Architetture Quad Core: forse nel 2007

Architetture Quad Core: forse nel 2007

Il CEO di AMD conferma l'intenzione di passare, tra alcuni anni, ad architetture di processore con 4 Core. Il multicore è la via del futuro

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:10 nel canale Processori
AMD
 

Intervistato durante il lancio delle soluzioni Opteron Dual Core, avvenuto la scorsa settimana a New York, Hector Ruiz, CEO di AMD, ha confermato che i progetti di sviluppo futuro per i processori AMD prevedono una migrazione verso architetture di tipo quad Core.

Il passaggio a soluzioni con 4 Core è la naturale evoluzione verso successive soluzioni multicore. Questi potranno essere di tipo omogeneo, cioè tutti identici come accade adesso per le soluzioni Dual Core di Intel e di AMD, oppure eterogenei. In quest'ultima ipotesi, i Core saranno specilizzati per differenti ambiti applicativi, integrando al loro interno peculiarità architetturali e funzionalità specifiche a seconda del loro ambito di utilizzo.

Hector Ruiz non ha confermato se le architetture Quad Core di AMD, una volta che verranno introdotte sul mercato, avranno Core identici o differenti tra di loro. E' sicuro che sia Intel che AMD metteranno a disposizione i primi engineering sample di cpu Quad Core sostanzialmente nello stesso periodo, attorno all'anno 2007.

Di seguito un passaggio dall'intervista, nel quale viene confermato come i primi engineering sample di processore AMD Quad Core siano attesi per il 2007.

CRN: Do you think software vendors are on board when it comes to pricing their applications based on a dual-core rather than a single-processor approach?

RUIZ: This is just starting, but the pressure is insurmountable in terms of going in this direction. Microsoft has taken the first step, and everybody will follow. Sun Solaris is the same way. We have major players signed up. At the dual-core level, I don't think this will be an issue. When we get to quad core, that could create a disruption.

CRN: When will that happen?

RUIZ: I'm perfectly confident that we will see engineering samples in 2007.

Fonte: crn.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sidewinder27 Aprile 2005, 15:23 #1
Adesso resta solo da iniziare a rivedere il SW in chiave multithreading.

vincino27 Aprile 2005, 15:26 #2
Mi sembrava di averla già letta qualche gg fa questa notizia!
Capirossi27 Aprile 2005, 15:27 #3
diventeremo azionisti enel ?
zuLunis27 Aprile 2005, 15:31 #4
Uff mi sa ke le prossime evoluzioni tecnologiche in ambito di processori saranno solo l'aumento di core integrati... come per la corsa ai ghz, una noia mortale per l'evoluzione.
adynak27 Aprile 2005, 15:41 #5
Ma ogni volta che si aggiunge un core bisognerà anche cambiare software per sfruttarlo ? Oppure assisteremo alla nascita di software in grado di riconoscere dinamicamente il numero di core e di sfruttarli in maniera adeguata ?
Perché se ogni volta che si cambia procio bisogna comprare di nuovo tutto il software ... lo stesso HW lo faccio durare almeno 5 anni !!!
Michelangelo_C27 Aprile 2005, 16:03 #6
Originariamente inviato da: zuLunis
Uff mi sa ke le prossime evoluzioni tecnologiche in ambito di processori saranno solo l'aumento di core integrati... come per la corsa ai ghz, una noia mortale per l'evoluzione.

Dai a me non sembra male la prospettiva che in futuro chiunque possa avere 4 CPU (o anche di più da utilizzare sia in più applicazioni contemporaneamente, ma anche in una singola applicazione raggiungendo risultati incredibili. Sarebbe davvero bello se come dice adynak scrivessero sw in grado di riconoscere la presenza di più processori in modo dinamico, in modo da sfruttare a pieno tutta la potenza disponibile. Comunque se sviluppassero CPU con core eterogenei, sarebbe davvero un'evoluzione che porterebbe a cose oggi impensabili, una vera rivoluzione nel modo di concepire l'hw e il sw!
Cimmo27 Aprile 2005, 16:05 #7

x adynak:

In generale no non dovrai cambiare software ogni volta che aumentano i core/processori, nel senso che il software scritto per sfruttare piu' core/processori apre N thread e poi nel caso di 2 core/processori ognuno svolgera' N/2 thread (in realta' dipende a seconda delle richieste delle altre applicazioni, ma semplifichiamo), se sono 4 core/processori ognuno svolgera' N/4 thread, tutto questo senza piu' riscrivere alcuna riga di codice
Michelangelo_C27 Aprile 2005, 16:06 #8
Originariamente inviato da: Capirossi
diventeremo azionisti enel ?

Eh già, però mi viene un dubbio: non era stato detto che il TDP dei dual core era lo stesso dei single? Ma soprattutto, come è possibile questo? Va bene che le due cpu condividono alcune componenti, ma comunque si parla di mettere due CPU (e anche due cache) là dove ce ne stava solo una!
JohnPetrucci27 Aprile 2005, 16:20 #9
Originariamente inviato da: zuLunis
Uff mi sa ke le prossime evoluzioni tecnologiche in ambito di processori saranno solo l'aumento di core integrati... come per la corsa ai ghz, una noia mortale per l'evoluzione.

Condivido pienamente.
Soprattutto sottolineo che il software dovrà continuamente essere aggiornato al frazionamento continuo dei core delle cpu, per essere sfruttato a dovere.
Cosa che con l'incremento dei MHZ almeno non avveniva!
TripleX27 Aprile 2005, 16:23 #10
mai sentito parlare di die shrink verso 0,065 micron? e' naturale che con l'evolversi del numero cpu si evolvera' il processo produttivo,naturalmente al diminuire del vcore necessario corrispondera' un incremento di Ampere richiesto,quindi la circuiteria delle mobo in prospettiva dovra'soddisfare requisiti di olre 200A e sicuramente i produttori di mobo approfitteranno in tal senso facendo si'che se per le mobo dualcore basti un mero aggiornamento bios x le quad occorrera' una nuova revision con finali molto piu' potenti...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^