Utente denuncia Tim Cook, CEO di Apple, per l'aggiornamento automatico ad iOS 7

Utente denuncia Tim Cook, CEO di Apple, per l'aggiornamento automatico ad iOS 7

La procedura OTA di installazione di iOS 7 è costata una causa al CEO di Apple, Tim Cook, da parte di Mark David Menacher, dalla California

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Apple
AppleTIMiOS
 

iOS 7, il nuovo aggiornamento che prevede una grafica del tutto riscritta ed alcune funzionalità aggiuntive su iPhone, iPad e iPod touch, sta generando non pochi dissapori nei confronti dell'utenza mobile Apple. Se da una parte ha generato valori record riguardo alla diffusione in tempistiche ridotte, dall'altra iOS 7 ha provocato non pochi problemi agli utenti affezionati di Cupertino, da bug e schermate blu (le cosiddette e poco simpatiche BSOD) fino ad arrivare a veri e propri capogiri.

Aggiornamento a iOS 7

Un uomo della California, chiamato Mark David Menacher, ha intentato una nuova causa direttamente a Tim Cook, CEO di Apple dalla morte di Steve Jobs, nel tentativo di trovare un modo con cui rimuovere i file dell'aggiornamento di iOS che il sistema operativo scarica automaticamente e lascia nello storage integrato del dispositivo, oltre a 50$ di risarcimento.

Una volta che l'utente collega il dispositivo ad una rete Wi-Fi ed alla rete elettrica domestica, infatti, vengono scaricati senza alcuna richiesta esplicita i file dell'aggiornamento ad iOS 7, anche se l'installazione deve essere obbligatoriamente lanciata dall'utente. Il nuovo cambiamento radicale della più moderna versione ha trattenuto alcuni utenti dall'effettuare l'aggiornamento ed al momento non c'è modo di cancellare il grosso file da 1,2GB dal proprio smartphone o tablet se non aggiornando il dispositivo. Si tratta, secondo Menacher, di una forma indiretta nell'obbligare l'utente a compiere un'azione non spontaneamente.

Tim Cook denuncia Menacher

"Il disprezzo per le preferenze dei clienti da parte di Apple per quanto riguarda iOS 7 è delinquenza aziendale", ha dichiarato lo stesso Menacher a CNET, che ha riportato la notizia. "Si dice che Steve Jobs sia stato rude con i dipendenti della società alla ricerca di clienti soddisfatti, ma Tim Cook sembra coltivare una cultura del disprezzo per la soddisfazione dei clienti nel perseguire esclusivamente i profitti dell'impresa."

"È una politica che porterà al fallimento", conclude l'uomo californiano. Non è la prima volta che Apple, in qualità di grossa realtà imprenditoriale, riceve denunce particolarmente sui generis. Questa volta però non sembra tutto sommato così estrema, dal momento che le limitazioni presenti sui dispositivi iOS presentano pro e contro non indifferenti, fra cui l'obbligo a scendere a compromessi, come in questo caso, anche contro la propria volontà.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

40 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
themac22 Ottobre 2013, 09:27 #1
Non so, potrei avere una gigantografia di quest'uomo, in casa mia ?

:-)

TheMac
Raven22 Ottobre 2013, 09:38 #2
Gli USA... il paese dove ti fanno causa su QUALSIASI cosa... anche su vaccate come questa (MIA personale opinione)...
demon7722 Ottobre 2013, 09:45 #3

certo che ce ne è in giro parecchia di gente che non c'ha un piffero da fare...

Comunque chi è causa del suo mal pianga se stesso, queste sono le politiche Apple.
Io con android non sono obbligato ad aggiornare, arriva l'avviso e se voglio scarico e aggiorno altrimenti no, non so come funziona su WP ma penso sia la stessa cosa che su android.
Ares1722 Ottobre 2013, 09:46 #4
Originariamente inviato da: Raven
Gli USA... il paese dove ti fanno causa su QUALSIASI cosa... anche su vaccate come questa...


Questa causa non è affatto una vaccata, 50$ di danno non bastano nemmeno a pagare la visita all'avvocato.
Piuttosto sarei curioso di sapere quanti os-software si scaricano i file di aggiornamento senza in consenso esplicito dell'utente, e quanti non ti permettono nemmeno di eliminare i file di installazione.
Raven22 Ottobre 2013, 10:00 #5
Originariamente inviato da: Ares17
Questa causa non è affatto una vaccata,


evidentemente abbiamo una diversa visione delle cose...
Ares1722 Ottobre 2013, 10:08 #6
Originariamente inviato da: Raven
evidentemente abbiamo una diversa visione delle cose...

