Samsung contro Apple: 1-1 e palla al centro

Samsung contro Apple: 1-1 e palla al centro

Numerose le evoluzioni dell'interminabile battaglia legale tra i due colossi della tecnologia. Il 9 settembre la decisione sul divieto alla vendita di Galaxy Tab 10.1

di Andrea Bai pubblicata il , alle 12:20 nel canale Apple
SamsungAppleGalaxy
 

La corte olandese ha emesso nel corso della giornata di mercoledì un'ingiunzione preliminare per vietare le vendite degli smartphone Galaxy S II, Galaxy S e Ace in alcuni paesi europei. Come abbiamo avuto modo di indicare in una precedente notizia, gli smartphone Samsung sono stati trovati in violazione del brevetto che descrive le gesture multitouch utilizzate per navigare tra le foto di un album digitale. Dal momento che non tutti i paesi dell'Unione Europea riconoscono valido il brevetto in questione, l'ingiunzione si applica solamente ai mercati di Germania, Irlanda, Svezia, Svizzera, Paesi Bassi e Regno Unito.

Come già indicato, le disposizioni della corte avranno effetto a partire dal 13 di ottobre. Fino ad allora Samsung avrà tempo e modo per cercare di correre ai ripari ed ottenere così un'annullamento del divieto alla vendita dei prodotti incriminati. Trattandosi di una problematica inerente al software, potrebbe bastare un semplice aggiornamento che rimuova o modifichi gli elementi che sono stati trovati in violazione dei brevetti di Apple per far cadere le disposizioni della corte. Inoltre la violazione è stata riscontrata solamente nei dispositivi equipaggiati con sistema operativo Android 2.1, mentre le soluzioni con Android 3.0 non violerebbero alcun brevetto.

Vi sono altri due elementi interessanti che emergono dalla sentenza del giudice olandese. Nel contesto di questa vicenda Samsung è stata ritenuta colpevole della violazione di un solo brevetto tra i dieci sui quali Apple ha costruito la propria azione legale: secondo il giudice, pertanto, non sarebbero stati violati i diritti del design dei prodotti Apple. In altri termini il giudice ha ritenuto originale e distintivo il design dei tre smartphone Samsung coinvolti in questo caso, citando numerosi casi di prior art (dispositivi precedenti ad iPhone/iPad con aspetto simile) e ritenendo proprio la natura del design minimalista di difficile protezione, una decisione che potrebbe rappresentare un utile precedente per la casa coreana.

Non solo: tra i dieci brevetti citati da Apple, il giudice ha ritenuto non valido lo U.S. Patent 7,657,849, ovvero il brevetto che copre il meccanismo "slide to unlock" per lo sblocco del terminale. Samsung ha infatti portato a sostegno della propria posizione le immagini di un palmare Windows CE, il Neonode N1m, prodotto da un'azienda svedese prima del 23 dicembre 2005, ovvero la data in cui Apple ha depositato il brevetto "slide-to-unlock", che fa uso di un meccanismo di sblocco simile. Alla luce di questa prova il brevetto di Apple è stato ritenuto non originale e, quindi, non valido. Si tratta di un elemento piuttosto interessante, dal momento che lo stesso brevetto è coinvolto in altre battaglie legali che la Mela ha in corso con Motorola e HTC.

In merito alle questioni di design potrebbe però presentarsi una situazione completamente differente per quanto riguarda l'altro procedimento legale in corso presso la corte tedesca di Düsseldorf, relativo all'ingiunzione preliminare disposta lo scorso 9 agosto circa le vendite di Galaxy Tab 10.1 in Europa, della quale abbiamo parlato in questo articolo. La corte ha fissato per il prossimo 9 settembre la decisione definitiva in merito all'ingiunzione e, a seguito dell'udienza tenuta nel corso della giornata di ieri, il giudice Johanna Brueckner-Hofmann che presiede il caso ha rilasciato alcune dichiarazioni secondo le quali Apple potrebbe avere più di qualche chance per veder confermato il divieto alle vendite di Galaxy Tab almeno nel mercato tedesco.

