ARM annuncia ufficialmente l'architettura Cortex-A17

ARM annuncia ufficialmente l'architettura Cortex-A17

ARM ha oggi annunciato ufficialmente una nuova architettura per la fascia media di smartphone, tablet e smart TV

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Processori
ARM
 

ARM ha tolto i veli dalla nuova architettura Cortex-A17, specificamente pensata per i dispositivi di fascia media della prossima generazione. La società non ha rilasciato dettagli circa la disponibilità effettiva della nuova architettura, che tuttavia non sembra prevista prima del 2015.

Cortex-A17 non si rivolge esclusivamente al mercato mobile: la sua adozione è prevista infatti anche all'interno di Smart TV, nei sistemi di infotainment delle automobili e nelle nuove nicchie di mercato emergenti. L'architettura è in grado di cooperare con l'esistente Cortex-A7 a basso consumo energetico, in modo da sfruttare le tecnologie big.LITTLE proprietarie di ARM. In questo modo il processore più potente viene attivato esclusivamente se richiesta la massima potenza dal sistema.

ARM Cortex-A17

Stando al comunicato di ARM, Cortex-A17 supporta sino a 4 core e permette il 60% di performance in più rispetto a Cortex-A9, l'attuale proposta della società per la fascia media. Basato sull'architettura ARMv7-A, il processore sarà in grado di offrire le performance dei top di gamma dell'attuale generazione nei dispositivi di fascia media del 2015, grazie anche alla migliore efficienza garantita dal processo produttivo a 28nm.

Ad occuparsi del fronte grafico troviamo una GPU proprietaria della famiglia Mali, nello specifico ARM Mali-T720, che garantisce il supporto allo standard OpenGL ES 3.0 e una serie di ottimizzazioni per i dispositivi di fascia bassa, permettendo una facile integrazione all'interno di dispositivi multimediali, come ad esempio le Smart TV.

ARM spinge, quindi, in un settore che ha monopolizzato nel tempo, offrendo architetture sempre più potenti all'interno di soluzioni di dimensioni ridotte, previste per l'integrazione in spazi ristretti e con scarsa capacità di dissipazione termica. Questi elementi le garantiscono la permanenza in un mercato in evidente espansione, che aggrega nuovi segmenti di anno in anno con la nascita di nicchie sempre più importanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CrapaDiLegno11 Febbraio 2014, 17:36 #1
Sarebbe da approfondire le differenze tra questo e l'A15.

Da altre parti ho letto che questo core supporta le configurazioni big.LITTLE asimmetriche, praticamente supporta in maniera nativa quello che nvidia ha già fatto già con il Tegra3 (4 core potenti + 1 scrauso).
jappilas11 Febbraio 2014, 18:56 #2
architetturalmente si tratterebbe di un a12 abbinato a glue logic più avanzata (amba4) che ne aumenta l' efficienza - numericamente in apparenza un gradino sotto A15 (ampiezza della pipeline 2 contro 3)
ma in pratica se si considera che che già a12 è un progetto più recente di a15 , IIRC contemporaneo di A7 (rispetto a cui poi a9 e a12 hanno introdotto affiamenti della pipeline e incrementi seppur lievi dell' ipc, ) è possibile che nella pratica le prestazioni non si discostino più di tanto...
massimo79m11 Febbraio 2014, 20:40 #3
io spero che spingano anche per avere pc "veri" con questa architettura.
io per esempio uso quasi solo linux e avere un arm o un x86 non mi cambia di una virgola.
coschizza11 Febbraio 2014, 21:59 #4
Originariamente inviato da: massimo79m
io spero che spingano anche per avere pc "veri" con questa architettura.
io per esempio uso quasi solo linux e avere un arm o un x86 non mi cambia di una virgola.


che non ti cambi un avirgola lo trovo impossibile perche che tu abbia linux per x86 o per architettura arm singifica che poi devi avere gli applicativi compatibili con tale piattaforma e di questi a oggi nati per le esigente di un desktop "vero" siamo quasi a 0.
Therinai11 Febbraio 2014, 23:10 #5
Originariamente inviato da: massimo79m
io spero che spingano anche per avere pc "veri" con questa architettura.
io per esempio uso quasi solo linux e avere un arm o un x86 non mi cambia di una virgola.


