Think Secret sospende le pubblicazioni

Think Secret sospende le pubblicazioni

Il sito web dedicato alle indiscrezioni sul mondo Apple non sarà più pubblicato. La decisione come parte integrante di un patteggiamento di una causa tra il Think Secret ed Apple

di pubblicata il , alle 11:10 nel canale Apple
Apple
 

Il sito Think Secret, noto punto di riferimento per gli utenti Macintosh in cerca dell'ultima indiscrezione sulla Mela, chiude i battenti e non sarà più pubblicato. La decisione è diretta conseguenza del patteggiamento di una causa da lungo tempo in corso tra il giornale online e il colosso di Cupertino.

Apple citò in giudizio Think Secret poco dopo il lancio del sistema Mac mini e della suite iWork: nei giorni precedenti la presentazione dei due prodotti, infatti, il sito web dedito alle indiscrezioni pubblicò una serie di informazioni piuttosto particolareggiate (e in seguito rivelatesi corrette) relative a Mac Mini ed iWork, spingendo la Mela a credere che tali informazioni fossero fuoriuscite da una fonte interna o che Think Secret se le fosse procurate in modo illecito. In tribunale la Mela pretese che fosse rivelata la fonte delle informazioni.

Poco altro è noto della causa. E' possibile che le spese processuali siano state troppo elevate per Think Secret e per il gruppo di avvocati che ha assistito gratuitamente il sito, grazie al supporto della Free Software Association.

Su Think Secret si legge un annuncio abbastanza stringato:

"Apple e Think Secret hanno patteggiato, raggiungendo un accordo che risulta essere una soluzione positiva per ambo le parti. Secondo il patteggiamento, non verranno rivelate alcune fonti e Think Secret non sarà più pubblicato. Nick Ciarelli, editore di Think Secret, ha dichiarato: "Sono soddisfatto di aver raggiunto questo accordo amichevole, adesso mi deidcherò ai miei studi e ad allargare i miei interessi giornalistici".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Parappaman20 Dicembre 2007, 11:14 #1
Questo è ciò che odio di Apple, e parlo da fanatico Macuser...
*sasha ITALIA*20 Dicembre 2007, 11:17 #2
Originariamente inviato da: Parappaman
Questo è ciò che odio di Apple, e parlo da fanatico Macuser...


*
Usque20 Dicembre 2007, 11:21 #3
La Apple ha tutti i diritti di proteggere le informazioni riservate relative alle proprie strategie commerciali e di marketing. Questo sito poteva essere utilizzato per plagi o spionaggio industriale.
Parappaman20 Dicembre 2007, 11:36 #4
Originariamente inviato da: Usque
La Apple ha tutti i diritti di proteggere le informazioni riservate relative alle proprie strategie commerciali e di marketing. Questo sito poteva essere utilizzato per plagi o spionaggio industriale.

Certo, ma far chiudere uno di quei siti che contribuiscono a creare la cosiddetta "hype" nella propria comunità di utenti più appassionati non è buona cosa. Tanto abbiamo capito che i suoi prodotti verranno comunque malamente copiati una volta immessi ufficialmente sul mercato
In fondo, poi, ThinkSecret ha sempre avuto una fama di sito "casinista" e nulla più, fosse stato per loro avremmo i PowerBook G5 da 3 anni
Timewolf20 Dicembre 2007, 11:45 #5
Originariamente inviato da: Parappaman
Certo, ma far chiudere uno di quei siti che contribuiscono a creare la cosiddetta "hype" nella propria comunità di utenti più appassionati non è buona cosa. Tanto abbiamo capito che i suoi prodotti verranno comunque malamente copiati una volta immessi ufficialmente sul mercato
In fondo, poi, ThinkSecret ha sempre avuto una fama di sito "casinista" e nulla più, fosse stato per loro avremmo i PowerBook G5 da 3 anni


Un conto e' creare hype, un altro e' pubblicare informazioni riservate ottenuti in modi ancora sconosciuti.

La Apple ha tutto il diritto di proteggere i propri prodotti.
*sasha ITALIA*20 Dicembre 2007, 11:55 #6
si in effetti.. un conto è tirar ad indovinare, un'altro è avere una talpa all'interno che snocciola le informazioni a chiunque
tylerdurden20 Dicembre 2007, 12:43 #7
ThinkSecret è, anzi, era un sito con notizie da due lire e quindi chissene... ciò non toglie che cmq Apple dal punto di vista censorio è sempre stata la peggiore, quindi non c'è da meravigliarsi!
Timewolf20 Dicembre 2007, 13:13 #8
Originariamente inviato da: tylerdurden
ThinkSecret è, anzi, era un sito con notizie da due lire e quindi chissene... ciò non toglie che cmq Apple dal punto di vista censorio è sempre stata la peggiore, quindi non c'è da meravigliarsi!


Se hanno avuto una fuga di notizie e quindi una talpa all'interno fanno benissimo a proteggere i propri interessi.
spad8520 Dicembre 2007, 13:36 #9
Nick Ciarelli, editore di Think Secret, ha dichiarato: "Sono soddisfatto di aver raggiunto questo accordo amichevole, adesso mi dedicherò ai miei studi e ad allargare i miei interessi giornalistici"

Mi divertono sempre tantissimo le frasi di circostanza di questo tipo...
Parappaman20 Dicembre 2007, 13:50 #10
Originariamente inviato da: tylerdurden
[...] ciò non toglie che cmq Apple dal punto di vista censorio è sempre stata la peggiore, quindi non c'è da meravigliarsi!


@Timewolf: Mi riferivo appunto a questo, e non al caso specifico di ThinkSecret

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^