AMD e Intel si incontrano in tribunale

AMD e Intel si incontrano in tribunale

I due colossi dei processori si sono incontrati in tribunale per fissare le date sulla durata della causa in materia di concorrenza sleale

di pubblicata il , alle 16:07 nel canale Processori
IntelAMD
 

Nella giornata di ieri AMD e Intel si sono incontrarte per la prima volta in tribunale nell'ambito della causa per concorrenza sleale mossa dall'azienda di Sunny Vale al colosso di Santa Clara. Durante l'incontro le due parti hanno discusso per trovare un accordo sulla durata del caso, cercando di fissare alcune scadenze.

Innanzitutto per limitare la divulgazione delle informazioni, al fine di proteggere i segreti industriali, sarà emessa un'ordinanza del tribunale il prossimo 22 Maggio. Le parti si incontreranno ancora nel mese di Settembre per accordarsi sulla data del processo mentre il termine ultimo per la produzione di documentazione è stato fissato il 31 Dicembre 2006.

Le deposizioni avranno luogo durante tutto il 2007, mentre il processo sarà avviato nel corso del 2008. AMD spera che l'inizio del processo venga fissato entro i primi tre mesi del 2008, mentre Intel preferisce allungare l'attesa fino al mese di settembre.

Charles P. Diamond, principale avvocato di AMD, non ha certo impiegato giri di parole per commentare il caso, dichiaranto che "i fatti attorno a questo caso sono molto chiari. Attraverso un percorso globale di abuso di posizione dominante Intel ha danneggiato i produttori di computer e i consumatori aumentando i prezzi, limitando la scelta e soffocando l'innovazione".

Fonte: Techreport

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

79 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
subrahmanyam21 Aprile 2006, 16:12 #1
le accuse di amd sembrano davvero circostanziate. e per intel sono cazzy
prevedo che tutto si risolverà con un bel risarcimento milionario prima della sentenza
fukka7521 Aprile 2006, 16:19 #2
Concorrenza sleale alzando i prezzi? c'è qualcosa che non mi torna ...
LCol8421 Aprile 2006, 16:21 #3
Forza AMD! Che giustizia sia fatta! Se realmente Intel ha fatto il "magna magna" è giusto che paghi salato.
Detto questo cmq mi comprerò lo stesso il conroe...
Erfico21 Aprile 2006, 16:21 #4
Oppure AMD ci lascia le penne
Spyto21 Aprile 2006, 16:22 #5
Mentre i prezzi di AMD adesso sono bassi
rdv_9021 Aprile 2006, 16:23 #6
io sono di parte (AMD ), ma non mi sembra che intel abbia fatto ste grandi cose illegali... è la + venduta e se vuole può anche aumentare i prezzi o lanciare al mercato anche un solo processore alla volta... la cosa brutta è che non molti utonti sanno che amd esista... e che per adesso abbia fatto processori migliori
BoB X221 Aprile 2006, 16:28 #7
quoto subrahmanyam, con un grosso risarcimento tornerà tutto come prima anche se qualcuno perderà la sua fiducia in Intel...
jp7721 Aprile 2006, 16:29 #8
la situazione è un pò più complicata non è solo questione di tenere i prezzi alti a nostro discapito ma Intel è stata accusata di far pressioni su altre società perchè non vendessero sistemi con cpu AMD
Marinocorse.it21 Aprile 2006, 16:33 #9
La causa nn è per l'aumento dei prezzi!! ma per gli accordi commerciali tipo DELL e altre case che non dovevano vendere macchine amd per avere degli sconti supplementari sulla fornitura fatta da intel!
vago21 Aprile 2006, 16:34 #10
dipende da cosa si intende per pressioni...

si parla cmq di "contratti" tra privati e privati quindi portando ad esempio il discorso degli appalti, chi offre prezzo minore ha la meglio , se questa e' la pressione allora bah mi sembra na grossa bolla, se c'e' altro sotto si vedrà nei prossimi mesi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^