Oggi è il compleanno di Macintosh: ben 35 anni!

Oggi è il compleanno di Macintosh: ben 35 anni!

Macintosh compie nella giornata odierna ben 35 anni! Il sistema di Apple che lanciò un nuovo modo di essere "operativi" e creativi fu presentato da Steve Jobs durante la riunione con gli azionisti, preceduto dal famoso spot televisivo!

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Apple
ApplemacOS
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

44 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
randy8825 Gennaio 2019, 00:56 #11
Pazzesco... per me appassionato di computers, ma che nel 84 non ero ancora nato(i miei non erano ancora neanche sposati), questi sono documenti inestimabili.

Subito dopo aver visto lo spot, sono andato su YT per vedere se pescavo un video di qualche teardown di quel Machintosh, e ovviamente c'era... componenti del tutto alieni a quelli a cui sono abituato io. I chip di 500kb di RAM che occupavano un'area grossa come il Queens a New York
Processori da 30mhz...

La tastiera che si collegava col plug telefonico Sono quasi svenuto....

Considerate che il mio primo PC, preso nel 98(ero un marmocchio), era "strutturalmente" simile a quelli di adesso. Aveva una CPU Intel(un Pentium da 200mhz), i banchi di RAM(32mb, Cristo ), un HDD(6gb), e una VGA dedicata su slot AGP. Windows 98 aveva....
Questo PC nella mia memoria è la cosa più primitiva che abbia mai visto. Nonostante fosse, ripeto, strutturalmente uguale a quello di adesso(si smontava e si rimontava nella stessa maniera, col case, con la CPU sul socket, la VGA, i banchi di RAM, l'HDD connesso tramite IDE che fondamentalmente era un cavo da staccare e riattaccare come i SATA di adesso, ecc....)

Quando vedo questi Machintosh di 15 anni prima, agli albori dell'informatica, mi sembra tutto surreale
AlexSwitch25 Gennaio 2019, 01:37 #12
Originariamente inviato da: randy88
Pazzesco... per me appassionato di computers, ma che nel 84 non ero ancora nato(i miei non erano ancora neanche sposati), questi sono documenti inestimabili.

Subito dopo aver visto lo spot, sono andato su YT per vedere se pescavo un video di qualche teardown di quel Machintosh, e ovviamente c'era... componenti del tutto alieni a quelli a cui sono abituato io. I chip di 500kb di RAM che occupavano un'area grossa come il Queens a New York
Processori da 30mhz...

La tastiera che si collegava col plug telefonico Sono quasi svenuto....

Considerate che il mio primo PC, preso nel 98, era "strutturalmente simile a quelli di adesso. Aveva una CPU Intel(un Pentium da 200mhz), i banchi di RAM(32mb, Cristo ), un HDD(6gb), e una VGA dedicata su slot AGP. Windows 98 aveva....
Questo PC nella mia memoria è la cosa più primitiva che abbia mai visto. Nonostante fosse, ripeto, strutturalmente uguale a quello di adesso(si smontava e si rimontava nella stessa maniera, col case, con la CPU sul socket, la VGA, i banchi di RAM, l'HDD connesso tramite IDE, ecc....)

Quando vedo questi Machintosh di 15 anni prima, agli albori dell'informatica, mi sembra tutto surreale


I 30 Mhz sono arrivati nella prima metà degli anni '90 ( la mia prima CPU ad arrivare a quella velocità - originale non overcloccata - fu un Intel 486 DX a 33 Mhz )... Il Motorola 68000 del Macintosh viaggiava alla allora fantascientifica velocità di 8Mhz... Le CPU Intel ( 8088 e 8086 ) dei PC IBM e compatibili partivano da 4,77 Mhz per toccare poi gli 8... Le CPU 8 bit degli home computer, al tempo diffusissimi, non arrivavano a 3 Mhz.
Gli hard disk ( con tecnologia Winchester ) erano dei mattoni da più di un kilo con capacità massima di poche decine di Megabyte e costavano quasi quanto un personal computer.
Anche la ram era abbastanza costosa e non esistevano moduli; ti dovevi comprare e sostituire tutti i singoli chip nel loro socket e fino alla comparsa dell'Intel 80286, per i PC IBM e compatibili, la quantità massima di ram utilizzabile era di 640 KB.
I monitor a colori erano inizialmente un lusso per pochi e si andava di monocromatico ( fosfori bianchi, verdi o ambra ), visto che l'adattatore grafico EGA per la grafica ad " alta risoluzione " ( 640x350 e 16 colori su una palette di 64 ) era riservato per i PC di fascia alta. L'audio, se non si voleva spendere per un adattatore MIDI, era un semplice beeper per i PC, mentre per Mac e successivamente per Amiga c'erano soluzioni già integrate per la gestione e la produzione dell'audio digitale.

