A inizio Q4 le prime cpu AMD a 45 nanometri

A inizio Q4 le prime cpu AMD a 45 nanometri

Questo l'impegno del nuovo CEO di AMD, Dirk Meyer, in anticipo rispetto a quanto inizialmente indicato dal produttore

di pubblicata il , alle 12:08 nel canale Processori
AMD
 

La scorsa settimana è stata ricca di vari annunci da parte di AMD: prima la preview della prossima generazione di schede video ATI Radeon HD 4870 X2, soluzioni dual GPU che andranno ad occupare il segmento top di gamma del mercato.

A seguire AMD ha reso pubblici i propri risultati finanziari trimestrali, evidenziando una nuova perdita alla quale si affianca una consistente svalutazione delle proprie attività legate alla produzione di componenti per dispositivi handheld e digital TV provenienti dall'acquisizione ATI, rivelatasi non capaci di generare fatturato e profitto in modo allineato a quanto inizialmente stimato. AMD ha inoltre annunciato il cambio alla posizione di comando, con la nomina del nuovo CEO Dirk Meyer che ha preso il posto del motlo discusso Hector Ruiz.

Nel corso di una conferenza stampa di commento con gli analisti finanziari, Dirk Meyer è intervenuto a commentare la migrazione di AMD alla tecnologia produttiva a 45 nanometri, attesa da molti in quanto con essa il produttore americano potrebbe in parte risollevare la propria posizione nel settore delle cpu sia per sistemi desktop che per quelli server.

Meyer ha precisato che il debutto delle prime cpu a 45 nanometri per la commercializzazione sul mercato avverrà ad inizio del quarto trimestre 2008: questo implica il mese di Ottobre 2008, con un possibile spostamento a Novembre 2008. Al momento attuale AMD sta producendo questi processori, ancora in fase di test, all'interno delle proprie fonderie produttive di Dresda: parliamo delle soluzioni Phenom quad core note con il nome in codice di Shanghai, che implementeranno non solo la nuova tecnologia produttiva ma anche un incremento a 6 Mbytes della cache L3 e varie migliorie miranti a incrementare l'IPC, instruction per clock, di questi processori.

Le stime attuali prevedono un completo passaggio alla produzione a 45 nanometri per le soluzioni AMD a partire dalla metà del 2009; in genere l'adozione di una nuova tecnologia produttiva richiede un tempo compreso tra 9 e 12 mesi prima di poter essere effettivamente utilizzata all'interno di tutte le linee di produzione a pieno regime.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ramarromarrone22 Luglio 2008, 12:12 #1

45nm + cache maggiorata + ipc migliorato

probabilmente non sarà sufficiente a eguagliare i processori intel, ma cmomunque sarà un passo in avanti
cOREvENICE22 Luglio 2008, 12:17 #2
Caleranno di prezzo gli attuali Phenom ho andranno fuori produzione?
ghiltanas22 Luglio 2008, 12:22 #3
intel nel frattempo avrà già iniziato la vendita dei nehalem...amd apparte la riduzione del processo produttivo deve sfornzare qualcosa di veramente serio per impensierire intel
Xile22 Luglio 2008, 12:22 #4
Spero nella rinascita.
Immortal22 Luglio 2008, 12:31 #5
speravo che uscissero prima. Se tardano, speriamo che gli incrementi che avranno siano consistenti..
Alex2322 Luglio 2008, 12:31 #6
Pure io spero nella rinascita da parte di AMD con queste cpu da 45nm...
Così potrò finalmente aggiornare il mio fidato 5600+....
Mparlav22 Luglio 2008, 12:35 #7
Se seguono la stessa sequenza di debutto dell'anno scorso, consegneranno tra settembre ed ottobre le prime cpu server, ed a seguire a novembre e dicembre, i modelli desktop, almeno di fascia alta.

Penso che tra Intel ed Amd ci saranno dei buoni affari sotto Natale tra i quad core, e sotto i 200 euro.
Più dell'IPC, il problema più importante da risolvere è quello dei consumi: se riescono persino a battere Intel da questo punto di vista, riusciranno a rosicchiare importanti quote di mercato.
beppe9022 Luglio 2008, 12:41 #8
spero che amd possa rifarsi e far vedere qnto vale....

infondo grazie all'acquisto di ati abbiamo visto cosa amd/ati è riuscita a combinare ad nvidia con la serie 48xx...

speriamo che adesso riesca a mostrarsi anke sotto il profilo processori...

forza AMD!!!
Cappej22 Luglio 2008, 12:58 #9
.... a mio parere il problema non è SOLO nella CPU... è nei chipstet... fin tanto non creeranno piattaforme CONCORRENZIALI a quelle di Intel... I phenom non decollaranno mai... anche perchè... se vuoi un crossfire lo fai con un intel... quindi cìè la necessità di creare qualcosa di DAVVERO INNOVATIVO, magari non solo in prestazioni, ma anche in consumo, in ovecloclock.. o quello che vogliono loro tale da invogliare le persone a CORRERE il RISCHIO di sotituire una piattaforma come quella Intel, che ad oggi, credo essere la migliore in assoluto...
Un po' come per il progetto PUMA! A mio parere turion+puma ha i numeri per invogliare il consumatore e competere con Centrino...Ma al momento per Phenom i presupposti... purtroppo... non ci sono...
che dire...
bongo7422 Luglio 2008, 13:17 #10
[FONT="Palatino Linotype"]dobbiamo anche dire che intel cambiera' a breve il socket, quindi chi comprera' Intel ora, vedra' svalutato di molto il sistema, si a livello di prezzo , sia a livello di update BIOS, sia di driver ecc..

il 775 non è durato troppo poco?

[COLOR="Red"]In ogni caso, quando si chiudera' la linea Sempron LE single.core?[/COLOR][/FONT]

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^