Solo 110.000 abbonati per Beats Music, parte della presunta più grande acquisizione di Apple

Solo 110.000 abbonati per Beats Music, parte della presunta più grande acquisizione di Apple

Stando a un nuovo documento ottenuto dal Guardian, Beats Music ha solamente 110.992 abbonati e mostra cifre estremamente ridotte rispetto ai concorrenti del settore

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Apple
AppleBeats
 

Apple potrebbe essere in trattativa con Beats Electronics per l'acquisizione dell'impianto hardware e software della società rivolta al mondo musicale. Non conosciamo, tuttavia, quale sia il ruolo che gioca Beats Music all'interno delle trattative, appartenente a una categoria di software a cui Apple ha prestato particolare interesse negli ultimi periodi.

Stando ai nuovi numeri pubblicati dal Guardian, tuttavia, Beats Music potrebbe non essere un'acquisizione proficua in maniera diretta. Del servizio di streaming musicale sono stati pubblicati alcuni documenti che riportano una realtà non proprio competitiva rispetto, ad esempio, al ben più radicato Spotify: il nuovo servizio di streaming musicale lanciato a gennaio contava solamente 110.992 utenti abbonati nel mese di marzo, in cui si contano gli utenti AT&T che dispongono di un abbonamento trimestrale in offerta gratuita al servizio.

È quindi ipotizzabile che gli utenti paganti siano in numero di molto inferiore rispetto ai dati trapelati e a quanto realizzato da Spotify. Quest'ultimo vantava oltre 1 milione di utenti paganti in America nel mese di marzo, con 24 milioni di utenti attivi in tutto il mondo di cui 6 milioni paganti. Certo, Spotify è ormai attivo da anni ormai, elemento che gli dà un certo vantaggio rispetto alla nuova proposta di Beats.

Stando ai numeri trapelati, Apple potrebbe in effetti essere interessata maggiormente alle tecnologie e alla piattaforma, piuttosto che al servizio in sé, ipotesi corroborata anche dalle informazioni diffuse relative agli accordi con le major discografiche. Beats paga agli artisti solamente 0,00126$ per ogni singola riproduzione di un brano, cifra enormemente inferiore ai prezzi accreditati per Spotify, 0,006/0,0084$ per singolo brano riprodotto.

Non sono ancora emerse informazioni ufficiali sull'acquisizione, e continua il silenzio da parte di Apple. La società di Cupertino potrebbe ampliare il novero di funzionalità offerte su iTunes Radio con un servizio di musica in streaming on demand e, se questi fossero i piani, gli accordi con Beats potrebbero rappresentare un punto nevralgico all'interno dei cambiamenti che verranno operati sul servizio in streaming proprietario della Mela.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aenil15 Maggio 2014, 09:24 #1
è un servizio relativamente nuovo disponibile solo in pochi stati, è abbastanza comprensibile

Per il resto pensavo che la Beats fosse solo una marchio registrato della Monster Cable, mi sbagliavo evidentemente
NickNaylor15 Maggio 2014, 09:27 #2
solito giochetto già visto per far sparire un po' di soldi a bilancio pubblico per finanziare qualcosa che non deve risultare.. non sono acquisizioni stolte ma spudorate tecniche per avere del black.
cioé 3 miliardi per un azienda di m come questa?? google che acquista a un miliardo e mezzo un azienda da 200 persone che fa termostati? dai, nun ci prendiamo per il ciul.. non dovreste dargli tutta questa importanza a queste notizie se non mettendole sotto un altra ottica.
secondo voi questa azienda può valere il 1/3 di whatsapp?? è inconcepibile dai.
(...che per di più è stata sopravvalutata a detta di molti ma ha almeno un senso visto che adesso facebook ha la rubrica di telefono di tutto il mondo e non mi sembra proprio poco per una ditta che vive di dati personali. )
Portocala15 Maggio 2014, 09:28 #3
Secondo me proporranno tutta la musica presente su itunes ma a prezzi da Beats, con riscontri economici ridicoli per gli artisti ed enormi per Apple.

Originariamente inviato da: NickNaylor
secondo voi questa azienda può valere il 1/3 di whatsapp?? è inconcepibile dai.
(...che per di più è stata sopravvalutata a detta di molti ma ha almeno un senso visto che adesso facebook ha la rubrica di telefono di tutto il mondo e non mi sembra proprio poco per una ditta che vive di dati personali. )

La stessa notizia l'ho letta su un sito automobilistico americano circa una settimana fa e li si faceva riferimento ad altri servizi della società che qui non sono specificati.
Si parla di car infotainment ... quasi come mettere un ipad nel cruscotto col suo CarPlay OS, assieme alle casse e il sistema audio, forniti da Beats.
http://www.autoevolution.com/news/d...stry-81091.html

Poi ci sono le partnership con Chrysler e Fiat, che già hanno modelli Beats.

Anche Google ha fatto un'acquisizione simile e sta già proponendo, mi sembra per Audi, un sistema simile.
NickNaylor15 Maggio 2014, 10:06 #4
si, ok.. ma stiamo parlando di 3 MILIARDI... manco se progettassero shuttle dai, son tutte boiatine che possono tranquillamente svilupparsi in casa.
moddingpark15 Maggio 2014, 14:03 #5
Originariamente inviato da: Aenil
è un servizio relativamente nuovo disponibile solo in pochi stati, è abbastanza comprensibile

Per il resto pensavo che la Beats fosse solo una marchio registrato della Monster Cable, mi sbagliavo evidentemente


Lo era, e a tal proposito mi permetto di linkarti un video interessante sull'argomento, che dettaglia anche i vari cambiamenti societari e passaggi di mano di Beats nel corso del tempo http://youtu.be/Vq0_e5m3hg0
KatayamaUkyo16 Maggio 2014, 18:10 #6
Originariamente inviato da: NickNaylor
solito giochetto già visto per far sparire un po' di soldi a bilancio pubblico per finanziare qualcosa che non deve risultare.. non sono acquisizioni stolte ma spudorate tecniche per avere del black.
cioé 3 miliardi per un azienda di m come questa?? google che acquista a un miliardo e mezzo un azienda da 200 persone che fa termostati? dai, nun ci prendiamo per il ciul.. non dovreste dargli tutta questa importanza a queste notizie se non mettendole sotto un altra ottica.
secondo voi questa azienda può valere il 1/3 di whatsapp?? è inconcepibile dai.
(...che per di più è stata sopravvalutata a detta di molti ma ha almeno un senso visto che adesso facebook ha la rubrica di telefono di tutto il mondo e non mi sembra proprio poco per una ditta che vive di dati personali. )


questo post dovrebbe essere salvato per i posteri
tutte le volte che ci sono acquisizioni del genere se provi a dire che servono per fare del nero ti danno dell'haters
hai talmente centrato il segno che credo ci sia poco da aggiungere,quella di google e della ditta dei termostati è talmente palese che fa quasi ridere,con quei soldi bussavi alla Legrand e facevi un accordo con BTicino entrando nella domotica dalla porta principale.
è pieno di queste acquisizioni,tutti lo sanno e tutti fanno finta di niente,società da 20 dipendenti che fanno rendering di prodotti che non venderanno MAI acquisite per centinaia di milioni e poi rivendute dopo un paio di anni per pochi spiccioli.
Aenil16 Maggio 2014, 18:26 #7
Originariamente inviato da: moddingpark
Lo era, e a tal proposito mi permetto di linkarti un video interessante sull'argomento, che dettaglia anche i vari cambiamenti societari e passaggi di mano di Beats nel corso del tempo http://youtu.be/Vq0_e5m3hg0


Interessante grazie!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^