Sinceramente e senza peccare di presunzione certi smanettoni di oggi mi fanno sorridere con le loro smanie e fisime; in questo forum c'è chi ha sostituito direttamente i quarzi del generatore di clock sulla scheda madre per spingere di più il sistema con il rischio magari di fondere la CPU.
randy8825 Gennaio 2019, 02:37 #13
Originariamente inviato da: AlexSwitch
I 30 Mhz sono arrivati nella prima metà degli anni '90 ( la mia prima CPU ad arrivare a quella velocità - originale non overcloccata - fu un Intel 486 DX a 33 Mhz )... Il Motorola 68000 del Macintosh viaggiava alla allora fantascientifica velocità di 8Mhz... Le CPU Intel ( 8088 e 8086 ) dei PC IBM e compatibili partivano da 4,77 Mhz per toccare poi gli 8... Le CPU 8 bit degli home computer, al tempo diffusissimi, non arrivavano a 3 Mhz.



Quanto mi sarebbe piaciuto mettere le mani su queste macchine... Chi ha imparato ad andare sui PC su questi rudimentali strumenti, si è certamente trovato avvantaggiato poi quando è apparsa la moderna tecnologia. A quei tempi vi siete dovuti imparare proprio l'architettura di un calcolatore, a livello fisico. Adesso qualsiasi idiota che ha 2 mani, entra nel UEFI e con 2 click overclokka tutto... fermo restando che l'overlock ad oggi non ha più ragion d'essere per quanto riguarda le CPU.

A quei tempi come si overclokkava? C'era un BIOS?

3mhz... Per quanto mi rendo conto che queste siano le logiche basi di partenza del mondo dell'informatica, non riesco neanche a immaginare come un qualche software potesse girare su CPU a 3mhz... non riesco proprio a immaginare la macchina...


Originariamente inviato da: AlexSwitch
Anche la ram era abbastanza costosa e non esistevano moduli; ti dovevi comprare e sostituire tutti i singoli chip nel loro socket e fino alla comparsa dell'Intel 80286, per i PC IBM e compatibili, la quantità massima di ram utilizzabile era di 640 KB.


Vero, questo lo sapevo, ed è allucinante vedere come ai tempi, per 640kb, i chip fossero di dimensioni esorbitanti. Prova definitiva che ciò che maggiormente ha svoltato il mondo dell'informatica, è stata la miniaturizzazione dei componenti.
Forse anche a quei tempi avrebbero potuto predisporre un sistema con 16gb di RAM, solo che avrebbero dovuto creare dei PC lunghi diversi chilometri, e alimentati da 3 reattori nucleari.

Originariamente inviato da: AlexSwitch
Sinceramente e senza peccare di presunzione certi smanettoni di oggi mi fanno sorridere con le loro smanie e fisime; in questo forum c'è chi ha sostituito direttamente i quarzi del generatore di clock sulla scheda madre per spingere di più il sistema con il rischio magari di fondere la CPU.


Perfettamente d'accordo, le nuove generazioni, e mi ci metto pure io per forza di cose, sono state abituate troppo "bene"
Ripeto, io sono partito con un PC da 200mhz e 32 mb di RAM, ridicolo rispetto a ciò che c'è adesso, ma era comunque strutturalmente uguale a quello che c'è adesso. Io non ho mai dovuto sostituire un chip(si cambiava i banchi di RAM e via), non ho mai visto un monitor che non fosse a colori, e quando mi parli di quarzi da sostituire, alzo le mani e mi arrendo, non sapendo di cosa si stia parlando

Comunque ancora non riesco a capire il plug telefonico per il collegamento della tastiera.
https://www.youtube.com/watch?v=ZoetLdcn69E
Considerando che il mouse aveva un collegamento molto più comprensibile anche ai giorni nostri
piwi25 Gennaio 2019, 05:49 #14
Sarà stato un connettore generico, come può essere il connettore DB9.
emiliano8425 Gennaio 2019, 07:23 #15
Originariamente inviato da: nickname88
Ciao Adapter, vedo che le tue storielle da non idoneo utilizzatore ce le propini ogni santa volta.
Segnalo subito la tua presenza a chi di dovere, prepara gli altri nick.


ma soprattutto st' sonda sismica che non funziona su windows 10, funziona su mac?
s-y25 Gennaio 2019, 09:20 #16
imho oggi a smanettare non c'è più gusto... tutto già visto, tutto già fatto
cmq non intendo sminuire a prescindere chi lo fa oggi, nel senso che dipende anche dall'attitudine...

in ogni caso la vera differenza è che allora era tutto nuovo e si era 'avanguardia', mentre oggi 'vecchi nostalgici'... mica poco... (anche a prescindere dalla differenza di età, che eravamo tutti pischelli, e non può essere indifferente nemmeno questo)

probabilmente l'unico aspetto dove è restato qualche margine di smanettamento concreto è lato software...
nickname8825 Gennaio 2019, 10:10 #17
Originariamente inviato da: emiliano84
ma soprattutto st' sonda sismica che non funziona su windows 10, funziona su mac?