Ma che te sei bevuto?? Ti linko il primo documento che ho trovato (tempo della ricerca circa 2,3 secondi )
http://www.cs.virginia.edu/~skadron.../ARM_Cortex.pdf
massimo79m11 Febbraio 2014, 23:33 #6
Originariamente inviato da: Therinai
Ma che te sei bevuto?? Ti linko il primo documento che ho trovato (tempo della ricerca circa 2,3 secondi )
http://www.cs.virginia.edu/~skadron.../ARM_Cortex.pdf


e allora? dovresti spiegarti meglio.

se intendi la sezione "targeting market", beh, tu sai che differenza c'e' tra "architettura" e "cpu", vero?
massimo79m11 Febbraio 2014, 23:39 #7
Originariamente inviato da: coschizza
che non ti cambi un avirgola lo trovo impossibile perche che tu abbia linux per x86 o per architettura arm singifica che poi devi avere gli applicativi compatibili con tale piattaforma e di questi a oggi nati per le esigente di un desktop "vero" siamo quasi a 0.


visto che la stragrande maggioranza di applicazioni su linux arriva con codice sorgente non e' un problema. ti posso dire che l'unica cosa che non ho ancora la possibilita' di usare con arm Per le mie esigenze e' draftsight.
il resto dal de, al db, al kernel, ai vari ide, ai compilatori, ai web e application server, a molte altre cose ancora (suite office, giochi, multimedia), e' perfettamente compilabile (certo se il programmatore ci fa attenzione), basta vedere l'utilizzo del raspberry, c'e' gente che lo usa per l'ufficio, per media center, per server, per mille cose.
guarda la lista delle piattaforme supportate sui programmi opensource, la maggior parte dei programmi sono compilabili.
dicevo "spero che spingano questa architettura" perche' se incrementassero le prestazioni sarebbe una buona alternativa a chi usa linux.
quindi a parte programmi commerciali (che su linux spesso hanno controparti opensource) per linux non sarebbe un problema cosi' insormontabile.
certo se uno ha bisogno di windows (e lo capisco, io ne ho bisogno per alcuni lavori in ufficio) e' un'altra storia.
calabar12 Febbraio 2014, 13:15 #8
A me ancora non è ben chiaro come si piazza questa soluzione nei confronti di A53 e A57.

Se non sbaglio l'evoluzione delle ultime architettura vede:
- A5 (ottimizzato per i bassi consumi) e A9 (ottimizzato per le prestazioni)
- A7 (ottimizzato per i bassi consumi) e A15 (ottimizzato per le prestazioni)
- A53 (ottimizzato per i bassi consumi) e A57 (ottimizzato per le prestazioni)
In questo schema A17 dove lo inseriamo?
litocat12 Febbraio 2014, 13:43 #9
Originariamente inviato da: calabar
A me ancora non è ben chiaro come si piazza questa soluzione nei confronti di A53 e A57.

Se non sbaglio l'evoluzione delle ultime architettura vede:
- A5 (ottimizzato per i bassi consumi) e A9 (ottimizzato per le prestazioni)
- A7 (ottimizzato per i bassi consumi) e A15 (ottimizzato per le prestazioni)
- A53 (ottimizzato per i bassi consumi) e A57 (ottimizzato per le prestazioni)
In questo schema A17 dove lo inseriamo?

Al posto dell'A15: sempre accoppiato con l'A7, stessa potenza di calcolo, minore consumo energetico.
Castellese07 Aprile 2014, 22:09 #10
E A12 dove lo mettiamo allora? :S

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^