Architettura quad core anche per le CPU VIA

Architettura quad core anche per le CPU VIA

VIA QuadCore è il nome scelto per indicare le nuove soluzioni del produttore taiwanese: ridotti consumi e posizionamento alternativo a Brazos e Atom

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:21 nel canale Processori
AtomIntel
 

VIA ha annunciato una nuova evoluzione della propria famiglia di processori X86 nella forma della soluzione VIA QuadCore: nel passaggio all'architettura quad core VIA ha scelto di abbandonare la sigla Nano, benché l'architettura di base sia quella delle soluzioni dual core Nano X2. L'approccio è di tipo MCP, Multi Chip Package, con due die dual core affiancati sullo stesso package per un TDP massimo complessivo che è dichiarato da VIA pari a 27,5 Watt.

L'unico modello per il momento annunciato, VIA QuadCore L4700, opera ad una frequenza di clock di 1,2 GHz con frequenza di bus di 1.333 MHz e cache L2 pari a 4 Mbytes in totale. VIA ha implementato anche una tecnologia di gestione dinamica della frequenza di clock, indicata con il nome di Adaptive Overclocking, grazie alla quale la frequenza di clock può aumentare sino a 1,46 GHz di massimo.

Il principio di funzionamento è simile a quello della tecnologia Turbo Boost implementata da Intel nelle proprie CPU: in funzione del carico di lavoro istantaneo e dei requisiti di alimentazione la frequenza di clock viene incrementata in automatico dal sistema, permettendo di ottenere superiori prestazioni velocistiche complessive.

I nuovi processori QuadCore sono compatibili pin to pin con le soluzioni VIA Nano X2 attualmente presenti in commercio; questo implicherà tempi di test e rilascio sul mercato di sistemi sufficientemente rapidi nel complesso. VIA ha anticipato di attendere la commercializzazione per il terzo trimestre 2011.

Quale il target di destinazione di queste soluzioni? In considerazione del TDP questi processori potranno venir utilizzati in sistemi desktop di ridotte dimensioni, oltre che in notebook con display anche di 12 pollici di diagonale. E' ipotizzabile che VIA possa sviluppare ulteriori versioni di processore QuadCore con TDP più vicino ai 18 Watt delle proposte AMD della famiglia Brazos, potendo puntare sul vantaggio di un numero di core doppio rispetto sia ad AMD sia alle soluzioni Intel Atom.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Uncle Scrooge13 Maggio 2011, 09:15 #1
Ma qualcuno ha mai visto un qualsivoglia dispositivo in commercio con CPU Via Nano? Mi pare di essere incapppato in qualche ricerca di trovaprezzi in schede madri mini itx con CPU via nano embedded, saldata sulla mobo, ma solo un pazzo le comprerebbe imho...
blackshard13 Maggio 2011, 09:40 #2
Io ho visto un netbook HP con un via, credo fosse un C3 ma forse mi sto confondendo. Comunque era obbrobrioso e la grafica integrata era oscena.
Dexther7713 Maggio 2011, 09:47 #3
negli uffici e architetture ci sono
specie campo medico - scentifico - ecc ecc.
addirittura usati anche in centri di ambulatorio per animali
ciocia13 Maggio 2011, 10:38 #4
Solo i bench ci diranno se saranno validi o meno. Il nome conta poco, l'importante resta sempre il rapporto prezzo/prestazioni/consumi
lucusta13 Maggio 2011, 13:09 #5
bhe', ma a 18W in brazos c'e' compreso anche il notrhbridge e la GPU, per VIA si tratta di usare un chip esterno che non aggiornano da diversi anni...
+Benito+13 Maggio 2011, 13:46 #6
Ho smesso di capire come va ad esistere ancora Via da quando esiste Atom.
Phantom II13 Maggio 2011, 14:45 #7
Originariamente inviato da: blackshard
Io ho visto un netbook HP con un via, credo fosse un C3 ma forse mi sto confondendo. Comunque era obbrobrioso e la grafica integrata era oscena.

HP, all'interno della linea Mini, aveva il 2133 dotato di processore C7. Ne ho avuto un modello per le mani circa un anno fa per una riparazione, ed era una macchina assolutamente comparabile al resto dei netbook basati su Atom a core singolo a 1.6Ghz.
blackshard13 Maggio 2011, 15:19 #8
Originariamente inviato da: Phantom II
HP, all'interno della linea Mini, aveva il 2133 dotato di processore C7. Ne ho avuto un modello per le mani circa un anno fa per una riparazione, ed era una macchina assolutamente comparabile al resto dei netbook basati su Atom a core singolo a 1.6Ghz.


Si C7.
A me è parso molto sottotono. Il netbook in se non era granchè, molto grosso e pesante (anche se credo ci fosse la scocca in alluminio, roba di lusso!), e le performance non mi hanno per niente stupito, oltre al calore generato e alla grafica integrata un po' misera.
argent8814 Maggio 2011, 15:41 #9
Multicore a questo livello nei netbook?
Da qualche parte ci siamo dimenticati che un tempo li avremmo chiamati subnotebook..


Io ho avuto un C3 finché l'ali non ci ha lasciati ed era un muletto..
Riusciva a malapena a reggere winXP e infatti gli lasciavo win2000 o Ubuntu.

Con l'avvento di Atom e AMD C-50 e altri poi sono entrati nel loro campo con più supporto.
In verità cercando bene prima meglio di loro c'era GEODE di AMD per consumi minori con alcune mobo supporto a fullhd a 10w massimo..
Phantom II14 Maggio 2011, 16:40 #10
Originariamente inviato da: blackshard
Si C7.
A me è parso molto sottotono. Il netbook in se non era granchè, molto grosso e pesante (anche se credo ci fosse la scocca in alluminio, roba di lusso!), e le performance non mi hanno per niente stupito, oltre al calore generato e alla grafica integrata un po' misera.

Mi sa che non parliamo dello stesso prodotto.
Il 2133 che ho visto io era completamente in plastica, pesava all'incirca come un Aspire One e con Windows Xp sì comportava degnamente. In ogni caso è un prodotto che avrei sconsigliato a chiunque perché HP se lo faceva pagare a peso d'oro per quello che c'era dentro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^