AMD sta già testando i primi sample di APU Ryzen 5000 Cézanne?

AMD sta già testando i primi sample di APU Ryzen 5000 Cézanne?

Un passaggio nel database di SiSoftware Sandra sembrerebbe indicare l'avvio dei test da parte di AMD sui primi sample di APU Cézanne per i futuri notebook. Si prevede l'adozione dell'architettura Zen 3 per i core x86, mentre la GPU sarā una versione ulteriormente migliorata di Vega.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Processori
AMDRyzen
 

AMD vivrà una fine dell'anno molto "calda", con l'arrivo delle nuove CPU desktop Ryzen 4000, i processori server EPYC Milan, le nuove schede video Navi 2X e le console next-gen dotate un suo chip custom. L'azienda è però già proiettata nel 2021 e starebbe già lavorando a Cézanne, nome in codice dietro cui si dovrebbe celare la futura gamma di APU dedicata ai notebook.

La nuova proposta, che dovrebbe essere la prima a marchio Ryzen 5000, sembrerebbe già in fase di test stando a un passaggio pescato dal leaker Rogame nel database di Sisoftware Sandra. La piattaforma in questione è identificata come Celadon CZN Renoir e sebbene non offra dettagli concreti per quanto concerne la parte CPU, fa emergere invece qualche informazione sulla GPU.

La parte grafica è dotata di 8 Compute Unit basate su una versione migliorata dell'architettura Vega. Ogni Compute Unit offre 64 stream processors, per un totale di 512 unità, la medesima delle attuali APU Ryzen 4000 "Renoir". L'architettura e una frequenza che al momento risulta 100 MHz superiore a quella della GPU nelle APU Renoir (1850 vs 1750 MHz) dovrebbero essere alla base del miglioramento delle prestazioni grafiche.

Trattandosi però di un primo leak, è possibile che AMD raggiunga clock più elevati con le versioni commerciali di Cézanne, considerando che l'attuale incarnazione di Vega nelle APU Renoir desktop si spinge fino a 2100 MHz. Per quanto concerne invece la CPU, non ci sono informazioni concrete, ma ci aspettiamo il passaggio all'architettura Zen 3 che debutterà quest'anno sulle CPU desktop e server.

Le APU dovrebbero conservare la compatibilità con le interfacce esistenti, il package BGA FP6 in ambito mobile e AM4 in quello desktop. Per quanto riguarda il debutto, non è da escludersi un annuncio a inizio 2021 e una disponibilità iniziale per metà dell'anno, come avvenuto per Renoir.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gyammy8511 Agosto 2020, 17:04 #1
Probabile che escano a stretto giro per lasciar spazio in seguito alle Rembrandt Zen3+RDNA2
supertigrotto11 Agosto 2020, 23:59 #2
La piattaforma si chiama Celadon????
Mi fa ritornare in mente brutte cose....
calabar12 Agosto 2020, 01:39 #3
Più che altro mi chiedo come mai insistano tanto su Vega che, per quanto migliorata, rimane pur sempre l'architettura "vecchia".
A questo punto viene da pensare che o Vega riesce a rendere meglio (in termini di prestazioni/area) in questi progetti integrati o Navi manca di qualche funzionalità necessaria (o utile) nelle soluzioni integrate di questo tipo.
nickname8812 Agosto 2020, 13:20 #5
Originariamente inviato da: calabar
Più che altro mi chiedo come mai insistano tanto su Vega che, per quanto migliorata, rimane pur sempre l'architettura "vecchia".
A questo punto viene da pensare che o Vega riesce a rendere meglio (in termini di prestazioni/area) in questi progetti integrati o Navi manca di qualche funzionalità necessaria (o utile) nelle soluzioni integrate di questo tipo.
Le APU sono un prodotto di serie B che per AMD è meno remunerativo, così come l'ambito mobile visto che è un grande settore dove però sono ancora quasi assenti. Non è un caso che per APU e versioni mobile usino architetture e PP della generazione passata, così gli costa meno a livello di produzione. Usano un architettura Vega probabilmente perchè gli costa meno.
tuttodigitale12 Agosto 2020, 19:38 #6
Originariamente inviato da: nickname88
Le APU sono un prodotto di serie B che per AMD è meno remunerativo, così come l'ambito mobile visto che è un grande settore dove però sono ancora quasi assenti. Non è un caso che per APU e versioni mobile usino architetture e PP della generazione passata, così gli costa meno a livello di produzione. Usano un architettura Vega probabilmente perchè gli costa meno.


il più grande vantaggio di NAVI è un fill-rate molto più elevato a parità di potenza grezza e questo viene perso causa RAM, non è scontato che RDNA1 sia una architettura migliore in tali condizioni.
e se lo fosse, quel piccolo salto di efficienza verrebbe quasi totalmente assorbito dalla limitazione di cui sopra.
Cezanne era ed è un prodotto che vedrà la luce nel 2021 quando sarà più che consolidata la presenza di RDNA2. Credo che AMD non abbia pianifico fin dall'inizio l'uso di VEGA. Non sarebbe la prima volta che la prima incarnazione di un'architettura faccia peggio di una revisione di una matura.
nickname8812 Agosto 2020, 19:48 #7
Originariamente inviato da: tuttodigitale
il più grande vantaggio di NAVI è un fill-rate molto più elevato a parità di potenza grezza e questo viene perso causa RAM, non è scontato che RDNA1 sia una architettura migliore in tali condizioni.
e se lo fosse, quel piccolo salto di efficienza verrebbe quasi totalmente assorbito dalla limitazione di cui sopra.
Cezanne era ed è un prodotto che vedrà la luce nel 2021 quando sarà più che consolidata la presenza di RDNA2. Credo che AMD non abbia pianifico fin dall'inizio l'uso di VEGA. Non sarebbe la prima volta che la prima incarnazione di un'architettura faccia peggio di una revisione di una matura.
La serie 5000 dovrebbe in teoria far uso di DDR5, quindi consentire di sfruttare di più sia Vega che le prossime architetture. Ma anche in caso cui l'uso di RDNA2 anzichè Vega non dovesse portare benefici non capisco perchè non proporlo ugualmente se non per via del costo. Senza contare che il Vega attuale eredita molte novità dal primo RDNA.
Perseverance12 Agosto 2020, 20:26 #8
Originariamente inviato da: supertigrotto
La piattaforma si chiama Celadon????
Mi fa ritornare in mente brutte cose....


Quando intel avrà finito i laghi ed amd i pittori qualcosa dovranno pur trovare... I boss mafiosi

Cmq in casa AMD ci son volute 4 generazioni di ryzen mobile per pareggiare in prestazioni con Intel. La sfida comincia ora con la serie 4000, vedremo la 5000 cosa potrà offrire in più (penso poco).
Mparlav12 Agosto 2020, 20:37 #9
Probabile lancio nel Q1 e disponibilità nei notebook dei principali oem nel Q2.
La parte cpu di base Zen3 è un ottim premessa. Se continua l'attuale trend di crescita, potrebbero debuttare su una base del 25% di market share nel settore mobile, visto che ora viaggiano intorno al 20%.
digieffe12 Agosto 2020, 21:06 #10
Originariamente inviato da: Mparlav
Probabile lancio nel Q1 e disponibilità nei notebook dei principali oem nel Q2.
La parte cpu di base Zen3 è un ottim premessa. Se continua l'attuale trend di crescita, potrebbero debuttare su una base del 25% di market share nel settore mobile, visto che ora viaggiano intorno al 20%.


se lo share di amd nel mobile è del 20% perché resta sempre un po' difficile reperire i notebook rispetto ad intel?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^