Lui per la sonda usa Mint.
nickname8825 Gennaio 2019, 10:12 #18
Originariamente inviato da: Eliomon
Non è che non c'è più gusto, semplicemente con il tempo cambiano le priorità.
Oggi non ho più tempo di mettermi li a smanettare. Le mie priorità sono altre (chi ha una famiglia e un po di tempo libero lo sa bene).
Nelle ore libere esco a fare sport, da solo oppure con mio figlio e mia moglie.
A smanettare con i PC, lascio volentieri le "nuove leve". E' giusto che facciano le loro esperienze esattamente come le abbiamo fatte io ed altri... con meno presunzione e saccenza rispetto a quanto vedo oggi...
Non hai tempo per smanettare perchè lo impieghi tutto a continuare a iscriverti in continuazione quì.
Tu avresti fatto esperienze ? Fino ad ora non hai ancora capito come si identifica la configurazione in uso e come scaricarsi i drivers dai siti dei produttori.
AlexSwitch25 Gennaio 2019, 14:40 #19
Originariamente inviato da: randy88



A quei tempi come si overclokkava? C'era un BIOS?

3mhz... Per quanto mi rendo conto che queste siano le logiche basi di partenza del mondo dell'informatica, non riesco neanche a immaginare come un qualche software potesse girare su CPU a 3mhz... non riesco proprio a immaginare la macchina...


Forse anche a quei tempi avrebbero potuto predisporre un sistema con 16gb di RAM, solo che avrebbero dovuto creare dei PC lunghi diversi chilometri, e alimentati da 3 reattori nucleari.


Comunque ancora non riesco a capire il plug telefonico per il collegamento della tastiera.
https://www.youtube.com/watch?v=ZoetLdcn69E
Considerando che il mouse aveva un collegamento molto più comprensibile anche ai giorni nostri


Si.. Al tempo, ultima metà degli anni '80 e primissimi anni '90, prima dell'arrivo dei moltiplicatori di frequenza e delle frequenze separate per ram, bus, etc., si poteva aumentare il clock del sistema sostituendo il quarzo dell'oscillatore che generava il segnale di frequenza. Ma bisognava stare attenti perchè oltre a surriscaldare la CPU ( la dissipazione termica su quelle CPU non esisteva proprio ), c'era il rischio che le memorie lavorassero fuori specifica assieme al bus ( ISA ) e il PC diventasse altamente instabile. Su quasi tutti i PC compatibili, almeno fino al 1993/94, c'era un pulsante fisico che dimezzava la velocità del clock per poter eseguire dei programmi, soprattutto giochi, che usavano la frequenza base per il timing e la velocità di alcuni effetti grafici.
Per quanto riguarda i BIOS erano abbastanza rudimentali e servivano per impostare la sequenza di boot, il real time clock ( RTC ), la data e gestivano la memoria base ( i primi 640 KB ) oltre alla diagnostica di tutta la ram installata. La gestione avanzata della ram era affidata da due driver ( Himem - dal 286 in poi - ed EMM386 quando uscì questa CPU ) che venivano caricati all'avvio di MsDos.
Grafica ed audio erano affidate alla gestione dei singoli programmi che accedevano direttamente all'hardware con il loro codice... di driver non se parlava proprio se non per quelli che venivano forniti con schede professionali e dedicati a specifiche applicazioni.
Quando uscì il Mac fu una specie di rivoluzione ( e Jobs aveva ragione ) perchè grafica avanzata ed audio erano gestite direttamente dalla parte di OS che risiedeva in ROM e la loro gestione era completamente ( o quasi ) trasparente all'utente... così come la gestione degli interrupt del bus e dei controller di mouse e tastiera ( ecco perchè per questa bastava solamente un cavetto tipo telefono ).
Il Mac è stato il primo PC veramente " Plug & Play "!!

Ecco cosa si poteva fare un home computer " deluxe " come l'Apple II GS ( CPU a 16 bit a 2,8 Mhz, 256Kb di ram espandibile fino ad 8Mb - presentato nel 1986 ):

https://www.youtube.com/watch?v=L3lhG1WN4B4



Altri esempi:

Commodore 64 - 0985 MHZ per la versione Europea:

https://www.youtube.com/watch?v=MUsAW7b8vMQ&t=864s


16 Gb di ram in quegli anni era un quantitativo riservato ai supercomputer... Non tanto per i consumi ma per il costo dei chip di memoria e della circuiteria di controllo.
Tanto per darti qualche parametro di riferimento: il mio primo PC con Windows 3.1 ( un 486 DX a 33Mhz, un sistema discretamente potente ) aveva 4MB di memoria e un disco rigido IDE da 160MB... Un modulo SIMM per espandere la memoria costava, se non ricordo male, circa 200.000 delle vecchie Lire a MB!!
s-y25 Gennaio 2019, 14:49 #20
aggiungo i parametri dei dischi (head, track, cylinder) da inserire a manina nel 'menu' del bios, almeno prima che i bios integrassero le routine di riconoscimento automatico

cmq sull'oc, anche successivamente quando le cpu erano 'moltiplicate', dove possibile (non tutte le mb li avevano) si poteva agire solo via jumper sul pcb, e anzi, le prime che integrarono la modalità 'jumperless' erano viste abbastanza negativamente dagli 'hardcore'

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^