Supporto QuickTime cessato su Windows: Apple conferma

Supporto QuickTime cessato su Windows: Apple conferma

Apple conferma che QuickTime sarà presto deprecato su Windows. La società di Cupertino non ha più intenzione di supportare il software sulla piattaforma concorrente e non rilascerà mai più patch di sicurezza

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:41 nel canale Apple
AppleWindows
 

La scorsa settimana la società di sicurezza informatica Trend Micro aveva divulgato la presenza di due nuove falle su QuickTime 7 per Windows, affermando che Apple era stata informata delle minacce lo scorso mese di novembre. Ai tempi i tecnici di Cupertino avevano risposto alla compagnia di sicurezza che non avevano piani per un eventuale rilascio di una patch correttiva, aggiungendo che il software sarebbe diventato di lì a breve deprecato su Windows.

QuickTime per Windows

Ad oggi manca ancora l'annuncio ufficiale, ma alcuni portavoce della società hanno detto al Wall Street Journal che è tutto vero: QuickTime è in sostanza deprecato su Windows. Questo significa che la società non rilascerà mai più update ufficiali sul software e le due falle rinvenute da Trend Micro rimarranno scoperte. Considerando che sono disponibili al pubblico non ci vorrà molto perché utenti malintenzionati le sfruttino per ottenere l'accesso su computer vulnerabili.

Trend Micro è stata in grado di innescare alcuni heap overflow (si verifica con un eccesso di dati in ingresso nell'area heap della memoria) indirizzando QuickTime verso un sito web malevolo o riproducendo un file infetto. In questo modo il cracker può ottenere l'accesso alla macchina e la possibilità di eseguire codice malevolo da remoto. Si tratta di una pratica abusata dai cyber-criminali che permette di installare malware, ad esempio per la raccolta di dati, su un computer target.

È per questo che la società di sicurezza e le agenzie governative americane suggeriscono di disinstallare QuickTime su Windows, nonostante non ci siano ancora prove di macchine attaccate attraverso questo particolare exploit. Con il software che è adesso deprecato su Windows, e con l'ultimo aggiornamento che risale a circa tre mesi fa, gli utenti farebbero meglio a disinstallare QuickTime sul computer per evitare intrusioni non volute nel corso del tempo.

Apple ha rilasciato lo scorso mese una guida passo passo per effettuare la disinstallazione di QuickTime in maniera corretta. La potete trovare a questo indirizzo in lingua italiana.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Wikkle19 Aprile 2016, 11:02 #1
Penso che QT sia il peggior programma in assoluto mai realizzato. Addirittura peggio del FlashPlayer.
Rubberick19 Aprile 2016, 11:06 #2
Forse finalmente programmi come Premiere e After Effects smetteranno di chiedere di installarlo finalmente facendo il passaggio a contenitori ben migliori del .mov

oppure semplicemente implementeranno ffdshow dentro il che sarebbe ottimo..
MatCar8319 Aprile 2016, 11:24 #3

Una sciagura..

migliaia di professionisti che hanno registratori e camere che registrano in ProRes, infiniti progetti montati e archiviati con media in questo formato... tutto a pu***ne perché ci dicono che quicktime su windows non ci deve stare più.
Questo è un passaggio forzoso a Apple, il video pro da oggi sarà impossibile su windows. Dovremo comprarci il barilotto di Apple o farci un hackintosh.
gd350turbo19 Aprile 2016, 11:41 #4
Originariamente inviato da: MatCar83
migliaia di professionisti che hanno registratori e camere che registrano in ProRes, infiniti progetti montati e archiviati con media in questo formato... tutto a pu***ne perché ci dicono che quicktime su windows non ci deve stare più.
Questo è un passaggio forzoso a Apple, il video pro da oggi sarà impossibile su windows. Dovremo comprarci il barilotto di Apple o farci un hackintosh.


Esatto...
Hai indovinato la causa del cessato supporto, devono spingere le vendite di un pò di mac (pro)
Rubberick19 Aprile 2016, 12:10 #5
Ma quale... ci sono la valle dei codec a disposizione stra alternativi al prores oltre al fatto che lo stesso pro res può essere utilizzato sotto win con vari trucchetti..

poi ci sono i codec avid

ci sono container molto migliori di quicktime... suvvia.. i nabbi passeranno ai pc mac senza dubbio, ma chi ci sa fare un minimo sa come ovviare..
MatCar8319 Aprile 2016, 12:46 #6
Originariamente inviato da: digmedia
scherzi vero?
quicktime non serve su windows e non è mai servito...caso mai servono i codec che si tira dietro
quando lo installi.
Quindi, parlando seriamente e senza inutili attacchi di panico, non c'è alcun rischio o pericolo nel
continuare ad installare quicktime, basta solo non usarlo...come ho detto, quello che serve sono i
codec (utilizzati dai prodotti adobe e blackmagic ad esempio).


