Operaio quindicenne muore in Pegatron: lavorava in catena di montaggio di iPhone 5C

Operaio quindicenne muore in Pegatron: lavorava in catena di montaggio di iPhone 5C

Aumentano i casi di dipendenti e operai morti nelle catene d'assemblaggio cinesi. Nello specifico ha fatto discutere il caso di un dipendente quindicenne morto per una polmonite

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Apple
iPhonePegatronApple
 

Pegatron sta affrontando un'ondata di decessi all'interno delle proprie catene d'assemblaggio. Nello specifico, il caso più grave sembra essere stato quello di un operaio quindicenne, Shi Zhaokun, morto di polmonite dopo aver lavorato quasi 280 ore nel suo primo mese d'attività nello stabilimento, su una catena di montaggio in cui venivano prodotti iPhone 5C di Apple.

Apple, Tim Cook, Foxconn

Utilizzando documenti di identificazione falsificati, Zhaokun avrebbe eluso le leggi che limitano l'età minima per l'assunzione in Cina. Inoltre, nello stato asiatico la legge consente turni settimanali non superiori alle sessanta ore lavorative: anche in questo caso l'operaio quindicenne avrebbe superato nettamente le soglie permesse dalla legge cinese, partecipando a turni anche superiori alle 75 ore settimanali in tutte le tre settimane impiegate nello stabilimento Pegatron.

Quello di Shi Zhaokun non è un caso isolato all'interno degli stabilimenti del fornitore di Apple, fra i tanti. China Labor Watch ha denunciato altri cinque casi in cui il produttore cinese non avrebbe fornito spiegazioni soddisfacenti in merito alle cause di decessi di giovani lavoratori. L'organizzazione cinese per i diritti dei lavoratori avrebbe inoltre segnalato condizioni lavorative durissime e turni lavorativi eccessivi nello stabilimento.

Pegatron ha riconosciuto diversi morti in passato, tuttavia sostiene che i problemi di salute di Shi Zhaokun non sono correlati al lavoro svolto presso la struttura della società in cui viene prodotto iPhone 5C. Il fornitore cinese, inoltre, afferma che all'interno dei registri in cui vengono segnalate le effettive ore lavorative non vengono documentate le pause o le assenze del dipendente durante i turni canonici.

"Considerando i cinque casi di decessi che abbiamo segnalato dovuti a cause simili, crediamo che ci sia una sorta di collegamento fra i fatti avvenuti e le condizioni di lavoro nella fabbrica", ha dichiarato il fondatore di China Labor Watch al NYTimes.

In seguito a segnalazioni precedenti, Apple è riuscita recentemente a vincere alcune battaglie in Cina, ottenendo salari per i dipendenti più elevati, ambienti di lavoro più sicuri e turni lavorativi ridotti. La compagnia ha in passato intensificato i controlli negli stabilimenti delegati alla produzione dei propri dispositivi. Ci si aspetta una risposta ufficiale da parte di Apple in merito agli avvenimenti riportati negli ultimi giorni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Enriko8112 Dicembre 2013, 11:45 #1
vorrei capire una cosa: ma perchè queste disgrazie succedono sempre nelle fabbriche di fornitori di apple, mentre quelle di samsung ,lg & company mai niente.
hanno forse qualcuno che tiene le bocche chiuse o sono piu virtuosi?
Pegasus112 Dicembre 2013, 11:53 #2
Purtroppo non contano solo le condizioni in fabbrica...Non dico che non ci siano abusi, ma non dimentichiamo che in certi paesi magari quello del 15 enne è il solo stipendio in casa...questo spinge ad atti disperati per non perdere il lavoro, insomma se vai fuori c'è la fila e se hai sorelle, fratelli ed altro...
san80d12 Dicembre 2013, 11:55 #3
Originariamente inviato da: Enriko81
vorrei capire una cosa: ma perchè queste disgrazie succedono sempre nelle fabbriche di fornitori di apple, mentre quelle di samsung ,lg & company mai niente.
hanno forse qualcuno che tiene le bocche chiuse o sono piu virtuosi?


