Asset Smart: è il momento di una nuova AMD

Asset Smart: è il momento di una nuova AMD

Questione di poche ore l'annuncio della prima operazione della strategia Asset Smart, che porterà AMD a dividere produzione e progettazione in due aziende

di pubblicata il , alle 11:09 nel canale Processori
AMD
 

Nel primo pomeriggio di quest'oggi, Martedì 7 Ottobre, AMD annuncerà ufficialmente la prima mossa operativa della propria strategia Asset Smart, della quale da tempo si parla ma per la quale solo ora si manifestano le prime manovre.

Le informazioni attualmente disponibili indicano un forte intervento da parte del governo di Abu Dhabi in AMD per un'operazione dal controvalore complessivo di 8,4 miliardi di dollari. AMD costituirà una nuova azienda, chiamata Foundry Co., della quale Abu Dhabi acquisterà una quota per un controvalore di 700 milioni di dollari, nella quale confluiranno le capacità produttive di AMD.

Foundry Co., della quale AMD manterrà una quota consistente per non perdere i benefici delle sovvenzioni ottenute dal governo tedesco per la costruzione delle FAB 30, FAB 36 e Fab 38 di Dresda, avrà la proprietà delle fabbriche produttive di AMD e sarà responsabile per la costruzione della nuova fabbrica nello stato di New York. Foundry Co. provvederà alla produzione delle soluzioni AMD con un rapporto molto stretto, ma si aprirà al mercato producendo anche per conto di altri produttori.

Questa nuova azienda vedrà un massiccio coinvolgimento di Abu Dhabi con un conferimento di circa 6 miliardi di dollari per l'espansione delle fabbriche produttive, sia quelle di Dresda che quella di New York di prossima costruzione. Tale somma verrà fornita a Foundry Co. nel corso dei prossimi anni, in funzione delle spese che sarà necessario fare per upgradare le tecnologie produttive all'interno delle fabbriche di Dresda e per la costruzione della nuova fabbrica di New York.

Abu Dhabi fornirà inoltre una cifra di circa 1,4 miliardi di dollari USA quale capitale di gestione operativa della nuova azienda. Il legame tra Abu Dhabi e AMD verrà ulteriormente rafforzato attraverso un incremento della quota di proprietà di Mubadala Development Company in AMD sino al 19%, con un conferimento di 314 milioni di dollari USA.

L'intervento del governo di Abu Dhabi avverrà attraverso Advanced Technology Investment Co., azienda appositamente costituita per investire in settori tecnologici. Advanced Technology Investment Co.andrà a detenere una quota del 56% della nuova azienda produttiva Foundry Co., con la restante parte nelle mani di AMD. La nuova azienda andrà a inglobare circa 3.000 dei 16.000 dipendenti di AMD, a capo di Doug Grose, attualmente uno degli executives di AMD. Hector Ruiz, ex CEO di AMD, opererà come direttore e presidente del consiglio di amministrazione di Foundry Co.

La nuova azienda produttrice si farà carico di una quota di 1,2 miliardi di dollari USA di debiti di AMD, legati ovviamente alla parte produttiva; questo, unitamente al conferimento di 314 milioni di dollari USA da parte di Mubadala Development Companyi, permetterà ad AMD di correggere fortemente la propria situazione di bilancio a livello patrimoniale, portando ad una consistente riduzione dei debiti conseguenti all'acquisizione di ATI del 2006.

In Foundry Co. confluiranno tutte le capacità produttive attualmente detenute da AMD, oltre ai diritti di costruzione della futura fabbrica nello stato di New York con tutto il pacchetto di incentivi e agevolazioni statali collegate alla nuova Fab. Gli elevati costi fissi necessari per la produzione e per gli investimenti in nuove tecnologie produttive saranno tutti a carico non più di AMD ma della nuova azienda; questo permetterà ad AMD di operare ad un regime di costi ben più ridotto, specializzandosi sempre più nella fase di progettazione e di creazione di nuove tecnologie e prodotti.