Ad oggi i software adobe per il video non funzionano senza quicktime installato. Se apple continuerà a fornire i suoi codec anche senza quicktime e adobe si adegua introducendo un nuovo exporter che operi con quei codec nessun problema. Altrimenti disastro come scritto sopra.
MatCar8319 Aprile 2016, 12:54 #7
Originariamente inviato da: Rubberick
Ma quale... ci sono la valle dei codec a disposizione stra alternativi al prores oltre al fatto che lo stesso pro res può essere utilizzato sotto win con vari trucchetti..

poi ci sono i codec avid

ci sono container molto migliori di quicktime... suvvia.. i nabbi passeranno ai pc mac senza dubbio, ma chi ci sa fare un minimo sa come ovviare..


confondi i professionisti del video con i nerd brufolosi che si trastullano in cameretta. Il professionista non ha bisogno di "trucchetti" ma di soluzioni 100% affidabili ed operative. Non esistono alternative vere al prores tant'è che lo utilizzano praticamente TUTTI (Sony, Red, Alexa, Blackmagic, Kinefinity, Panasonic, Aja solo per citare i più blasonati) i produttori di cine camere e recorder esterni. Il Dnx è una mezza alternativa perché come accade spesso in questo mondo una alternativa è tale se c'è attrezzatura e workflow a disposizione. Comunque il Dnx rimane inferiore al proRes non in termini qualititativi ma in termini di workflow essendo moooolto meno versatile e assai più complicato del ProRes essendosi ramificato in mille mila sottoformati quando di Prores ce n'è praticamente 4/5 e poi manca ad un equivalente del 4444 RGB alpha nel Dnx fondamentale per il compositing.
medicina19 Aprile 2016, 14:53 #8
Originariamente inviato da: digmedia
Quindi, parlando seriamente e senza inutili attacchi di panico, non c'è alcun rischio o pericolo nel
continuare ad installare quicktime, basta solo non usarlo...come ho detto, quello che serve sono i
codec (utilizzati dai prodotti adobe e blackmagic ad esempio).


Nell'articolo è spiegato il potenziale meccanismo d'attacco, per cui non si capisce come si possa dire in questo modo che il consiglio di disinstallare Quicktime non sia valido. I codec installati sono utilizzati da qualsiasi programma su richiesta, browser compreso, e all'insaputa dell'utente.

Edit: Ho controllato meglo alla fonte e in effetti questi due vulnerabilità sembrano legate solo al Quicktime player.
adapter19 Aprile 2016, 15:15 #9
Originariamente inviato da: digmedia
scherzi vero?
quicktime non serve su windows e non è mai servito...caso mai servono i codec che si tira dietro
quando lo installi.
Quindi, parlando seriamente e senza inutili attacchi di panico, non c'è alcun rischio o pericolo nel
continuare ad installare quicktime, basta solo non usarlo...come ho detto, quello che serve sono i
codec (utilizzati dai prodotti adobe e blackmagic ad esempio).


please don't feed the troll!
Lo sanno benissimo questo, visto che hanno commentato la stessa notizia altrove....
http://www.hwupgrade.it/forum/showt...5795&page=3
adapter19 Aprile 2016, 15:53 #10
Originariamente inviato da: digmedia
omg!
forse è veramente preoccupato

edit: senza contare che prima parla di hackintosh e poi afferma che i professionisti hanno bisogno
di soluzioni 100% affidabili
..interessante


Appunto per quello ti ho messo in allarme...
Perché già vedo il potenziale flame che potrebbe venirne fuori parlando di portaombrelli, di Apple che così può inchiappettare la gente spingendo ad acquistare questo e quello e altre belle e solite menate che portano come al solito la discussione a degenerare.
La verità è che Internet Explorer per Mac non lo sviluppano più da secoli, e anche lì non mi pare che la gente sia passata a Windows oppure si sia strappata i capelli dalla disperazione.
Se tolgono il supporto a quicktime, si cercheranno alternative valide che certamente esistono.
Poi oh...non vedo il problema. Tu con Linux Mint hai difficoltà ad unire gli spezzoni .mov?
Io lo faccio spesso, e di quicktime non ho alcun bisogno.
Ovvio che se piglio in mano il mac, lì è installato e uso quello che funziona senza problemi ed è aggiornato...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^