AMD alle prese con un'azione legale: troppi core quelli indicati?

AMD alle prese con un'azione legale: troppi core quelli indicati?

Aperta in nord America un'azione legale verso AMD, rea di aver indicato per le proprie CPU della famiglia Bulldozer un numero di core doppio rispetto a quelli effettivamente presenti secondo l'accusa

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:31 nel canale Processori
AMDFXOpteron
 

AMD è alle prese con una class action, aperta da Tom Dickey presso la U.S. District Court for the Northern District of California, San Jose Division, incentrata sulle caratteristiche tecniche dei propri processori della famiglia Bulldozer.

Secondo l'acquirente che ha avviato l'azione legate di risarcimento, AMD avrebbe promosso in modo non corretto le caratteristiche tecniche delle proprie soluzioni della famiglia Bulldozer indicando un numero di core doppio rispetto a quelli realmente presenti. I processori della gamma FX a 8 core, pertanto, integrerebbero al proprio interno 4 core e non gli 8 indicati da AMD.

Alla base di questa considerazione l'architettura implementata da AMD per i processori Bulldozer, nei quali troviamo quelli che sono definiti come "moduli Bulldozer" all'interno dei quali trovano posto due core distinti che utilizzano in condivisione una unità di calcolo in virgola mobile (Floating Point Unit), oltre alle unità dedicate al fetch e al decode. AMD ha scelto di identificare il numero di core integrati in questi processori contandone i core integer, quindi 2 core per ogni modulo Bulldozer; secondo l'accusa, invece, AMD deve considerare che ogni moduli Bulldozer integri al proprio interno un singolo core in virtù delle unità condivise.

Un'azione legale di questo tipo implica che una corte debba identificare con precisione che cosa sia un core, e da questo derivare se AMD abbia o meno comunicato in modo corretto il numero di core presenti nei propri processori. Ma la definizione precisa e univoca di cosa sia un core in una moderna microarchitettura di processore è operazione tutt'altro che semplice, per giunta facendo in modo che tale definizione sia semplice e facilmente comprensibile a tutti.

Vedremo nel corso dei prossimi mesi se l'azione legale porterà a riconoscere AMD colpevole di non aver correttamente rappresentato le caratteristiche tecniche dei propri processori della famiglia Bulldozer, e da questo quali danni dovrà pagare. Segnaliamo come la futura generazione di processori AMD, indicata con il nome in codice di Zen, prevede una architettura di tipo classico con una unità di calcolo in virgola mobile abbinata ad ogni unità integer o core.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7709 Novembre 2015, 10:39 #1
Un altro parassita che vuole arricchirsi speculando sulle spalle di chi lavora. Che sciacallo.

Hanno contato i core integer per poter dire otto invece che quattro. Si chiama marketing e allora? Ho visto ampiamente di peggio.
Che siano quattro, otto o trentadue sono comunquesia i test a dire quale sia la potenza effettiva.
Bivvoz09 Novembre 2015, 10:45 #2
"Core" non è secondo me una definizione specifica e può cambiare in base all'architettura.

Nello specifico, sempre secondo me, è corretto definire i moduli e che ogni modulo abbia 2 core.
È vero che non sono 2 core completi, come lo intende intel per esempio, ma è anche vero che 1 modulo è molto più di 1 core.

Quindi non ha senso prendersela con AMD per come decide di contare i core, perchè la definizione "core" è mutevole.
MCMXC09 Novembre 2015, 10:50 #3
Il rispetto verso i clienti sta diminuendo sempre di più...
devilred09 Novembre 2015, 10:53 #4
dopo le slide arrivano gli avvocati.
OptimusAl09 Novembre 2015, 10:57 #5
Originariamente inviato da: devilred
dopo le slide arrivano gli avvocati.


Ed a seguire i troll
gd350turbo09 Novembre 2015, 10:59 #6
L'America...
Che bel paese...
Uno si alza la mattina e dice, massì dai, oggi faccio una class action, perchè il caffelatte era a 41 gradi anzichè 40 !
randy8809 Novembre 2015, 11:15 #7
Originariamente inviato da: gd350turbo
L'America...
Che bel paese...
Uno si alza la mattina e dice, massì dai, oggi faccio una class action, perchè il caffelatte era a 41 gradi anzichè 40 !


Sempre meglio di un paese come l'Italietta, in cui non puoi denunciare neanche la gang di spacciatori sotto casa, o il tipo che ogni giorno passa a 200km/h con la moto sotto casa tua, da tipo 7 anni a questa parte.

E poi le Class Action si possono perdere eh.... Se AMD ha ragione, semplicemente vincerà la causa e spennerà questo pirla.
PaulGuru09 Novembre 2015, 11:18 #8
Questa azione è una cavolata, basata sulla loro stessa ignoranza.

Detto questo AMD è da anni che prende in giro gli utenti con le loro slide, anche se questa azione è per basata su una causa sbagliata, una punizione per AMD ci vuole.

E' da 9 anni che continuano a sfornare slide dove dicono che i loro prodotti sono meglio di quel che poi son nella realtà ( senza contare le famigerate slide non ufficiali che mandano in giro in modo anonimo ), ma addirittura ci sono stati molti ritardi saputi da prima ma comunicati sempre all'ultimo momento.
Allo scopo ogni volta di invogliare l'utente a posticipare l'acquisto dei prodotti rivali, salvo poi rimanere deluso ( come sempre ).
Goofy Goober09 Novembre 2015, 11:19 #9
Ma la causa per la 970GTX da 3.5gb powa + 0.5gb barbons l'avevano fatta?

gd350turbo09 Novembre 2015, 11:20 #10
Bè il tipo non denuncia il motociclista, ma che secondo lui la definizione di core che usa amd non è corretta...
Sono due cose differenti !

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^