Parallels Desktop, arriva l'aggiornamento per usare Windows 10 on ARM sui Mac M1

Parallels Desktop, arriva l'aggiornamento per usare Windows 10 on ARM sui Mac M1

La versione 16.5 introduce importanti novità, come il supporto nativo alla virtualizzazione di ambienti Windows 10 on ARM e migliorie per quanto riguarda le prestazioni e l'efficienza energetica

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Apple
ApplemacOSWindowsParallels
 

Parallels ha rilasciato un aggiornamento della sua soluzione di virtualizzazione che permette ora agli utenti di sistemi Mac basati su SoC Apple M1 di poter virtualizzare ambienti Windows 10 su ARM anche con le recenti macchine della Mela. La versione 16.5 di Parallels Desktop include tutte le risorse necessarie per il supporto nativo necessario all'esecuzione della versione di Windows 10 on ARM, colmando quindi una lacuna importante specie con l'abbandono di BootCamp da parte di Apple.

Nick Dobrovolskiy, senior vicepresident della divisione ingegneria e supporto per Parallels, commenta: "Il chip M1 di Apple rappresenta una rivoluzione per gli utenti Mac. Grazie alla tecnologia Rosetta, la transizione è stata lineare per la maggior parte delle applicazioni Mac. Le macchine virtuali rappresentano però un'eccezione e, pertanto, gli ingegneri Parallels hanno implementato il supporto per la vritualizzazione nativa per i Mac con chip M1. In questo modo i nostri utenti possono usufruire dela migliore esperienza possibile di Windows su Mac".

Il rilascio della versione 16.5 di Parallels Desktop con supporto alla virtualizzazione Windows giunge dopo una fase di testing che ha visto coinvolti oltre 100 mila utenti Mac con chip M1 che hanno messo alla prova la Technical Preview di Parallels Desktop 16.5 con numerose applicazioni e giochi x86, tra cui Office, Visual Studio, SQL Server, MetaTrader, Rocket LEague, Among Us, Roblox e Skyrim.

La società afferma inoltre che l'aggiornamento introduce significativi miglioramenti nelle prestazioni e nell'efficienza energetica rispetto all'esecuzione del software su sistemi Mac basati su processori Intel. Viene dichiarato che "su un Mac con chip Apple M1, Parallels Desktop 16.5 utilizza 2,5 volte meno energia rispetto a quella usata su un computer MacBook Air con processore Intel del 2020." A livello prestazionale viene indicato un incremento del 60% per le prestazioni DirectX 11 e un incremento del 30% delle prestazioni complessive a livello di macchina virtuale per i sistemi che eseguono Windows 10 on ARM su un Mac M1 rispetto a una VM Windows 10 su un MacBook Pro basato su Intel.

E' tuttavia importante precisare che è indispensabile utilizzare una versione preview di Windows 10 on ARM in quanto Microsoft concede la licenza di questa versione del proprio sistema operativo solamente ai produttori di PC e pertanto non è possibile l'acquisto da parte dell'utente finale. Le versioni preview di Windows 10 on ARM sono però reperibili da Windows Insider.

Oltre al supporto per Windows 10 su Arm, Parallels Desktop 16.5 per Mac supporta anche distribuzioni Linux come Ubuntu 20.04, Kali Linux 2021.1, Debian 10.7 e Fedora Workstation 33-1.2.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demonsmaycry8415 Aprile 2021, 18:49 #1
se corazzano un po di piu m1 con la prossima versione ed è piu maturo un mac pro 13 pollici non me lo leva nessuno con arm.....anche se devo essere sincero oramai la concorrenzadi apple è apple stessa ...un bell ipad pro sinceramente è altrettanto allettante ....ma il mac pro è bellissimo )))
Spyto16 Aprile 2021, 10:08 #2
Ho comprato un Mac Mini M1 e devo dire che è strepitoso perché ha la potenza del MacBook Pro pagandolo quasi la metà. Con 1000€ indubbiamente non si può giocare ma a livello lavorativo si può fare di tutto. Ps per giocare NVidia Now e il problema si risolve 😂

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^