Alder Lake, nel futuro di Intel c'è la Hybrid Technology anche su desktop

Alder Lake, nel futuro di Intel c'è la Hybrid Technology anche su desktop

Alder Lake, progetto che dovrebbe debuttare tra il 2021 e il 2022, dovrebbe introdurre anche in ambito desktop la Hybrid Technology di Intel presentata sui notebook con Lakefield. Le indiscrezioni circolavano da tempo, ma nuove informazioni sembrano confermare la svolta.

di pubblicata il , alle 19:01 nel canale Processori
IntelCore
 
27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7714 Luglio 2020, 23:44 #11
Originariamente inviato da: coschizza
Ma non sappiamo quale sia il target, se le fanno vuol dire che hanno domanda


Questo non lo sappiamo, le cantonate le prendono pure alla Intel, non è certo la prima volta.
Io una CPU così per il mio pc non la predenderei di partenza, andrei su latro di sicuro.
cdimauro15 Luglio 2020, 06:29 #12
Mi riquoto:
Originariamente inviato da: cdimauro
L'unica cosa è che Intel potrebbe utilizzare lo stesso core sia sua desktop sia su mobile: allora avrebbe senso. Visto che i core a basso consumo in più ci sono comunque, tanto vale usarli anche in ambito desktop.
calabar15 Luglio 2020, 11:46 #13
@cdimauro
Beh oddio, quei core per quanto più piccoli un po' di spazio sul die lo occupano comunque, non so quanto l'idea del riciclo possa avere senso.

Piuttosto sembra un lavoro fatto a metà: se ti trovi nella situazione di utilizzare tutti i core le istruzioni presenti solo nei core ad alte prestazioni non possono essere utilizzate, e questa è una grande limitazione.
Immagina infatti lo scenario in cui utilizzi un software che richiede le massime prestazioni e quindi sfrutti le istruzioni avanzate, potresti far girare sistema e task in background sui core piccoli e lasciare i core grossi a disposizione del software che richiede prestazioni. E invece no, non potendo usare le istruzioni avanzate di questi ultimi, rimani fregato.

PS: a me l'idea di risparmiare qualche watt in idle sul desktop non dispiace affatto, considerando che ho PC che stanno in idle la maggior parte del tempo. Ma forse per quello bastano uno o due core a basso consumo, non ne servono otto.
Gringo [ITF]15 Luglio 2020, 11:51 #14
Io la vedo buona invece come soluzione, purchè la modalità a basso consumo sia spiazzante, come avviene sui chip ARM, con un consumo in basse prestazioni di una manciata di Watt tipo 8/16w se non elabora con un bel server multimediale per la rete di casa, PC acceso 18h/24h se non adirittura h24.
Unico NEO.... TROPPO LIMITATI massimo 16Core.... avrebbe senso se esistesse una logica per cui li usasse realmente tutti e 16 e si smistasse il lavoro...
Ma sospetto che potrà usare... solo 8 core in contemporanea.
Unrue15 Luglio 2020, 15:41 #15
In pratica si torna ai coprocessori matematici.
cdimauro16 Luglio 2020, 07:31 #16
Originariamente inviato da: calabar
@cdimauro
Beh oddio, quei core per quanto più piccoli un po' di spazio sul die lo occupano comunque, non so quanto l'idea del riciclo possa avere senso.

Piuttosto sembra un lavoro fatto a metà: se ti trovi nella situazione di utilizzare tutti i core le istruzioni presenti solo nei core ad alte prestazioni non possono essere utilizzate, e questa è una grande limitazione.
Immagina infatti lo scenario in cui utilizzi un software che richiede le massime prestazioni e quindi sfrutti le istruzioni avanzate, potresti far girare sistema e task in background sui core piccoli e lasciare i core grossi a disposizione del software che richiede prestazioni. E invece no, non potendo usare le istruzioni avanzate di questi ultimi, rimani fregato.

PS: a me l'idea di risparmiare qualche watt in idle sul desktop non dispiace affatto, considerando che ho PC che stanno in idle la maggior parte del tempo. Ma forse per quello bastano uno o due core a basso consumo, non ne servono otto.

Originariamente inviato da: Gringo [ITF]
Io la vedo buona invece come soluzione, purchè la modalità a basso consumo sia spiazzante, come avviene sui chip ARM, con un consumo in basse prestazioni di una manciata di Watt tipo 8/16w se non elabora con un bel server multimediale per la rete di casa, PC acceso 18h/24h se non adirittura h24.
Unico NEO.... TROPPO LIMITATI massimo 16Core.... avrebbe senso se esistesse una logica per cui li usasse realmente tutti e 16 e si smistasse il lavoro...
Ma sospetto che potrà usare... solo 8 core in contemporanea.

Il nocciolo è che se realizzi UN solo die per coprire sia il segmento mobile sia quello desktop, quegli 8 core in più a basse prestazioni le hai comunque.

I produttori di processori hanno spesso un solo design/die che viene poi "personalizzato" in base al mercato in cui va a finire. Si fa così per economia di scala: progettare SPECIFICI processori per SPECIFICI segmenti di mercato è di gran lunga più costoso.

Per cui inutile impuntarsi contro la presenza di questi core addizionali.

