Qualcomm accusata dalla FTC per pratiche monopolistiche

Qualcomm accusata dalla FTC per pratiche monopolistiche

Il produttore di chip avrebbe forzato una fornitura in esclusiva di chip in cambio di sconti sulle licenze. Secondo la FTC si tratta di una mossa scorretta a danno della concorrenza sul mercato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:59 nel canale Apple
QualcommApple
 

La Federal Trade Commission ha depositato nel corso della giornata di ieri un procedimento legale contro Qualcomm, accusandola di aver costretto Apple ad utilizzare i suoi chip in esclusiva in cambio di uno sconto sui costi di licenza e con l'effetto di danneggiare la libera concorrenza sul mercato.

"Qualcomm ha ritenuto che qualsiasi concorrente che fosse riuscito ad agguantare gli ordini di Apple sarebbe diventato più forte e ha usato l'esclusività per evitare che Apple potesse aiutare a rafforzare la posizione sul mercato dei concorrenti di Qualcomm" ha dichiarato l'FTC in un comunicato.

Si tratta dell'ultimo di una serie di grattacapi, tutti in materia di concorrenza, che Qualcomm si trova ad affrontare: lo scorso mese la Corea del Sud ha inflitto una mlta di 850 milioni di dollari per il mantenimento di un "modello di business non equo" volto a creare una situazione di monopolio. Circa un anno fa, nel mese di febbraio, la Cina ha multato Qualcomm con 1 miliardo di dollari nel contesto di una lunga indagine per fare luce su presunte tattiche monopolistiche della società.

L'FTC osserva in particolare che i brevetti di Qualcomm si riferiscono a tecnologie essenziali per il settore e che dovrebbero, pertanto, essere concesse in licenza con termini ragionevoli, equi e non-discriminatori (FRAND - Fair, Reasonable and Nondiscriminatory). Tra le accuse vi è anche quella secondo la quale Qualcomm avrebbe puntualmente rifiutato di concedere in licenza alcune tecnologie ai concorrenti, in contrasto con i principi FRAND.

"I clienti di Qualcomm hanno accettato royalty elevate e altri termini di licenza che non riflettono i principi che un tribunale o un arbitro imparziare determinerebbero essere equi e ragionevoli" osserva l'FTC.

Qualcomm afferma che le accuse della FTC sono basate su una teoria legale fallace: "Qualcomm non ha mai ostacolato o minacciato di ostacolare la fornitura di chip per ottenere accordi iniqui o non ragionevoli. Le affermazioni contrarie dell'FTC - la parte centrale della tesi dell'accusa - sono sbagliate".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^