Sempre più memorie NAND per Apple?

Sempre più memorie NAND per Apple?

La casa di Cupertino sembra intenzionata ad assegnare alle memorie NAND flash un posto di rilievo all'interno della propria proposta commerciale

di pubblicata il , alle 11:13 nel canale Apple
Apple
 

Le memorie NAND flash potrebbero giocare un ruolo chiave nei prossimi prodotti Apple, sia per le proposte della linea iPod, sia per i sistemi portatili della serie MacBook e MacBook Pro.

E' bene premetterlo: si tratta di una speculazione. E come tale potrebbe essere smentita con i fatti. E' tuttavia innegabile l'importanza che le memorie flash stanno via via assumendo nell'ambito della tecnologia informatica, con una nascente proliferazione di dischi ibridi (proprio oggi l'annuncio di Samsung relativo ad una unità da 2,5 pollici) e di riproduttori multimediali di capienza sempre maggiore: non è quindi da escludere che la casa della Mela abbia dei piani ben precisi per l'adozione di queste tecnologie.

La supposizione giunge da Shaw Wu, analista di American Technology Research, a seguito dell'analisi della catena di approviggionamento di Apple. Secondo Wu il primo prodotto caratterizzato dalla presenza di memorie NAND ad essere immesso sul mercato sarà un sistema subnotebook nel corso della seconda metà dell'anno. Il periodo di commercializzazione dipenderà però dalla capacità del mercato di abbassare i prezzi delle memorie, così da renderle particolarmente appetibili per Apple.

Il secondo candidato all'utilizzo di memorie flash è ovviamente iPod: Apple ha infatti intenzione di migrare anche il "fratello maggiore" di iPod Shuffle e iPod Nano dai drive meccanici alle memorie statiche. In questo caso la finestra temporale di commercializzazione sarà più spostata verso il prossimo anno, a seguito della volontà di Apple di non rinnovare la linea degl iPod video fino a quando iPhone non sarà stato immesso sul mercato.

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piero.tdp09 Marzo 2007, 11:56 #1
> a seguito della volontà di Apple di non rinnovare la linea degl iPod
> video fino a quando iPhone non sarà stato immesso sul mercato

Apple non ha assolutamente dichiarato quanto riportato qui
sopra. Sono solo rumors.
newtechnology09 Marzo 2007, 12:05 #2
Bhe mi sembra normale , che senso ha rinnovare adesso l'attuale lineea di ipod video a 5 mesi dall'uscita dell iphone?
Considernado inoltre che le vendite del ipod video superano in alcuni casi quelle nel nano (a me piace più la forma del vecchio nano) mi sembra normale tenere lo stesso prodotto ottenedo profitti il più possibile.
Bulfio09 Marzo 2007, 12:12 #3
Sinceramente non vedo l'ora che tali dischi a NAND vengano commercializzati: la velocità dei dischi (sopratutto i 5400rpm) è decisamente il collo di bottiglia nei sistemi attuali.
E' quasi inutile disporre di un doppio core da 2 giga e passa, e poi attendere che il disco carichi i dati nella ram...
Criceto09 Marzo 2007, 16:26 #4
Originariamente inviato da: Bulfio
Sinceramente non vedo l'ora che tali dischi a NAND vengano commercializzati: la velocità dei dischi (sopratutto i 5400rpm) è decisamente il collo di bottiglia nei sistemi attuali.
E' quasi inutile disporre di un doppio core da 2 giga e passa, e poi attendere che il disco carichi i dati nella ram...


Credo invece che l'approccio migliore sia quello di Samsung con gli HD ibridi.
Un po' più bilanciati (quindi con più memoria flash) di quelli proposti, però.

Le flash hanno il vantaggio della velocità di accesso istantanea, gli HD hanno una velocità di traferimento molto supeiore. Chiaramente la soluzione ideale è un ibrido, ma solo se dotato di un intelligente meccanismo che ne sfrutti le peculiarità, che poi principalmente è: files piccoli nella flash, files grandi nel disco.
^TiGeRShArK^09 Marzo 2007, 16:44 #5
Originariamente inviato da: Criceto
Credo invece che l'approccio migliore sia quello di Samsung con gli HD ibridi.
Un po' più bilanciati (quindi con più memoria flash) di quelli proposti, però.

Le flash hanno il vantaggio della velocità di accesso istantanea, gli HD hanno una velocità di traferimento molto supeiore. Chiaramente la soluzione ideale è un ibrido, ma solo se dotato di un intelligente meccanismo che ne sfrutti le peculiarità, che poi principalmente è: files piccoli nella flash, files grandi nel disco.

c'è sempre il problema del limitato numero di riscritture della memoria flash che dubito possa essere trascurato quando si usa in un HDD ibrido.
Bulfio09 Marzo 2007, 16:54 #6
@Criceto
Secondo me il disco come lo conosciamo oggi andrà morendo nei prossimi anni. Anche perchè le velocità sono quasi comparabili, ma la flash ha dalla sua una velocità di accesso "imbarazzante".
Il disco magnetico ha tanti, troppi difetti rispetto a una flash.

@^TiGeRShArK^
Il problema del numero limitato di scritture su flash non esiste più da anni ormai.
Ora che il mos si buca, fai prima a rovinare i dischi e le testine di un disco.
djbill09 Marzo 2007, 19:57 #7
La nascita di dischi ibridi potrebbe portare ad una diminuzione di prezzo delle memorie flash in generale (es. sd , microsd ecc.)?
^TiGeRShArK^10 Marzo 2007, 01:12 #8
Originariamente inviato da: Bulfio
@Criceto
Secondo me il disco come lo conosciamo oggi andrà morendo nei prossimi anni. Anche perchè le velocità sono quasi comparabili, ma la flash ha dalla sua una velocità di accesso "imbarazzante".
Il disco magnetico ha tanti, troppi difetti rispetto a una flash.

@^TiGeRShArK^
Il problema del numero limitato di scritture su flash non esiste più da anni ormai.
Ora che il mos si buca, fai prima a rovinare i dischi e le testine di un disco.

Link please.
Perchè che io sappia non è affatto vero Con le attuali memorie FLASH.
Possono essere usate pseudo-tecniche la cui efficacia è tutta da dimostrare per aumentarne il numero di byte scritti prima della morte totale della scheda, ma DI SICURO il problema non è risolto con le attuali tecnologie e questo è tanto + vero quanto + si fa un uso massiccio di queste memorie per memorizzare dati che cambiano frequentemente (Come ad esempio un file di swap, che sarebbe l'ideale da utilizzare per questo genere di memorie dato il ridottissimo tempo di accesso rispetto agli HDD)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^