ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter

ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter

Le vendite di sistemi server destinati ai datacenter cloud continuano ad essere in crescita, forti di una maggiore competizione tra le architetture e di un crescente interesse per le proposte basate su quella ARM

di pubblicata il , alle 14:01 nel canale Processori
ARMIntelAMDEPYCAmazonAmpere Computing
 

Il mercato dei sistemi server ha registrato una crescita delle vendite del 6% nel corso del terzo trimestre 2021, nonostante anche in questo ambito continuano ad essere ben presenti problemi legati alla disponibilità di prodotti e componenti. Si è arrivati ad un controvalore complessivo di 21,6 miliardi di dollari contro i 20,3 miliardi del terzo trimestre del 2020.

Intel continua a restare il principale artefice di questo settore ma è ben presente AMD, che è presente in circa il 18% dei server commercializzati nel corso del terzo trimestre: si tratta di un dato in aumento di circa il 2% rispetto al trimestre precedente.

La domanda di server basati su processori AMD è stata in particolare trainata dai sistemi hyperscale cloud, nei quali la disponibilità di un elevato numero di core, unita ad un quantitativo di cache molto ampio, propria dei processori AMD è un vantaggio competitivo molto importante. Da questo anche il notevole interesse per le future versioni di processore EPYCdella famiglia Bergamo, dotate al proprio interno sino a 128 core e per questo ideali nell'utilizzo in ambienti cloud.

VSC4_720.jpg

La crescita degli hyperscale data center viene vista come elemento che aiuterà nei prossimi anni una crescita complessiva del mercato dei server. Al momento attuale sono circa 700, a livello globale, le installazioni di questo tipo ma si stima che il loro numero complessivo tenderà ad aumentare ulteriormente negli anni a venire.

I più recenti dati elaborati da Omdia mostrano inoltre percentuali molto interessanti per le soluzioni basate su architettura ARM destinate ai sistemi server. Le proposte indirizzate ai cloud provider vedono per il 5% del totale, nel periodo da luglio a settembre 2021, processori con architettura ARM: troviamo proposte Graviton di Amazon Web Service, affiancate dalle soluzioni di Ampere Computing.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
filippo198028 Dicembre 2021, 17:25 #1
Scusate l'ignoranza ma scrivere "ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter" non equivale, nel mondo degli smartphone, a scrivere "IOS ed Android sempre più presenti sui telefonini aziendali" e, quindi, un'ovvietà?

Devo ammettere che il titolo ha raggiunto il suo obiettivo (l'ho aperto perché curioso di leggere quali altri player ci fossero in questo campo) però o la notizia parla di altro (l'aumento dei data center mi sembra interessante) o mi è sfuggito chi sta perdendo terreno se le tre aziende stanno aumentando la loro presenza in questo mercato ...
mackillers28 Dicembre 2021, 19:05 #2
Originariamente inviato da: filippo1980
Scusate l'ignoranza ma scrivere "ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter" non equivale, nel mondo degli smartphone, a scrivere "IOS ed Android sempre più presenti sui telefonini aziendali" e, quindi, un'ovvietà?

Devo ammettere che il titolo ha raggiunto il suo obiettivo (l'ho aperto perché curioso di leggere quali altri player ci fossero in questo campo) però o la notizia parla di altro (l'aumento dei data center mi sembra interessante) o mi è sfuggito chi sta perdendo terreno se le tre aziende stanno aumentando la loro presenza in questo mercato ...



L'uniche altre soluzioni che mi vengono in mente sono quelle basate sulle architetture RISC (quindi SPARC e PowerPC in primis..)

ma immagino che oramai rappresentino una nicchia davvero limitata del mercato.
cdimauro29 Dicembre 2021, 06:35 #3
Anche ARM è un'architettura RISC.

Sebbene, in realtà, non esista nessuna architettura RISC fin da poco dopo il concepimento di questa macro-famiglia di architetture dei processori. Infatti sono tutti processori CISC, in realtà (ma spacciati come RISC).

Prima o poi scriverò un articolo per spiegarlo (e dimostrarlo).
acerbo29 Dicembre 2021, 13:22 #4
Originariamente inviato da: filippo1980
Scusate l'ignoranza ma scrivere "ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter" non equivale, nel mondo degli smartphone, a scrivere "IOS ed Android sempre più presenti sui telefonini aziendali" e, quindi, un'ovvietà?

Devo ammettere che il titolo ha raggiunto il suo obiettivo (l'ho aperto perché curioso di leggere quali altri player ci fossero in questo campo) però o la notizia parla di altro (l'aumento dei data center mi sembra interessante) o mi è sfuggito chi sta perdendo terreno se le tre aziende stanno aumentando la loro presenza in questo mercato ...


Esattamente!
E' come fare un articolo e scrivere nel titolo "Acqua e farina" sempre piu' presenti nel pane
Mi sa che tolte le cpu ibm tra l'altro non esistono alternative in commercio a queste 3 piattaforme.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^