Psystar sommersa dai debiti, richiesta la protezione del Chapter 11

Psystar sommersa dai debiti, richiesta la protezione del Chapter 11

Il produttore di cloni-Mac non è in grado di far fronte ai propri debiti e chiede l'avvio delle procedure di riorganizzazione previste dalla legge fallimentare USA

di pubblicata il , alle 11:58 nel canale Apple
 

Nel corso della passata settimana Psystar ha depositato presso l'United States Bancrupty Court for the Southern District of Florida la petizione per richiedere la protezione prevista Chapter 11 della legge Statunitense che regola la procedura fallimentare.

Secondo quanto indicato dal sito Appleinsider, Psystar ha dichiarato di non essere più in grado di fare fronte ai propri debiti che ammonterebbero, secondo quanto scritto nella documentazione, a più di 259 mila dollari. Il produttore di cloni-Mac ha attribuito la causa di tali avversità alla situazione economica globale e alla ridotta propensione di spesa del pubblico. Secondo Psystar la crisi avrebbe indotto i propri creditori a richiedere con maggiore insistenza i pagamenti, che il produttore di cloni nonnè in grado di corrispondere.

E' tuttavia opinione diffusa che sia la diatriba legale in atto tra Psystar ed Apple ad aver spinto i creditori a fare pressioni su Psystar, convinti di un successo della compagnia della Mela al termine della battaglia. Allo stato attuale delle cose, tuttavia, la richiesta di Psystar di rientrare sotto il cappello del Chapter 11 mette in una temporanea sospensione il contenzioso tra la piccola azienda della Florida ed il colosso di Cupertino. Per il prossimo 5 giugno è prevista una relazione della Corte nel corso della quale saranno nominati i creditori di Psystar.

Ricordiamo che la procedura descritta dal Chapter 11 della legge Statunitense è di tipo riorganizzativo, a differenza della procedura di liquidazione prevista dal Chapter 7. L'obiettivo di Psystar, pertanto, non è quello di sospendere le attività e chiudere l'azienda, quanto piuttosto il compimento di un ingente sforzo, qualora le condizioni lo consentissero, per rimettersi sui corretti binari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Redvex27 Maggio 2009, 12:04 #1
Mah
259.000 dollari non mi sembra granchè come debito.
Avranno dilapidato i loro risparmi nei tribunali.
Freaxxx27 Maggio 2009, 12:07 #2
una mela al giorno toglie Psystar di torno
int main ()27 Maggio 2009, 12:09 #3
Originariamente inviato da: Redvex
Mah
259.000 dollari non mi sembra granchè come debito.
Avranno dilapidato i loro risparmi nei tribunali.


non sono tanti? guarda che non è l'intel!!
ioanmocanu27 Maggio 2009, 12:12 #4

geniale

"una mela al giorno toglie Psystar di torno "

bravo per la trovata. Mi riscorda" radio 24"

secondo me ci sono dei produttori di pc che finanziavano il loro progetto. Fa golla a un produttore diversificarsi e guadagnare più mercato...
DjLode27 Maggio 2009, 12:14 #5
Originariamente inviato da: Redvex
Mah
259.000 dollari non mi sembra granchè come debito.
Avranno dilapidato i loro risparmi nei tribunali.


Bhè dipende. Se dietro come credo, c'era veramente qualcuno che visto l'andazzo si è tolto... 259mila$ prima magari non erano un problema, adesso (con le spese processuali) potrebbero essere una cifra insanabile.
Freaxxx27 Maggio 2009, 12:17 #6
Originariamente inviato da: ioanmocanu
"una mela al giorno toglie Psystar di torno "

bravo per la trovata. Mi riscorda" radio 24"

secondo me ci sono dei produttori di pc che finanziavano il loro progetto. Fa golla a un produttore diversificarsi e guadagnare più mercato...


anche ai papponi fa gola allargare il giro ma se sconfini in un territorio che è già di altri aspettati raffiche assassine e poi onestamente andando a pubblicizzare a destra e a manca di vendere MAC con OSX pre-installato non si potevano aspettare di durare più di tanto , inoltre non ci vuole un arco di scienza per mettere un cd in un lettore e far partire l'hackintosh .
Si sono praticamente dati 2 zappe sui piedi , 1) il prodotto è innovativo per niente 2) non c'è niente di legale , non vedo dove si aspettassero il guadagno .

PS
non ascolto la radio , la battuta è mia
Xile27 Maggio 2009, 12:18 #7
Peccato, avrei voluto vedere come andava a finire la causa contro Apple!!!
pierodj27 Maggio 2009, 12:24 #8
Originariamente inviato da: Freaxxx
anche ai papponi fa gola allargare il giro ma se sconfini in un territorio che è già di altri aspettati raffiche assassine e poi onestamente andando a pubblicizzare a destra e a manca di vendere MAC con OSX pre-installato non si potevano aspettare di durare più di tanto , inoltre non ci vuole un arco di scienza per mettere un cd in un lettore e far partire l'hackintosh .
Si sono praticamente dati 2 zappe sui piedi , 1) il prodotto è innovativo per niente 2) non c'è niente di legale , non vedo dove si aspettassero il guadagno .

PS
non ascolto la radio , la battuta è mia


in effetti... illegale per illegale, se uno non vuole acquistare l'hardware della Apple, fa molto prima ad assemblarsi un Hackintosh, e sicuramente esce pure meglio dei cassoni della Psystar
GianL27 Maggio 2009, 12:33 #9
effettivamente pare che prima ci fosse qualcuno pronto a rifinanziare la società (vedi ad esempio la decisione di spendere parecchi dindi in spese legali per contrattaccare le denunce di Apple), e ora quel qualcuno, per motivi non meglio identificati, si sia tirato indietro: da qui la necessità del chapter 11.
Slevin8627 Maggio 2009, 12:42 #10

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^