AMD e transistor a 10 nanometri

AMD e transistor a 10 nanometri

AMD annuncia lo sviluppo del primo transistor a 0.10 micron

di pubblicata il , alle 10:21 nel canale Processori
AMD
 

AMD annuncia, con il seguente comunicato stampa, lo sviluppo del transistor più piccolo mai prodotto, della grandezza do 10 nanometri:

"SUNNYVALE, California - 10 Settembre 2002 - AMD (NYSE: AMD) ha annunciato di aver fabbricato il transistor double-gate più piccolo ad oggi disponibile, utilizzando la tecnologia standard industriale. Questi transistor, che misurano 10 nanometri, ovvero 10 miliardesimi di metro in lunghezza (gate), sono sei volte più piccoli rispetto ai transistor più piccoli attualmente in produzione. L’innovativa ricerca di AMD permetterà di posizionare un miliardo di transistor sullo stesso chip che attualmente ne contiene 100 milioni, rendendo possibile funzionalità molto più ricche. I transistor sono i minuscoli switch on/off che costituiscono i circuiti integrati degli attuali microprocessori. La struttura di un transistor double-gate raddoppia la corrente elettrica che può essere inviata attraverso un transistor. Il design del Transistor Fin Field Effect (FinFET) si basa su un sottile strato verticale di silicio (Fin) che aiuta il controllo della corrente dispersa attraverso il transistor quando questo si trova in stato di “off”. La combinazione di questo design permette la creazione di nuovi chip con prestazioni più elevate e geometrie più piccole che mai.

“Lo sviluppo dei transistor è essenziale per la creazione di prodotti con prestazioni più levate per i nostri clienti”, ha affermato Craig Sander, AMD’s vice president di Technology Development. “L’intera industria dei semiconduttori sta lavorando per rispondere alla sfida di sviluppare nuovi design di transistor che siano più piccoli e abbiano maggiori prestazioni e che comunque possano essere prodotti con deviazioni minime rispetto agli attuali standard dei processi di produzione dell’industria. Il transistor FinFET indica che possiamo continuare a garantire prodotti con prestazioni molto elevate, conservando allo stesso tempo l’infrastruttura tecnologica di base su cui la nostra industria si basa”. La dimostrazione in laboratorio di AMD del Transistor da dieci nanometri Complementary Metal Oxide Semiconductor Fin Field Effect Transistor (CMOS FinFET) è il risultato della ricerca collaborativa fra AMD e l’Università della California, Berkeley, con il supporto della Semiconductor Research Corporation (SRC). I dispositivi sono stati prodotti nel Submicron Development Center di AMD. “Le caratteristiche di maggior controllo della corrente dispersa, rendono il transistor FinFET un’attraente candidato per le future generazioni CMOS in scala nanometrica, la cui produzione è prevista per il prossimo decennio”, ha affermato Dr. Tsu-Jae King, Associate Professor of Electrical Engineering and Computer Sciences of U.C. Berkeley. “Le caratteristiche del dispositivo FinFET mostrano un forte potenziale di espansione della scalabilità della tecnologia CMOS”. AMD e L’Università della California presenteranno la relazione, intitolata “FinFET Scaling to 10 nm Gate Lengh” all’International Electron Devices Meeting (IEDM) a San Francisco dal 9 all’11 Dicembre 2002. "

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gundam76612 Settembre 2002, 10:29 #1

Re:

AZZ... se è vero, e sarà possibile utilizzare presto questa tecnologia... bè... i processori (AMD) non saranno più quelli di una volta (almeno come li conosciamo oggi)!

Chico

PS il discorso non è di parte... io ho INTEL
Eraser|8512 Settembre 2002, 10:45 #2
Ma a cosa possa servire sta cosa? Ho studiato elettronica un solo anno...
KRUG12 Settembre 2002, 10:47 #3

Re: Re:

Originariamente inviato da Gundam766
[B]AZZ... se è vero, e sarà possibile utilizzare presto questa tecnologia... bè... i processori (AMD) non saranno più quelli di una volta (almeno come li conosciamo oggi)!

Chico

PS il discorso non è di parte... io ho INTEL

Sono daccordo. Già a livello prestazionale a parità di frequenza non c'è paragone se poi riescono a inserire nello stesso chip una miliardata di transistor alla Intel non resterà che produrre chip per lavatrici. Sono sicurocomunque che il caro Conto Cancelli nè inventerà una di pari grado
dr.stein12 Settembre 2002, 10:52 #4
Guarda che zio billo ha ben poco a che vedere con la intel... (almeno a livello teorico!!)
KRUG12 Settembre 2002, 11:00 #5
A livello teorico sono daccordo con te, è quello strano simbolino con scritto Intel Inside che mi preoccupa, non credi??
solaris12 Settembre 2002, 11:17 #6

Re:

Ehi raga sono rimasto indietro!!!
Io ho studiato solo Mos con un gate sapete dove trovare qualcosa per vedere come sono fatti, i circuiti equivalenti, la fisica di questi nuovi aggeggini?

Grazie!
audax12 Settembre 2002, 12:44 #7

Re:

La K7S5A è compatibile con i nuovi ATHLON XP 2100+ ecc... considerando che ho aggiornato il bios ???
dr.stein12 Settembre 2002, 14:00 #8
Originariamente inviato da KRUG
[B]A livello teorico sono daccordo con te, è quello strano simbolino con scritto Intel Inside che mi preoccupa, non credi??


'zzo.... non capisco cosa dici.... e' grave ?!?
karplus12 Settembre 2002, 14:09 #9

Re:

se hai una k7s5a rev 1.x non é ufficialmente compatibile con xp/thoro e morgan, se hai una rev 3.x é ufficialmente compatibile con xp/thoro e morgan.

La tua é una rev 1.x se l'hai comprata un annetto fa,
cmq cerca fra gli slot pci il numero della rev oppure cerca l'etichetta "xp ready" vicino al socket.

Sicuramente funziona anche un barton su tale mobo, ma non lo dovresti far girare downcloccato, visto che i 166/166 non funzionano anche se il chipset li supporta
karplus12 Settembre 2002, 14:10 #10

pardon

intendevo dire che il barton potrebbe girare SOLO downcloccato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^