Siri su Mac e app di terze parti, nuova conferma a poche ore dal WWDC 2016

Siri su Mac e app di terze parti, nuova conferma a poche ore dal WWDC 2016

Si moltiplicano le conferme sull'integrazione dell'assistente personale Siri su Mac. Apple avrebbe inoltre in programma di consentire l'accesso a Siri ad app di terze parti.

di pubblicata il , alle 10:02 nel canale Apple
Apple
 

La conferenza WWDC 2016 consentirà di tornare a fare il punto sull'evoluzione dell'ecosistema di prodotti e servizi Apple. Le novità relative alle piattaforme software OS X e iOS non mancheranno, ma, in attesa di conoscere tutti i dettagli a riguardo, continuano ad essere diffuse in rete interessanti indiscrezioni su quelle che riguarderanno Siri. 

siri

Nelle scorse ore, Il The Wall Street Journal ha individuato nell'assistente digitale Siri, attualmente integrato solo nella piattaforma iOS, una dei principali temi della conferenza. L'autorevole fonte, nello specifico, ha avvalorato precedenti report che hanno suggerito nei mesi scorsi l'integrazione dell'assistente digitale nella piattaforma OS X

C'è di più, visto che Apple consentirà ad app di terze parti di accedere a Siri. Il servizio fornito da Siri potrebbe essere quindi integrato in un'app non sviluppata da Apple, ad esempio per prenotare un volo, una corsa con Uber e così via. Un provvedimento che consentirebbe alla casa di Cupertino di entrare in maniera più decisa nel mercato degli assistenti digitali smart che diventa sempre più ricco di competitor.

Amazon, Google e Microsoft hanno già effettuato significativi investimenti volti a diffondere in maniera sempre più capillare le proprie tecnologie A.I. integrate nei rispettivi assistenti digitali. Apple, comprensibilmente, non vuol perdere terreno e si appresta a compiere un passo che consentirà di valorizzare le risorse sino ad ora accumulate con Siri. 

L'integrazione dei Siri in OS X, sull'altro fronte, deve essere interpretata come un ulteriore segnale della volontà di accorciare le distanze tra la piattaforma desktop e quella mobile della casa di Cupertino. Significativi passi avanti sono stati compiuti partendo da servizi come iMessagge, per arrivare alle interazioni tra l'ambiente desktop e mobile riconducibili a Continuity (Handoff, chiamate cellulare tramite iPhone, SMS, Instant Hotspot, etc.). 

Il keynote iniziale di Apple al WWDC 2016 prenderà il via alle ore 19:00 di oggi (13 giugno). Non resta che attendere l'inizio della conferenza per sostituire le (numerose) indiscrezioni diffuse nei mesi scorsi con le informazioni ufficiali che delineeranno il futuro di Siri. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^