Windows nativo sui Mac con chip M1? La decisione spetta a Microsoft

Windows nativo sui Mac con chip M1? La decisione spetta a Microsoft

Nessun veto da parte di Apple sul fatto che Windows giri nativamente sui nuovi Mac con chip M1 proprietario. Secondo Craig Federighi, sta a Microsoft decidere il da farsi, i sistemi sono perfettamente in grado di supportare il sistema operativo.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Apple
AppleMicrosoftWindowsiMacMac ProMacBook
 

Apple ha portato sul mercato nei giorni scorsi i nuovi Mac con microprocessore proprietario M1 e il mondo del software si muovendo per adeguarsi alla nuova piattaforma hardware. Se si guarda a Windows, al momento non è possibile installare il sistema operativo sui nuovi sistemi Apple, e non c'è una funzionalità come Boot Camp. Cambierà qualcosa in futuro?

Interrogato in merito da Ars Technica, il vicepresidente senior della divisione Software Engineering di Apple Craig Federighi, ha spostato la palla nel campo di Microsoft, affermando che dipende da loro il futuro di Windows sui Mac. "Dipende davvero da Microsoft. Abbiamo le tecnologie di base per permettergli di farlo, per far girare la loro versione ARM di Windows, la quale a sua volta supporta le applicazioni x86. Questa è una decisione che deve prendere Microsoft, ossia portare in licenza quella tecnologia affinché gli utenti possano eseguirla su questi Mac. I sistemi sono in grado di farlo".

Federighi ha spiegato che una versione di Windows "nel cloud" potrebbe essere una soluzione per il futuro, qualora Microsoft non volesse prendersi la briga di far girare Windows nativamente sui sistemi della Mela. Al momento il principale impedimento è il fatto che Windows per ARM non è offerto in licenza ai consumatori, ma solo ai produttori di sistemi. Per l'immediato esiste CrossOver 20, che consente di far girare software x86 per Window sui Mac M1 usando Rosetta 2.

Il dirigente ha anche spiegato infine macOS è oggi un sistema "universale", nel senso che non è stato creato un "fork" del sistema diverso per i Mac con CPU M1 e quelli con processori Intel. "Non c'è una versione M1 di macOS e una differente per Intel. Gli installer sono gli stessi, si tratta dello stesso ramo. […] È un progetto unico e continuerà ad esserlo", ha dichiarato confermando il pieno supporto ai Mac con CPU Intel nei prossimi anni.

89 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch21 Novembre 2020, 10:03 #1
Una affermazione provocatoria... non tanto nei confronti di Microsoft ma soprattutto verso Intel!
Saturn21 Novembre 2020, 10:08 #2
Ecco, spero vivamente per Microsoft che ci pensi molto bene. Io fossi in loro NON rinuncerei assolutamente a questa opportunità. Sono veramente interessato dal chip M1 e se avessi la certezza di poter avere per questioni di compatibilità anche un Windows 10 in dual boot, l'anno prossimo potrei persino prendere in considerazione l'acquisto di un Mac. Logicamente spendendo parecchio visto che dovrò puntare subito alla massima quantità di ram e spazio per l'archiviazione. Ma finalmente dopo anni di stradominio Intel, tra AMD e Apple si comincia ad avere una buona varietà di scelta. Ripeto tutto sta a Microsoft ora.
RaZoR9321 Novembre 2020, 10:18 #3
Stiamo parlando della Microsoft di Nadella. Zero dubbi che il supporto arriverà.
dwfgerw21 Novembre 2020, 10:38 #4
Da ieri ho tra le mani l’air m1. Io sono letteralmente esterrefatto da questo sistema. Lo sto torchiando con video 4k ed illustrator, la transizione tra app native m1( tutte quelle che utilizzavo per il mio workflow sono gia aggiornate) e quelle x86 è praticamente trasparente non ci si accorge di nulla. Lo uso con schermo 4k esterno, e la scocca è fredda.. se penso che siamo stati anni con intel e con i suoi miseri incrementi del 5-10% di ipc ad ogni gen, con fornetti che facevano andare a palla la ventola.. bah.. Apple ha dato una scossa incredibile al settore. Questi ora sono “veri” mac, con più nulla di intel dentro ma completamente differenziati dal resto del settore.
Ragerino21 Novembre 2020, 10:41 #5
Originariamente inviato da: Saturn
Ecco, spero vivamente per Microsoft che ci pensi molto bene. Io fossi in loro NON rinuncerei assolutamente a questa opportunità. Sono veramente interessato dal chip M1 e se avessi la certezza di poter avere per questioni di compatibilità anche un Windows 10 in dual boot, l'anno prossimo potrei persino prendere in considerazione l'acquisto di un Mac. Logicamente spendendo parecchio visto che dovrò puntare subito alla massima quantità di ram e spazio per l'archiviazione. Ma finalmente dopo anni di stradominio Intel, tra AMD e Apple si comincia ad avere una buona varietà di scelta. Ripeto tutto sta a Microsoft ora.