Nel pomeriggio di quest'oggi saranno disponibili nuove informazioni, al termine della conferenza stampa ufficiale di annuncio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

59 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
devilman7907 Ottobre 2008, 11:13 #1
beh... che dire... speriamo che questo nuovo assetto societario riesca a risollevare AMD....
Barra07 Ottobre 2008, 11:19 #2
Interessantissimo!!!

Tanti soldi, 2 aziende snelle ecc. Mi chiedo però: perchè amd non ha mai pensato di produrre i chip video in casa? le fab le aveva!
cignox107 Ottobre 2008, 11:23 #3
L'intervento del governo di Abu Dhabi avverrà attraverso Advanced Technology Investment Co.,

Caspita, ma non ne bastava gia' una di ATI presso AMD?
Comunque speriamo che questo dia nuovo slancio alla AMD, che possa tornare ai vecchi fasti!
myrdrwin07 Ottobre 2008, 11:25 #4
Originariamente inviato da: Barra
Interessantissimo!!!

Tanti soldi, 2 aziende snelle ecc. Mi chiedo però: perchè amd non ha mai pensato di produrre i chip video in casa? le fab le aveva!


Perchè ATI era fanless e AMD ha sempre avuto problemi di scarsità di produzione, non sarebbe mai riuscita a soddisfare il mercato di CPU e GPU solo con le sue FAB, senza contare che ora gli investimenti per il cambio di processo produttivo per le GPU li deve sostenere TSMC e non lei.
Bluknigth07 Ottobre 2008, 11:25 #5
Premettendo che di queste manovre capisco, mi sembra una scelta corretta.

AMD si terrà le sue fabbriche, con cui avrà un rapporto preferenziale, ma l'apertura ad altre realtà le permetterà di recuperare le fabbriche per produrre chip che non abbiamo bisogno di una mignaturizzazione estrema. Risparmierà quindi nella conversione delle fabbriche.

Inoltre, credo che nessuno le vieti di richiedere a terze parti di produrre le sue cpu come fa oggi con le gpu.
kliffoth07 Ottobre 2008, 11:26 #6
La vera tragedia al momento la vive nVidia...

Le ultime 2 tragiche settimane hanno affossato un po' tutta la borsa, ma AMD bene o male si barcamena, e oscilla intorno ai 5-6 dollari (scendendo a 4.23 proprio ora con la crisi), ma nVidia perse il 25-30% immediatamente dopo l'annuncio dei chip difettosi, e ora ha accusato ancor piu' la crisi delle borse lasciando un altro 13% ...mai visto il titolo sotto gli 8 (andate a vedere tutti i dati storici su yahoo.com/finance)

Inotre in AMD c'e' un certo ottimismo degli analisti, che vociferano che forse ci sara' un timido ritorno all'attivo gia' nel prossimo bilancio (ma dovrebbe essere piu' probabile il successivo in ogni caso), mentre nVidia ha scontato proprio ora con la crisi l'annuncio da parte degli analisti di un prevedibile orrido consuntivo.
Bluknigth07 Ottobre 2008, 11:30 #7
Ho dimenticato il POCO dopo il CAPISCO.....
Avatar007 Ottobre 2008, 11:30 #8
un po' come l' Alitalia
Sig. Stroboscopico07 Ottobre 2008, 11:37 #9
Certo che se la Foundry Co riuscisse a diventare una TMSC europea e ad attirare nuovi ordini da aziende terze per finanziare sviluppi più veloci negli impianti, sarebbe veramente molto interesante.
Il know-how che hanno nelle Fab a Dresda on è da poco, anzi!
Sig. Stroboscopico07 Ottobre 2008, 11:39 #10

x Avatar0

Alitalia non centra niente con AMD.
AMD si è fatta sul mercato con soldi privati e combatte con mezzi privati.
Alitalia, Trenitalia, Poste, Telecom sono discorsi a parte con storie molto simili.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^