AMD verso una piattaforma Media Center

AMD verso una piattaforma Media Center

Stando ad alcune indiscrezioni AMD proporrà la propria piattaforma Media Center in concorrenza con la soluzione VIIV di Intel, presentata nel corso dell'ultimo IDF a San Francisco

di pubblicata il , alle 13:58 nel canale Processori
IntelAMD
 

Stando a quanto emerso da indiscrezioni AMD avrebbe già pronta la risposta alla piattaforma VIIV di Intel, presentata nel corso dell'ultimo IDF tenutosi in autunno.

Ricordiamo che Intel con la piattaforma VIIV vuole indicare un sistema desktop votato sia nell'hardware che nel software all'intrattenimento personale, al fine di rendere di semplice utilizzo la fruizione dei contenuti multimediali. E' previsto infatti un telecomando come nelle comuni TV ed un'interfaccia grafica estremamente intuitiva grazie all'adozione del sistema operativo Microsoft Windows XP Media Center Edition e altri software dedicati.

L'interfaccia grafica molto intuitiva, un valore aggiunto a quelle che sono in ogni caso le funzioni e la veste grafica del sistema operativo di casa Microsoft cui la gente è abituata, è stata sviluppata soprattutto in ottica Home Theare PC, ovvero per quelle soluzioni "da salotto" che permettono di far convergere il mondo dell'informatica con quello dell'elettronica di consumo. Tale soluzione dovrebbe porre l'utente medio, magari con poca padronanza del mezzo informatico, nelle condizioni di utilizzare il PC come se fosse un televisore con molte funzioni in più.

Chiaro l'obiettivo di Intel di creare un brand forte come avvenuto nel caso di Centrino per i sisitemi portatili. AMD quindi cercherà questa volta di ribattere con tempistiche adeguate a tale piattaforma con una soluzione propria, il cui nome non è ancora stato reso noto ma che vedrà la luce verosimilmente nell'arco del 2006.

Non è chiaro se AMD seguirà al strada intrapresa con Turion 64, ovvero producendo un processore particolare al posto di un set di caratteristiche come nel caso di Centrino (di cui il Pentium M è solo uno dei tratti caratteristici), oppure adottando una nuova strategia. Certo è che i recenti accordi fra AMD e Dell non potranno che fare da volano all'iniziativa e fornire nuova linfa vitale a tale progetto.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rufus8623 Novembre 2005, 14:07 #1
Ormai AMD e Intel se la giocano alla pari in tutti i settori.
Scezzy23 Novembre 2005, 14:13 #2
" Ormai AMD e Intel se la giocano alla pari in tutti i settori "

Le quote di mercato non dicono proprio la stessa cosa ! Staremo a vedere... considerando anche il fatto che Microsoft sembra andare a braccetto con Intel !
alexsky823 Novembre 2005, 14:25 #3

"non sono solo le prestazioni dei processori"

anche se AMD ha fatto passi di gigante , dalla parte di Intel dobbiamo ammettere che la cura del marketing , fatta di accordi con colossi del software ma anche l'affidabilità hardware dimostrata negli anni (e tanti anni) fanno di quest'ultima un marchio sinonimo di"garanzia" assoluta.
ZANZIP23 Novembre 2005, 14:35 #4

X alexsky8

"la cura del marketing , fatta di accordi con colossi del software"
accordi....spesso gli accordi intel vanno in un verso solo e le compagnie che non sottostanno alle sue volontà subiscono pesanti ritorsioni.
solo recentemente alcune di queste società si stanno ribellando e scelgono di fare affari anche con AMD
purtroppo non è il marketing che ti fa girare bene un computer...
[KabOOm]23 Novembre 2005, 14:36 #5
@ Scezzy
Le quote di mercato non possono variare di botto. AMD ogni hanno si accaparra quote in più nei confronti di Intel.

@ Alesky8
Intel negli ultimi 5 anni hanno fatto dei flop terrificanti sopratutto sul mercato CPU. Processori sviluppati male e con concetti arretrati.
Si e' salvato grazie proprio alla penetrazione che ha nel mercato e grazie ai grossi accordi.

Per quanto riguarda l'andare a braccetto, Microsoft e' una di quelle societa' che pensa a se stessa, basta pensare che quando c'e' stata la svolta 64bit, la stessa MS ha spostato le sue risorve verso la compatibilita' AMD.

IMHO questa notizia lascia il tempo che trova.
L'unica notizia positiva e' che finalmente c'e' concorrenza
Aryan23 Novembre 2005, 14:39 #6

X Scezzy

Intel è da 25 anni che ce lo metti in culo, AMD molto meno...
csteo23 Novembre 2005, 14:41 #7
l'affidibilità HW di Intel negli anni direi di lasciarla stare, vedi P3 1,1GHz e anche I820. O meglio può essere comparata ad altri.

Poi è sicuramente più facile non creare incompatibilità se si fanno chipset e processore assieme o se sei tu che detti al mondo come fare le cose (non prendetela come un "insulto" ,ma data la sua potenza in alcuni casi può permetterselo).

sul resto sono concorde
Fx23 Novembre 2005, 14:42 #8
il connubio MS e intel è un po' datato... MS sennò non svilupperebbe con convinzione per l'architettura x86-64 di AMD (e copiata da Intel) e non relegherebbe sempre più in un angolino l'Itanium... e Intel non fornirebbe il supporto a Linux che offre (ad es. per la tecnologia Centrino).

insomma, i tempi sono cambiati... ma già da un po', eh =)
Aryan23 Novembre 2005, 14:46 #9

X FX

Su questo sono d'accordo!

Però è grazie a + di 20 anni di monopolio che Intel ha queste grandi quote di mercato. Non perché è(sempre) + bella e + brava come crede qualche niubbo...
dwfgerw23 Novembre 2005, 15:26 #10
AMD sta facendo ed ha già fatto passi da gigante, altrimenti non avremmo mai letto cose come queste ai tempi di K6 e K7 :

http://www.amd.com/it-it/0,,3715_10025,00.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^