queste fabbriche sono fornitrici multiple, ovvero lavorano per una miriade di marchi
s0nnyd3marco12 Dicembre 2013, 11:57 #4
Purtroppo fa piu' notizia se nel titolo metti Apple. Invece la notizia dovrebbe essere le scarse condizioni di lavoro degli operai.
san80d12 Dicembre 2013, 11:59 #5
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Purtroppo fa piu' notizia se nel titolo metti Apple. Invece la notizia dovrebbe essere le scarse condizioni di lavoro degli operai.


già
Capozz12 Dicembre 2013, 12:03 #6
Ci sarebbe da fare una legge congiunta USA-UE volta a vietare la commercializzazione di merce prodotta in fabbriche/laboratori/stabilimenti in cui le condizioni di lavoro non rispettano gli standard occidentali per evitare certe disgrazie.
E che cazzo, va bene de-localizzare per risparmiare sui costi di produzione, ma non si può sfruttare la gente in questo modo.
san80d12 Dicembre 2013, 12:09 #7
Originariamente inviato da: Capozz
Ci sarebbe da fare una legge congiunta USA-UE volta a vietare la commercializzazione di merce prodotta in fabbriche/laboratori/stabilimenti in cui le condizioni di lavoro non rispettano gli standard occidentali per evitare certe disgrazie.
E che cazzo, va bene de-localizzare per risparmiare sui costi di produzione, ma non si può sfruttare la gente in questo modo.


dovremmo prima guardare in casa nostra... vedasi caso prato/cinesi
acerbo12 Dicembre 2013, 12:11 #8
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Purtroppo fa piu' notizia se nel titolo metti Apple. Invece la notizia dovrebbe essere le scarse condizioni di lavoro degli operai.


La notizia fà letteralmente schifo per come é stata impostata, complimenti per l'etica giornalistica.
Intanto Pegatron é un fornitore di diverse realtà ed ha diverse linee di produzione, non é certo una società di Apple o creta ad hoc per produrre unicamente i loro prodotti. L'iphone 5C poi sta facendo numeri al di sotto delle aspettative (come era facile aspettarsi) e da qualche tempo é stata ridotta la produzione, dunque non é nemmeno un prodotto da elevato stress a catena di assemblaggio.
Apple poi sta cercando di spostare parte della propria produzione dalla Cina agli USA e alcuni prodotti della linea MAC vengono assemblati negli Stati Uniti. Insomma speculare sulla morte di un minore mettendo un titolo del genere lo trovo ripugnante. Comunque tanto per chiarire, anche il titolo non é partorito dalla redazione di hwupgrade, stamattina l'ho letto su un sito francese ed era identico, lo hanno solo tradotto, la fonte originale non saprei qual'é.
Mparlav12 Dicembre 2013, 12:12 #9
Accadono in tutte le fabbriche, lo si legge più facilmente per fabbriche di Pegatron e Foxcoon, perchè:
1) hanno insieme intorno agli 1.5M di operai (è una cifra molto variabile, visti quelli stagionali)
2) hanno turni di lavoro quasi doppi rispetto alle aziende americane ed europee
3) i controlli sull'età, formazione e sicurezza sono evidentemente meno rigorosi

Metti un 15-18enne con magari solo qualche ora di formazione, a lavorare 70 ore a settimana su una linea produttiva anche solo un po' rischiosa, ed è inevitabile l'incidente.

Capozz12 Dicembre 2013, 12:14 #10
Originariamente inviato da: san80d
dovremmo prima guardare in casa nostra... vedasi caso prato/cinesi


E' un caso molto diverso: qui lavorare in certe condizioni è illegale. Se arriva l'ispettorato del lavoro e ti trova con operai pagati in nero che lavorano in fabbrica 14 ore al giorno ti fa un così.
Li, al contrario, certe condizioni non dico che siano esplicitamente permesse, ma quantomeno largamente tollerate.
Aggiungo che nel caso di Prato si trattava di un laboratorio tessile nascosto, ignoto sia al fisco che alle forze dell'ordine. Pegatron, Foxconn ecc sono realtà note con centinaia di migliaia di impiegati... è come se qui la Fiat si permettesse di schiavizzare gli operai.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^