Realtà Aumentata, anche Apple pensa agli occhiali?

Realtà Aumentata, anche Apple pensa agli occhiali?

Forse già nella fase di prototipo, Apple starebbe lavorando ad un dispositivo indossabile capace di collegarsi ad iPhone e mostrare informazioni nel campo visivo dell'utente. Forse in commercio nel 2018

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Apple
Apple
 

Tra i grandi big della tecnologia ve n'è uno che ancora non ha scoperto le proprie carte riguardanti il tema della realtà virtuale o della realtà aumentata: Apple. La Mela però, almeno secondo quanto riferito da Bloomberg, sarebbe al lavoro su un paio di "occhiali digitali" capaci di visualizzare strati di informazioni utili all'interno del campo visivo dell'utente.

Questi occhiali si collegano, almeno secondo quanto indicato da fonti anonime a conoscenza dei fatti, ad un iPhone o ad un altro sistema host, similmente a quanto avviene con Apple Watch. La società di Cupertino starebbe attualmente esplorando le varie possibilità e non vi sarebbe ancora nessuna decisione sull'eventuale promozione del progetto ad uno stadio commerciale. Tuttavia Bloomberg riferisce che la Mela ha commissionato una piccola partita di display near-eye, indicando la possibilità di un approdo alla fase di prototipazione.

Attualmente non è chiaro se questo dispositivo integrerà funzionalità di realtà aumentata o fungerà da semplice HUD - Head Up Display. Se Apple dovesse decidere di procedere con la produzione commerciale, questi "occhiali digitali" potrebbero essere rilasciati non prima del 2018. Un orizzonte temporale già indicato da alcuni analisti non molte settimane fa.

Non è un segreto che Apple si stia interessando al mondo della realtà aumentata: Tim Cook aveva infatti suggerito un interesse di Apple in questo ambito nel corso di una conference call con gli investitori nel mese di luglio, ribadendo il messaggio più volte in altre occasioni.

La Mela inoltre detiene una serie di brevetti legati alla realtà aumentata e alla realtà virtuale, tra cui uno approvato proprio la scorsa settimana e riguardante un sistema di mappatura AR per iPhone. Apple sta inoltre costruendo un team di specialisti tramite assunzioni e acquisizioni strategiche, tra le quali si ricordano quelle di Emotient e Faceshift, Perceptio, Metaio e Flyby Media.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo15 Novembre 2016, 15:53 #1
Sbaglio o anche questa cosa è già stata inventata...
(Google glass)
Mparlav15 Novembre 2016, 16:32 #2
Direi che ci sono già parecchi brevetti su cui dovranno "zigzagare"
gd350turbo15 Novembre 2016, 16:35 #3
A sto punto direi che gli conviene investire un po' di miliardi di dollari nel tentativo di clonare il buon Steve...
Dato che senza di esso le idee scarseggiano e quelle buone sono inesistenti...
degac16 Novembre 2016, 13:22 #4

occhiali

Basta che non siano 'belli' quanto AppleWatch...

la AR sinceramente è l'unica cosa che mi attira veramente dei dispositivi 'indossabili': ha molte più potenzialità della VR (=giochi al 95%, 5% uso professionale).

Poi, come ha imparato Google, senza 'appeal' (non Apple!) gli smartglass possono farti anche il caffè e rimorchiare con un solo puntamento-sguardo... ma se sono percepiti come 'brutti' non li vuole nessuno nemmeno regalati.
polli07916 Novembre 2016, 14:09 #5
L'idea non è male, google purtroppo non è riuscita nell'impresa magari a apple va meglio. Come tecnologia non mi dispiace ma deve avere dei "vantaggi" reali per giustificarne l'acquisto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^