Non acquisterò mai in vita mia una mac per la politica trashissima ed ipocrita di fare computer completamente saldati ed impossibili da riparare. Poi non mettono il caricatore per 'salvare l'ambiente'. Compri un pc da 2000€, poi ti muore l'SSD fuori garanzia, e butti tutto nella spazzatura. Bella prospettiva, considerando che ho ancora portatili di 10 anni che sono utilizzabili, espandendo la ram e cambiando il disco.

Francamente fossi in Microsoft non avvantaggerei la concorrenza. Ma conoscendoli, sicuramente ci sarà il supporto.
pengfei21 Novembre 2020, 10:45 #6
Originariamente inviato da: dwfgerw
Da ieri ho tra le mani l’air m1. Io sono letteralmente esterrefatto da questo sistema. Lo sto torchiando con video 4k ed illustrator, la transizione tra app native m1( tutte quelle che utilizzavo per il mio workflow sono gia aggiornate) e quelle x86 è praticamente trasparente non ci si accorge di nulla. Lo uso con schermo 4k esterno, e la scocca è fredda.. se penso che siamo stati anni con intel e con i suoi miseri incrementi del 5-10% di ipc ad ogni gen, con fornetti che facevano andare a palla la ventola.. bah.. Apple ha dato una scossa incredibile al settore. Questi ora sono “veri” mac, con più nulla di intel dentro ma completamente differenziati dal resto del settore.


Per ristabilire l'equilibrio dell'universo a me l'Air M1 è appena andato in crash, blocco e riavvio
mattewRE21 Novembre 2020, 10:59 #7
Originariamente inviato da: Ragerino
Non acquisterò mai in vita mia una mac per la politica trashissima ed ipocrita di fare computer completamente saldati ed impossibili da riparare. Poi non mettono il caricatore per 'salvare l'ambiente'. Compri un pc da 2000€, poi ti muore l'SSD fuori garanzia, e butti tutto nella spazzatura. Bella prospettiva, considerando che ho ancora portatili di 10 anni che sono utilizzabili, espandendo la ram e cambiando il disco.

Francamente fossi in Microsoft non avvantaggerei la concorrenza. Ma conoscendoli, sicuramente ci sarà il supporto.



Uso come computer principale un MacBook Air mid 2013.
Pagato 1100€ nel 2013, rivendibile oggi a circa 1/3 del prezzo.
In 7 anni non ho dovuto mai cambiare i componenti e è ancora una macchina più che buona per utilizzo domestico. Sicuramente un paio di anni ancora lì faccio.
Sinceramente, almeno che non stiamo configurando workstation, non vedo così importante l’aggiornamento dei componenti. Sarebbe cosa gradita, ma di certo non è un fattore bloccante all’acquisto.
Considererei invece che i prodotti appena usciti sono ottimi e a un prezzo ragiono le, viste le prestazioni offerte.
Ragerino21 Novembre 2020, 11:21 #8
Originariamente inviato da: mattewRE
Uso come computer principale un MacBook Air mid 2013.
Pagato 1100€ nel 2013, rivendibile oggi a circa 1/3 del prezzo.
In 7 anni non ho dovuto mai cambiare i componenti e è ancora una macchina più che buona per utilizzo domestico. Sicuramente un paio di anni ancora lì faccio.
Sinceramente, almeno che non stiamo configurando workstation, non vedo così importante l’aggiornamento dei componenti. Sarebbe cosa gradita, ma di certo non è un fattore bloccante all’acquisto.
Considererei invece che i prodotti appena usciti sono ottimi e a un prezzo ragiono le, viste le prestazioni offerte.



Parlo più in termini di riparabilità che di aggiornamento puro e semplice. Non c'è aluna ragione reale al di là della pura e semplice avidità, nel fare tutti i componenti saldati (specie la memoria e storage).
Tu sei fortunato perche non hai mai avuto un guasto. Ma sai come si dice, le cose funzionano fintantoché non si rompono.

I loro nuovi 'computer' sono praticamente dei cellulari, ma fatti a pc, nel senso che è tutto un SOC, se qualcosa si rompe, butti via tutto.
Mi dispiace, ma non ci sto. Non c'è alcuna ragione nel fare prodotti simili quando non hai problemi di spazio - non è un telefono appunto.
Il problema è che gli altri produttori potrebbero seguirli, e questa cosa mi fa paura.
demon7721 Novembre 2020, 11:26 #9
Qui non si tratta tanto di fare windows nativo su M1.. qui si tratta di tirare fuori ufficiale e certificato windows nativo su ARM.

Credo sia piuttosto evidente che siamo all'inizio di una poderosa intrusione delle CPU ARM nell'ambito di utilizzo tipicamente coperto da windows.
Alla MS sarebbero ben fessi a non prendere immediati provvedimenti.
Rubberick21 Novembre 2020, 11:52 #10
Io se devo spendere i soldi per un mac piuttosto prendo uno zbook di hp, quelle sono macchine da lavoro e sono completamente modificabili ed espandibili un altro pianeta.

Sono fatte per chi ci deve lavorare...e i soldi vanno tutti sull'hardware

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^