Tim Cook: presto si potranno eliminare le app native su iPhone e iPad

Tim Cook: presto si potranno eliminare le app native su iPhone e iPad

Eliminare il bloatware da iPhone? Apple sta pensando al modo con cui consegnare questa possibilità agli utenti del melafonino, ma non sarà semplice

di Nino Grasso pubblicata il , alle 12:31 nel canale Apple
AppleiPhone
 

Le applicazioni native sono solitamente integrate su uno smartphone per garantire quelle funzionalità basilari necessarie per l'uso quotidiano. È anche vero tuttavia che i vari produttori ci hanno preso gusto ad inserirle, con casi che sono diventati quasi insostenibili. Le ROM dei vari sistemi operativi mobile ormai superano tranquillamente i 2GB e, a volte, sono abbinate a dispositivi con memorie flash risicatissime.

Pare che Apple sia al corrente del problema, e lo stesso Tim Cook ha rivelato che la società è al lavoro su un metodo per permettere la rimozione del "bloatware" presente su iPhone già dal primo avvio. Fra le tante app native di iPhone non possiamo non citare Suggerimenti o Borsa, utili solo per una nicchia di utenti e in alcuni casi utili solo per brevi periodi di tempo. Trovare il modo di eliminarle però non è semplice.

Tim Cook

"È un problema più complesso di quello che potrebbe sembrare", ha detto Tim Cook durante l'intervista di BuzzFeed. "Ci sono app legate a qualcos'altro su iPhone. Se vengono rimosse possono provocare problemi su altri aspetti del telefono. Ci sono però anche app che non hanno queste caratteristiche. In questi casi troveremo nel corso del tempo un modo [per far sì che possano essere rimosse]".

"Non vogliamo rubare il vostro spazio, non abbiamo nessun motivo per farlo", ha poi precisato il CEO Apple. "Vogliamo solo che siate felici. Ci rendiamo conto che alcuni utenti vogliono questa possibilità, ed è quindi una cosa su cui stiamo lavorando".

La notizia è sicuramente positiva, soprattutto considerando che Apple vende ancora il suo iPhone con un taglio minimo da 16GB. La società potrebbe consentire ad esempio di eliminare alcune applicazioni più delicate e disabilitarne altre, funzionalità quest'ultima già presente ad esempio su Android. Durante l'intervista, effettuata durante una visita non programmata di Cook, Eddy Cue e Greg Joswiak all'Apple Cube di New York City, il CEO ha affrontato anche altri argomenti.

Si è parlato del rispetto della privacy di Siri, dei benefici delle funzionalità di iPhone 6S e del nuovo programma di aggiornamento annuale. Tim Cook ha espresso il suo punto di vista anche su iPad Pro, che potrebbe addirittura sostituire un Mac per molti utenti. L'intera intervista può essere trovata in questa pagina su BuzzFeed News.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

27 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo16 Settembre 2015, 12:34 #1
meglio tardi che mai
mitom16 Settembre 2015, 13:11 #2
Originariamente inviato da: Tim Cook
Vogliamo solo che siate felici






sopress16 Settembre 2015, 13:17 #3
Ecco subito la pseudosoluzione al problema dei video 4k troppo ingombranti
Fil999816 Settembre 2015, 13:20 #4

samsung che dice ?

vediamo se dopo aver copiato tutto tranne la capacità di fare utili e produrre un solo modello all'anno samsung riesce a copiare pure questa.... sarebbe un reale passo in avanti.
Fil999816 Settembre 2015, 13:24 #5

autonomia?

per per la serie: la ricorsea lla felicità potremmo anche fare un telefono che si ricarica ogni 3-4 giorni ... per tutta quella gente che non vive 365/365 sul divano quando non è su una scrivania o a letto.
Filistad16 Settembre 2015, 13:24 #6
Originariamente inviato da: sopress
Ecco subito la pseudosoluzione al problema dei video 4k troppo ingombranti


Ahhaah Via tutto! Anche Safari!

Originariamente inviato da: Fil9998
vediamo se dopo aver copiato tutto tranne la capacità di fare utili e produrre un solo modello all'anno samsung riesce a copiare pure questa.... sarebbe un reale passo in avanti.


Quoto!
Non hanno ancora capito che la potenza è nulla senza il controllo.
Piazzano sul mercato un terminale ottimo, ma poi lo riempiono di merd@...
demon7716 Settembre 2015, 13:34 #7
non sono esperto di mela ma non mi sembra ci sia sta vagonata di bloatware sui melafonini.. comunque lode alla decisione.

Adesso è da vedere quando lo faranno su Samsung!
Kimmy16 Settembre 2015, 13:34 #8
Originariamente inviato da: Fil9998
vediamo se dopo aver copiato tutto tranne la capacità di fare utili e produrre un solo modello all'anno samsung riesce a copiare pure questa.... sarebbe un reale passo in avanti.


Samsung è l'unica nel mondo Android a fare utili veri, tanto da mettere il mondo Android in positivo da sola, contrastando le perdite (e i guagagni miseri) di tutti gli altri.

Chi l'ha detto che bisogna fare solo un modello all'anno? Fosse per Apple ci sarebbero solo telefoni da 700 euro e rotti, in mano a gente che lo compra per moda per lo più.
recoil16 Settembre 2015, 13:38 #9
non so come funzionano le app integrate ma se fossero simili alle altre l'unico problema di eliminarle sarebbe la mancanza dell'extension

secondo me potrebbero consentire di eliminare suggerimenti, borsa, memo vocali e podcast trattandole come app normalissime come già fanno per Apple Store, WWDC ecc.
se è così difficile eliminare le altre basterebbe uno switch per nasconderle in modo da evitargli il "fastidio" di doverle mettere in un folder
tanto non si scappa, se eliminano l'app ma devono tenere qualche funzionalità e includerla in iOS lo spazio occupato è più o meno lo stesso, inoltre non credo che le app occupino più di tanto perché non hanno chissà che assets
Armage16 Settembre 2015, 13:50 #10
Originariamente inviato da: Filistad
Quoto!
Non hanno ancora capito che la potenza è nulla senza il controllo.
Piazzano sul mercato un terminale ottimo, ma poi lo riempiono di merd@...


l'hanno capito benissimo, in realtà. Ma riempire il telefono di robaccia di terzi i quali ti pagano bei soldi per mettere le loro app nel telefono che produci, fa guadagnare bene. Samsung più di altri può permettersi di mettere robaccia nel suo telefono tanto ha un potere di mercato tale che la gente continuerà comunque a comprarne moltissimi. Alla luce di questo, chiamare "bloatware" alcune applicazioni native di apple che sono poco utilizzate ci vuole un certo coraggio, caro "Nino 2Gb di ram"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^