempron 1100 invece di un intel core duo? stiamo parlando di una cpu che in idle fa stare il pc sui 45W e in full sui 70W. Oltre tutto la cpu è costata un 10-20€ meno di un E4300.
Per un muletto o HTPC, desktop o mini itx è una cpu tutt'oggi ancora molto valida assieme al x2 2300 BE, che mantiene consumi discretamente bassi e prestazioni similari a un E2140.

Il problema è che amd non ha mai pubblicizzato quanto intel e questo pesa molto.

Amd come cpu a basso consumo ancora è abbastanza competitiva con un architettura vecchia e lo si è visto con il 2000+ che con consumi leggerissimamente inferiori dell'insieme della macchina va un 30% in più di un atom 230 . Al contrario delle prestazioni di punta dove oggi come oggi non è all'altezza.
lucusta26 Settembre 2008, 13:45 #9
Originariamente inviato da: DarKilleR
si però Atom bisogna amettere che ha un'efficienza che in confronto un P4 è il massimo gioiello possibile immaginabile....


Comunque avete visto il nuovo Athlon 64 2000+ con TDP da 8 Watt...sticavoli...

Comunque il problema di Atom non è tanto il consumo di atom, ma di tutti gli altri chip del sistema...


se prendi la maggior parte degli athlon a 65nm vanno a 5x e con un voltaggio di 0.8-0.9v, quindi stai a 8-9W massimi (anche meno).
la vera svolta sarebbe usare i turion X2 ultra ( core lion per i dual core e sable per i single core, socket S1g2, con RS780m), visto che, a differenza dell'athlon classico che gia' sfrutta il massimo come C&Q, puo' scendere fino a 250mhz, e molto piu' in basso come voltaggio, arrivando a livelli di consumo molto bassi; aggiungici poi il chipset RS780m, che e' uno dei piu parchi, ed anche sui netbook sarebbe molto meglio dell'odierna piattaforma Atom, considerando anche che il dual core a 1Ghz consumerebbe anche meno dell'athlon 2000 messo a 1Ghz, ma avrebbe almeno il 50% in piu' di prestazioni.

AMD ha gia' le armi per contrastare Intel, ma non la capacita' di produrre cosi' tante CPU e chipset per reggere il confronto.
bongo7426 Settembre 2008, 22:59 #10
prendetevi un bel sempron le 2gHz con ventola a 25euro, una mobo asrock da 40euro e 1GB ddr2 value

come ho fatto io..

consumi bassi, silenzioso, troppo potente per le mie esigenze

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^