Far valere il proprio diritto di utilizzo di un dispositivo, per quanto ti possa sembrare una vaccata, è sacrosanto e giusto perchè con quest'atto cerca solo di far valere la propria Libertà di scelta ed utilizzo.
Non stiamo parlando di un individuo contro apple, ma della difesa dei propri diritti in uno stato che difende all'inverosimile l'individuo.
Gia il fatto che si possa intentare una causa per qualsiasi motivo (in caso di sconfitta si pagano pure le spese processuali) è motivo di riflessione in una Nazione come l'Italia dove i diritti del singolo vengono spesso messi in disparte per non si capisce quale motivo.
Se invece di 50$ avesse chiesto 50000$ beh, la vaccata non era nella causa in se, ma nel volerci marciare sopra (che onestamente in molti casi farebbe pure bene, come con i prestiti farlocchi e calcoli di interessi bancaria in Italia dove si fanno sistematicamente errori di calcolo sapendo di non rischiare nulla in caso di causa, al limite restituisci la differenza degli interessi)
Raven22 Ottobre 2013, 10:19 #7
... io non scomoderei parole come "Libertà" (con la maiuscola) in relazione a un aggiornamento software che ti scarica i file sul terminale (lasciandoti comunque la scelta di NON installarli)... ripeto... differenti visioni e priorità... e ci sta, eh, assolutamente! Quello che per me è "futile", per te può essere "vitale" (e viceversa), ci mancherebbe...
gd350turbo22 Ottobre 2013, 10:31 #8
Originariamente inviato da: demon77

certo che ce ne è in giro parecchia di gente che non c'ha un piffero da fare...

Comunque chi è causa del suo mal pianga se stesso, queste sono le politiche Apple.
Io con android non sono obbligato ad aggiornare, arriva l'avviso e se voglio scarico e aggiorno altrimenti no, non so come funziona su WP ma penso sia la stessa cosa che su android.


Comunque quest'uomo è un mito !
Paura di niente, da solo contro apple, va applaudito !

Pensa che il mio telefono esce con il root di serie...
Quindi posso farci quello che voglio, senza alcun vincolo / imposizione / controllo, ed il tutto ad una frazione di costo di un iphone...

Giusto il commento chi è causa del proprio mal pianga se stesso !
Ares1722 Ottobre 2013, 10:34 #9
Originariamente inviato da: Raven
... io non scomoderei parole come "Libertà" (con la maiuscola) in relazione a un aggiornamento software che ti scarica i file sul terminale (lasciandoti comunque la scelta di NON installarli)... ripeto... differenti visioni e priorità... e ci sta, eh, assolutamente! Quello che per me è "futile", per te può essere "vitale" (e viceversa), ci mancherebbe...

Vitale non è il giga ed oltre di dati impossibili da da eliminare su un dispositivo che ne ha 12 disponibili, vitale non è il traffico dati pagato (ed a caro prezzo in usa) per qualcosa che io non ho chiesto, come non lo è la libertà di scelta riguardo la scuola dei miei figli, la liberta di scegliere la busta della spesa invece di sorbirmi un sacco da 30 kg anche se datomi gratuitamente alla cassa.
Vitale invece è la libertà di poter difendere i miei diritti a prescindere della gravità del sopruso.
Quando si tratta di diritti non bisogna fare distinzioni tra diritti vitali o superflui, al limite privare di un diritto vitale lo si potrebbe definire un aggravante, e non certo declassare a non diritto tutto ciò che non è vitale.
franzing22 Ottobre 2013, 10:42 #10
Originariamente inviato da: Raven
Gli USA... il paese dove ti fanno causa su QUALSIASI cosa... anche su vaccate come questa (MIA personale opinione)...


A me una vaccata non sembra proprio, se l'aggiornamento riduce le prestazioni, crea problemi ed è irreversibile...questo soprattutto (e nel caso specifico non lo so perchè non mi è capitato di aggiornare direttamente a ios7) se quando lo si installa l'utente non viene avvisato di queste possibilità.
Questo ovviamente per chiunque sia il produttore del telefono o sistema operativo. A maggior ragione poi se il produttore è sia dell'HW che del SW

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^