Alcune info sui processori Opteron

Alcune info sui processori Opteron

Informazioni riguardanti la marchiatura dei nuovi processori AMD

di pubblicata il , alle 15:57 nel canale Processori
AMD
 

Sul sito web Xbitlabs sono stati riportati alcuni dettagli riguardanti i codici del nuovo processore AMD Opteron che, secondo quanto riportato nella recente roadmap ufficiale, dovrebbe essere rilasciato nella seconda metà del mese di Aprile. Le prime versioni rilasciate avranno frequenze di 1.40, 1.60 e 1.80GHz, mentre la versione a 2.0GHz sarà lanciata più tardi a data da definirsi.

Vediamo ora alcune informazioni riguardanti la marchiatura dei processori Opteron:

-Logo 1: AMD Trademark Logo
-Logo 2: AMD Logo
-Text 1: Ordering Part Number
-Text 2: Codici interni e data
-Text 3: Numero Seriale
-Text 4: Diritti di Copyright
-Text 5: Paese di produzione

Con la serie di processori Opteron, anche AMD stamperà il numero seriale sui processori high-end esattamente come Intel per la famiglia di processori Itanium ed Itanium 2.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
-=Savio=-03 Febbraio 2003, 16:18 #1
Embè? Voglio i test !!!!!!!!
Giouncino03 Febbraio 2003, 16:20 #2
un po' bassine le frequenze Speriamo in un rapido aumento di Mhz, soprattutto del Bus! sono stufo di moltiplicatori da 12 a 20!!!!!
kenzok7703 Febbraio 2003, 16:29 #3
Ecco un altro "malato di Mhz"!
L'iportante e' che performi; per sapere di quanti Mhz abbia bisogno per umiliare il piu' veloce dei P4 lo sapremo solo dopo i primi bench purtroppo.
Giouncino03 Febbraio 2003, 16:42 #4
non sono malato di Mhz semplicemente i Mhz di lancio nn sono molto elevati, e soprattutto vorrei avere dei moltiplicatori bassi, sono quelli che fanno la differenza, oltre alle varie ottimizzazioni
GHz03 Febbraio 2003, 16:53 #5
Vero, i Mhz non sono tutto, però AMD sta un pò esagerando....aumenta la cache, diminuisce la freq, aumenta il bus, e diminuisce la freq (ovviamente rimanendo sempre con lo stesso moddelng number!)
Se si continua così si rimane fermi a 2 GHz......
Mah...vedremo....
ciao,
GHz!
Pinco Pallino #103 Febbraio 2003, 17:01 #6
La Motorola deve limitarsi a fare i telefonini.
I risultati deludenti della sua tecnologia hanno quasi messo in ginocchio AMD.
Per questo non riescono a spingere il K8 come previsto e lo hanno fatto slittare ulteriormente.
Adesso hanno siglato un accordo con IBM che ha una migliore implementazione del SOI.
metrino03 Febbraio 2003, 17:25 #7

MHz

Ma chi ha detto che + MHz è meglio?
Che io sappia i MHz definiscono il numero di cicli di clock nell'unità di tempo (2GHz = 2 Giga cicli di clock al secondo). Ma x ogni ciclo di clock possono essere eseguite + operazioni. Inoltre aumentare la frequenza senza modificare il processo produttivo e la distanza tra i transistor si traduce in aumento di consumo e di calore.
Cos'è che non ho capito?
ellerix03 Febbraio 2003, 17:48 #8
Più che altro c'è un limite fisico ai megahertz per una data architettura, è possibile superarlo solo usando una tecnologia migliore (MOS più piccoli). Il consumo cresce in maniera più o meno lineare con la frequenza, così come scende in maniera lineare con le dimensioni dei transistor. Quindi a parità di architettura se si diminuisce la dimensione ma si aumentano le frequenze il consumo è tale e quale.

ciao
manuele.f03 Febbraio 2003, 18:32 #9
qui si è gia a 8 vie?
biskot8403 Febbraio 2003, 18:39 #10
semplicemente amd e intel hanno adottato due strategie diverse: la prima spreme quanto possibile ogni mhz, mentre la seconda ha deciso di alzare le frequenze fino a quando l'architettura permette( si veda per esempio la pipeline: amd 15 stadi, intel 20)
ciaoz

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^