Come riporta il sito web Bloomberg, il giudice ha affermato: "Ci sono molti modi alternativi di progettare un dispositivo tablet, come ampiamente mostrato dal mercato. Pensiamo che i diritti di design europei garantiscano ad Apple un medio, se non ampio, margine di protezione". Sebbene la corte di uno stato membro dell'Unione Europea sia chiamata a prendere in considerazione le decisioni prese dal tribunale di un altro Paese Europeo in merito alla medesima legge comunitaria (in questo caso la Community Design Regulation), ciò non rappresenta un vincolo di alcun tipo. Di fatto il giudice Brueckner-Hofmann può semplicemente citare la decisione della corte olandese con la piena di libertà di dissentire nel caso in cui non individui elementi che possano convincerla a cambiare idea. Il giudice ha inoltre fatto chiarezza in merito alle ipotesi delle "prove mistificate" che Apple avrebbe allegato alla propria documentazione affermando che, pur essendo caratterizzate da un errore facilmente spiegabile e non intenzionale, sono risultate irrilevanti alla decisione in quanto la corte ha avuto modo di esaminare i dispositivi reali.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MR.HOUSE 8826 Agosto 2011, 12:26 #1
Dire che sono ridicoli è dire poco!!!
diabolik198126 Agosto 2011, 12:37 #2
Ti riferisci ai brevetti, alle aziende, o entrambi?
Drizzt26 Agosto 2011, 12:53 #3
Il brevetto incriminato non copre le gesture.
Copre il fatto che se il movimento fatto col dito non e' sufficiente a "cambiare elemento" ed il sistema torna indietro all'elemento precedente, l'apparizione di quest'ultimo venga accompagnato da un rimbalzo contro il bordo del display.
Washakie26 Agosto 2011, 13:08 #4
Fanno RIDERE!

Brevetti alla cazzo e cause inutili!
uncletoma26 Agosto 2011, 13:14 #5
Brava redazione, finalmente un articolo ben fatto su questa "querelle".
Anche se, da utente 5800XM, non me ne può fregar di meno
Peccato che il pdf linkato sia solo in dutch (l'Olanda è una regione dei Paesi Bassi, dire Olandese è, tecnicamente, un errore) e, pertanto, comprensibile a pochi (sicuramente non a me, anche se conosco diverse lingue).
iozizou26 Agosto 2011, 13:30 #6
@Andrea Bai
Tutto un'altro mondo
Questo si che è un articolo, e non perchè dia "ragione" a samsung (chemmefrega?), bensì perchè entra nei dettagli, fornisce fonti, e spiegando come fosse il design il punto cruciale della questione è molto più obiettivo.
Bluknigth26 Agosto 2011, 13:50 #7
Sto pensando a quello che ha fatto il Tagliere simile all'iPad.

Ora non può essere citato, si è fatto pubblicità da solo e rischia di far soldi grazie a quella storia....
ripe26 Agosto 2011, 13:57 #8
Non solo: tra i dieci brevetti citati da Apple, il giudice ha ritenuto non valido lo U.S. Patent 7,657,849, ovvero il brevetto che copre il meccanismo "slide to unlock" per lo sblocco del terminale. Samsung ha infatti portato a sostegno della propria posizione le immagini di un palmare Windows CE, il Neonode N1m, prodotto da un'azienda svedese prima del 23 dicembre 2005, ovvero la data in cui Apple ha depositato il brevetto "slide-to-unlock", che fa uso di un meccanismo di sblocco simile. Alla luce di questa prova il brevetto di Apple è stato ritenuto non originale e, quindi, non valido. Si tratta di un elemento piuttosto interessante, dal momento che lo stesso brevetto è coinvolto in altre battaglie legali che la Mela ha in corso con Motorola e HTC.


Questo passaggio fa capire molto riguardo alla tanto pubblicizzata innovazione di Apple. E chi mastica tecnologia da prima che fossero presentati iPad / iPod / iPhone non può certo dimenticarselo. Questo senza nulla togliere alle ottime intuizioni che hanno avuto negli ultimi dieci anni.
iozizou26 Agosto 2011, 14:01 #9
Originariamente inviato da: Bluknigth
Sto pensando a quello che ha fatto il Tagliere simile all'iPad.

Ora non può essere citato, si è fatto pubblicità da solo e rischia di far soldi grazie a quella storia....


No, la forma non era casuale, e il nome era qualcosa tipo "iPad cutting board", quindi mi sa proprio che dovrà smetterla. Certo che ormai sanno "tutti" chi è
gatsu.l26 Agosto 2011, 14:03 #10
ma quindi c'è un azienda svedese che può chiedere un botto di soldi a tutte le compagnie di smartphone del pianeta? azz voglio subito le loro azioni

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^