L'unica cosa sarebbe poterli usare, eventualmente, ANCHE in ambito desktop.
demon7716 Luglio 2020, 09:58 #17
Originariamente inviato da: cdimauro
Il nocciolo è che se realizzi UN solo die per coprire sia il segmento mobile sia quello desktop, quegli 8 core in più a basse prestazioni le hai comunque.

I produttori di processori hanno spesso un solo design/die che viene poi "personalizzato" in base al mercato in cui va a finire. Si fa così per economia di scala: progettare SPECIFICI processori per SPECIFICI segmenti di mercato è di gran lunga più costoso.

Per cui inutile impuntarsi contro la presenza di questi core addizionali.

L'unica cosa sarebbe poterli usare, eventualmente, ANCHE in ambito desktop.


Scusa però fin ad ora le cpu mobile di intel sono comunque differenti tra desktop e mobile. Perchè qui dovrebero portarsi questi core a bassa potenza anche su desktop?
calabar16 Luglio 2020, 10:13 #18
Originariamente inviato da: cdimauro
Il nocciolo è che se realizzi UN solo die ...
... I produttori di processori hanno spesso un solo design/die che viene poi "personalizzato" ...

Certamente, ma la domanda è un'altra: ha senso per un'azienda come Intel realizzare un solo die con tanto "spreco" (si fa per dire) di silicio in produzione?
Intel ha sicuramente risorse e volumi per due progetti separati.

Inoltre è da vedere se questi piccoli core facciano parte dei "mattoncini" che è possibile mettere o togliere personalizzando il die è siano fortemente integrati insieme ai core ad alte prestazioni. In quest'ultimo caso sarebbero sicuramente più difficili da rimuovere, ma il dualismo che sembra esserci nel processore da l'impressione che si tratti di aree ben distinte.

Ad ogni modo come dicevo è una scelta che non mi dispiacerebbe, anche solo per avere consumi ridotti magari di 10-15W in idle, ma senza la possibilità di usare i diversi tipi di core con tutte le loro caratteristiche contemporaneamente mi sa di una soluzione castrata.
Mparlav16 Luglio 2020, 11:09 #19
Visto che per Intel i programmi più utilizzati al mondo sono questi:
Link ad immagine (click per visualizzarla)

non è sbagliato pensare che bastino quasi sempre 8 core più "semplici ed efficienti" per gestirli.
Ma nella stessa logica non mi servirebbe nemmeno un top 8c/16t + 8 core con TDP teorico da 125W, ma un i3 4c/8t da 35W che costa 1/4.

Finchè parliamo di cpu mobile la strategia ci sta', con configurazioni 2+8, 4+8 o 8+8, ma nei desktop non hanno senso.
cdimauro17 Luglio 2020, 07:29 #20
Originariamente inviato da: demon77
Scusa però fin ad ora le cpu mobile di intel sono comunque differenti tra desktop e mobile. Perchè qui dovrebero portarsi questi core a bassa potenza anche su desktop?

Perché sono differenti? Lo stesso core / design viene usato per i diversi settori (desktop, mobile).
Originariamente inviato da: calabar
Certamente, ma la domanda è un'altra: ha senso per un'azienda come Intel realizzare un solo die con tanto "spreco" (si fa per dire) di silicio in produzione?

Sì, ha senso, ed è quello che fa.
Intel ha sicuramente risorse e volumi per due progetti separati.

I progetti separati ci sono, infatti, ma riguardano processori con un certo numero (diverso) di core.

Faccio un esempio astratto (perché non ricordo quali sono i progetti base). Intel realizza un progetto base con 4 core, un altro con 8 core, un altro ancora con 12 core, un altro con 18, ecc.. Queste sono le basi, ma poi prende quello da 4 core, ne disabilita due (che magari non funzionano) e vende il chip come Celeron due core. E così via anche con gli altri progetti base.

Ma Intel non può certo mettersi con un singolo progetto per ogni singolo diverso tipo di processore che vende: è assolutamente antieconomico.

D'altra parte è anche giusto che sia così, perché i chip che escono dallo stesso wafer non sono tutti gli stessi: ci sono quelli con migliori prestazioni e meno difetti (al centro del wafer), e così via quelli con minori prestazioni e/o più difetti (ai bordi).

In questo modo differenza la sua offerta senza spendere una barca di soldi in sviluppo.
Inoltre è da vedere se questi piccoli core facciano parte dei "mattoncini" che è possibile mettere o togliere personalizzando il die è siano fortemente integrati insieme ai core ad alte prestazioni. In quest'ultimo caso sarebbero sicuramente più difficili da rimuovere, ma il dualismo che sembra esserci nel processore da l'impressione che si tratti di aree ben distinte.

I core non si rimuovono: semplicemente si disabilitano (col laser, se non erro).
Ad ogni modo come dicevo è una scelta che non mi dispiacerebbe, anche solo per avere consumi ridotti magari di 10-15W in idle, ma senza la possibilità di usare i diversi tipi di core con tutte le loro caratteristiche contemporaneamente mi sa di una soluzione castrata.

Nemmeno a me dispiacerebbe, visto che il PC sta per lo più a girarsi i pollici.

E' soltanto quando lancio un task pesante che ho bisogno di core a prestazioni elevate.

Power-budget permettendo, l'ideale sarebbe farli lavorare tutti quando c'è il massimo carico (magari riservando i core piccoli soltanto per far girare i processi del s.o. e altre piccole applicazioni).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^